unci banner

:: NEWS

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 di EcoJazz

Presso la pinacoteca civica di Reggio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione, della ventottesima edizione di Ecojazz, una delle kermesse musicali più longeve ed importanti, che riguardano il...

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Torna l'appuntamento con la "Notte al Vecchio Borgo" di Rizziconi

Un mix di arte, cultura, l’immancabile solidarietà e il rispetto per l’ambiente sono gli ingredienti del successo ormai consolidato della “Notte al Vecchio Borgo” di Rizziconi, giunto quest’anno alla sua...

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Un centinaio di piante di canapa indiana trovate nelle campagne di Cittanova

Ieri pomeriggio, nell’ambito di un servizio di controllo in area aspromontana finalizzato al contrasto delle coltivazioni di sostanza stupefacente, i carabinieri della Compagnia di Taurianova assieme ai colleghi Cacciatori di...

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Tappa di successo a Lazzaro per la rassegna Calabria Judaica

Ha fatto tappa a Lazzaro nel comune di Motta San Giovanni la rassegna Calabria Judaica promossa dalla Cooperativa Satyroi di Bova Marina. Protagonista l’Antiquarium Leucopetra aperto grazie anche alla collaborazione...

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione rispetto ai tempi del rispetto dell’ambiente. È stato questo il leit motiv dell’iniziativa tenutasi qualche giorno addietro presso il litorale di Bocale, promossa ed organizzata...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAMinaccia la moglie con una pistola. La Squadra Mobile arresta un 43enne per maltrattamenti in famiglia

Minaccia la moglie con una pistola. La Squadra Mobile arresta un 43enne per maltrattamenti in famiglia

Pubblicato in CRONACA Giovedì, 11 Luglio 2019 11:23

Negli ultimi tempi aveva reso la vita impossibile alla moglie ingiuriandola, minacciandola e aggredendola fisicamente con schiaffi, calci e spinte che avevano portato la donna ad allontanarsi dalla casa familiare. Non accettando la separazione il 53enne, il 30 maggio scorso aveva cercato di introdursi nell’abitazione dove la donna aveva trovato rifugio dapprima danneggiando una zanzariera, per poi infrangere il vetro della finestra con una pistola brandeggiandola all’indirizzo della moglie e minacciandola di morte.

La Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Giovanni BOMBARDIERI, disponeva immediate indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto Gerardo DOMINIJANNI e dal Sostituto Procuratore Nicola DE CARIA, attraverso le quali la Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, riusciva in pochissimo tempo a dimostrare che l’episodio avvenuto il 30 maggio scorso, quando l’uomo aveva minacciato la moglie con la pistola, rappresentava il culmine di abituali condotte di maltrattamenti che la donna aveva subito negli ultimi sei mesi ad opera del marito e che giornalmente continuava a subire in quanto quest’ultimo, al rifiuto di tornare a vivere con lui, la minacciava esplicitamente di morte.

Le risultanze investigative acquisite in brevissimo tempo dagli uomini della Polizia di Stato, attraverso escussioni testimoniali, sofisticate attività tecniche di intercettazione e analisi di impianti di videosorveglianza hanno consentito di ottenere un immediato provvedimento restrittivo di custodia cautelare in carcere a carico dell’uomo in forza del quale, dopo le formalità di rito in Questura, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Arghillà a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Reggio Calabria, 11 luglio 2019

Letto 73 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Melito, tre arresti in un'intervento congiunto di Polizia e Carabinieri per rapina

    Nella serata del 20 luglio scorso, in Melito Porto Salvo, un cittadino rumeno, spalleggiato da due complici, si è avvicinato ad un’anziana donna che stava passeggiando per le vie del paese e le ha strappato di dosso la collana in oro per poi scappare a bordo di un’autovettura Opel Astra verso la statale 106.
    Immediatamente è scattato il dispositivo di controllo integrato del territorio che ha predisposto un accurato pattugliamento di tutta l’area con la predisposizione di posti di controllo finalizzati al rintraccio dell’autovettura segnalata.

  • Arrestati due uomini per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia grazie ai protocolli operativi EVA e LIANA

    Il contrasto ai reati contro le donne e i minori ha portato all’arresto di due uomini responsabili, in un caso, del reato di atti persecutori e minaccia aggravata e, nell’altro, di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
    Significativo il primo arresto quando gli Agenti della Polizia di Stato sono intervenuti nella zona nord della città a seguito della richiesta di una donna che è stata minacciata dall’ex marito con delle bottiglie di vetro rotte alla presenza del nuovo compagno. L’uomo, grazie al capillare controllo del territorio reso più efficace dall’adozione dei nuovi modelli operativi (Dispositivo Fata Morgana) voluti dal Questore Vallone, è stato prontamente bloccato dagli Agenti nei pressi dell’abitazione della donna ed è stato trovato in possesso di uno zaino contenente due mezze bottiglie di vetro con il collo infranto, oggetti perfettamente idonei per l’offesa.

  • 'Ndrangheta: Operazione internazionale della Polizia di Stato

    È in corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione internazionale della Polizia di Stato, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, finalizzata all’esecuzione di 14 provvedimenti di fermo emessi nei confronti di altrettanti soggetti, affiliati alla ‘ndrina MUIÀ, federata alla potente cosca COMMISSO di Siderno (RC), gravemente indiziati, a vario titolo, dei delitti di associazione mafiosa transnazionale ed armata, porto e detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, esercizio abusivo del credito, usura e favoreggiamento personale, commessi con l’aggravante del ricorso al metodo mafioso, ovvero al fine di agevolare la ‘ndrangheta.

  • Rapimento minore Viale Calabria, la ricostruzione della Polizia. Fermata una persona con disturbi psichici

    Ieri, gli Agenti della Polizia di Stato delle Volanti hanno arrestato un cittadino rumeno 37enne, ritenuto responsabile del sequestro di persona ai danni di un bambino.
    In dettaglio, nella serata di ieri, nel parcheggio di un’attività commerciale sito lungo il Viale Calabria, un uomo ha iniziato a fissare un bambino di 5 anni, tenuto per la mano dalla madre e, improvvisamente, ha afferrato il piccolo con il chiaro intento di sottrarlo alla stessa.

  • Rapina da 45mila euro al Lidl di Viale Calabria durante la consegna degli incassi al furgone portavalori

    Questa mattina due uomini armati di pistole hanno perpetrato una rapina ai danni del vigilantes che stava ritirando l'incasso del Lidl di Viale Calabria. I rapinatori sono riusciti a sottrarre il sacchetto contenente la somma di 45.000 euro prelevata dal Lidl, ed hanno attinto il furgone portavalori con un colpo d'arma da fuoco, senza riuscire a sottrarre quanto altro contenuto nel furgone. Nessun ferito, La Volante presente in Viale Calabria è tempestivamente intervenuta. I rapinatori si sono dati alla fuga, intervenuta la Polizia Scientifica per gli accertamenti di competenza. Indagini in corso.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.