unci banner

:: NEWS

Domani 26 maggio 2019 si vota per le elezioni europee e in alcuni comuni del reggino

Domani 26 maggio 2019 si vota per le elezioni europee e in alcuni comuni del reggino

Domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, si svolgeranno le operazioni di voto per le elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia.Nella medesima data si voterà,...

A Scilla domenica 26 maggio torna il trekking urbano "A spasso nel mito"

A Scilla domenica 26 maggio torna il trekking urbano "A spasso nel mito"

Si svolgerà domenica 26 maggio il trekking urbano a Scilla alla scoperta di uno dei luoghi più belli della provincia reggina. Il percorso "A spasso nel mito" nasce dalla collaborazione...

Esperienza nazionale per Scuola di Basket Viola, Lumaka e Bim Bum Rende

Esperienza nazionale per Scuola di Basket Viola, Lumaka e Bim Bum Rende

Alle Finali Nazionali Join The Game di Jesolo doppio successo, in campo femminile, delle squadre romane Alfa Omega Roma e Basket Roma che vincono rispettivamente lo scudetto under 13 e...

Davanti al cantiere del Palazzo di Giustizia fa tappa la protesta "Nastri gialli contro il degrago"

Davanti al cantiere del Palazzo di Giustizia fa tappa la protesta "Nastri gialli contro il degrago"

Ha fatto tappa a Reggio Calabria “Nastri gialli contro il degrado” la protesta dell'ANCE sulle incompiute e i cantieri bloccati. Non a caso per la nostra città, come luogo della...

Il consiglio comunale si riunisce e approva in prima battuta il consuntivo 2018

Il consiglio comunale si riunisce e approva in prima battuta il consuntivo 2018

Con 16 voti favorevoli e uno contrario è stato approvato dal Consiglio Comunale riunitosi in prima seduta il rendiconto di gestione per l’esercizio 2018, come da unico punto previsto all’ordine...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACANuovo incendio nella notte alla baraccopoli di San Ferdinando: muore un migrante

Nuovo incendio nella notte alla baraccopoli di San Ferdinando: muore un migrante

Pubblicato in CRONACA Sabato, 16 Febbraio 2019 07:55

Nella notte tra il 15 e il 16 febbraio, verso mezzanotte circa, un nuovo incendio, ha interessato l’insediamento dei migranti, la cosiddetta baraccopoli, ricadente nella zona industriale di San Ferdinando.
L’incendio ha provocato la morte di un migrante e la distruzione di circa 15 baracche e il conseguente aggravato disagio abitativo di circa 15 persone. Sono in corso le indagini per accertare le modalità dell’evento.
I quindici migranti rimasti senza un tetto sono stati prontamente ricoverati presso la nuova tendopoli gestita dal Comune di San Ferdinando, e grazie all’intervento immediato dei Vigili del Fuoco, il cui presidio è all’esterno del campo, e delle Forze dell’ordine è stato possibile contenere ulteriori, gravi effetti.

Il Prefetto Michele di Bari ha immediatamente convocato per le 06.00 di questa mattina una riunione di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presso la sede del Comune di San Ferdinando, con il Questore Raffaele Grassi, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Flavio Urbani, il vice comandante dell’Arma dei Carabinieri, Stefano Romano, il Sindaco di San Ferdinando, Andrea Tripodi, il Rappresentante di Vigili del Fuoco, Carmelo Triolo.
Nel corso dell’incontro sono stati affrontati i vari aspetti volti a consentire il superamento di questa situazione di precarietà e di pericolo per l’incolumità delle persone e sono state disposte le necessarie attività per la sistemazione alloggiativa dei migranti.
A tale riguardo, il Prefetto ha richiamato l’importanza di attuare politiche attive di integrazione ed inclusione nel tessuto socio economico della Piana di Gioia Tauro attraverso forme di accoglienza diffusa, anche ai sensi dell’art. 40 del Testo unico sull’immigrazione, così come convenuto nelle riunioni che si sono susseguite in Prefettura.
In quelle occasioni, anche la Regione Calabria ha manifestato la disponibilità a contribuire alla soluzione del problema con strumenti che incentivino le locazioni, come la creazione di un apposito Fondo di garanzia per i proprietari che concedono un immobile in locazione, nonché l’investimento di risorse finanziarie per l’eventuale ristrutturazione di beni confiscati o del patrimonio pubblico.
Nelle more dell’attuazione di quanto disposto nei predetti incontri in Prefettura, nei quali si è delineata una strategia per realizzare l’accoglienza diffusa in tutto il territorio della Piana, è stato approntato un piano per trasferire, nel breve periodo e previe le necessarie verifiche di legge, i migranti.

Reggio Calabria, 16 febbraio 2019
L’Addetto Stampa
P. Il Capo di Gabinetto

Letto 120 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Caritas Italiana e delegazione regionale in visita alla tendopoli di San Ferdinando

    Accolti dal Diacono Vincenzo Alampi e dalla Caritas della Diocesi di Oppido Mamertina – Palmi, sempre impegnata in prima linea dinanzi al fenomeno migratorio, si è tenuto a S. Ferdinando l’incontro della Delegazione Regionale delle Caritas della Calabria.
    Alla presenza di Oliviero Forti e Caterina Boca dell’Ufficio politiche migratorie e protezione internazionale di Caritas Italiana, la giornata si è aperta con la visita alla Tendopoli. Don Nino Pangallo, delegato regionale Caritas, ha evidenziato la finalità dell’incontro: «a riflettori spenti, è necessario verificare i problemi legati all'accoglienza dei migranti in Calabria ed aprire il confronto sulle modalità con cui la rete di solidarietà Caritas ha tentato di rispondere alle esigenze dei territori, tentando di elaborare per il futuro un sistema d'accoglienza che possa essere paradigma di riferimento per tutte le diocesi».

  • Rogo nella nuova Tendopoli di San Ferdinando: un morto

    Un migrante ha perso la vita in un rogo scoppiato questa notte nella nuova Tendopoli di San Ferdinando. A prendere fuoco una delle tende a sei posti nell’insediamento realizzato dalla Protezione Civile e oggi gestito dalla Caritas che si trova a poca distanza dall'ex baraccopoli recentemente smantellata dopo che in poco meno di un anno a causa degli incendi hanno perso la vita tre braccianti 

  • In Prefettura nuovo incontro con i Sindaci dopo lo sgombero della baraccopoli di San Ferdinando

    In Prefettura questa mattina l'esame della situazione della Piana di Gioia Tauro dopo lo sgombero della Baraccopoli di San Ferdinando. Presenti oltre ai rappresentanti delle Forze dell'Ordine e dei Vigili del Fuoco, i Sindaci di Candidoni, Cittanova, Polistena, Rizziconi, Rosarno, San Ferdinando e Taurianova. Insieme all'assessore ai Servizi sociali del Comune di Palmi, il Vice Sindaco del comune di Melicucco, il Consigliere delegato per la Città Metropolitana e le Commissioni Straordinarie di Gioia Tauro e Laureana di Borrello. Al centro dei lavori la verifica della disponibilità effettiva a sistemare in ciascun comune, due dei 30 moduli abitativi, da 8 posti ciascuno, messi a disposizione nella passata riunione per l'accoglienza dei migranti

  • Il Circolo ReggioSud pianta una mimosa nella Tendopoli per l'8 marzo

    Operazione inversa per il Circolo Reggio Sud (Liberi Uguali- Art.1) di Reggio Calabria: nella ricorrenza dell’otto Marzo, anziché staccare ramoscelli dagli alberi di mimose per omaggiare le donne, una delegazione di iscritti decide di piantare un albero di mimosa in un luogo simbolico-la tendopoli di San Ferdinando.
    Ieri 8 Marzo, il giorno dopo lo sgombero della baraccopoli, S. Ferdinando vuole voltare pagina, affinché non debba più ripetersi il degrado e la disperazione vissuta tra quelle macerie che, a guardarle adesso non si riesce neanche lontanamente ad immaginare possano essere state per anni la “casa” di uomini, donne e bambini.

  • In Prefettura il consuntivo delle operazioni di sgombero della baraccopoli di San Ferdinando

    In Prefettura il bilancio delle operazioni di sgombero della baraccopoli di San Ferdinando e la successiva demolizione. Per i migranti che lo hanno voluto, spiega il prefetto Michele Di Bari, sono state trovate sistemazioni diverse mentre si lavora sul territorio per il futuro

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.