unci banner

:: NEWS

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Si è svolta a palazzo Alvaro, sede della citta metropolitana di Reggio Calabria, la conferenza stampa di presentazione di “Arte sotto le stelle”, evento nato per festeggiare i 50 anni...

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Luci e suoni off per consentire ai bambini che soffrono delle sindromi dello spettro autistico di poter accedere al Luna Park e godere di momenti di svago e divertimento in...

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

ln occasione delle Glornate Europèe del Patrimonio 2019, al 21 settembre la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Calabria, in collaborazione con l'Istituto Tecnico Commerciale "R. Pìria" di Reggio Calabria promuove...

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

Dal 3 ottobre riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre, dopo la breve pausa estiva e le recenti emozioni vissute in occasione della tredicesima edizione del premio Simpatia...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAOperazione Ager: truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, coinvolti 11 soggetti e due società

Operazione Ager: truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, coinvolti 11 soggetti e due società

Pubblicato in CRONACA Giovedì, 25 Luglio 2019 08:21

Eseguito dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria un decreto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria e, successivamente convalidato dal G.I.P. con il quale si è disposto il sequestro preventivo di oltre € 350.000,00, verso disponibilità finanziarie, beni mobili registrati e beni immobili nei confronti di 11 soggetti e due società per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, utilizzo ed emissione di fatture per operazioni in tutto e/o in parte inesistenti.

Le indagini, avviate nell’aprile del 2017 e svolte dai finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Villa San Giovanni, sono state coordinate dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Giovanni Bombardieri e dal Procuratore Aggiunto, dott. Gerardo Dominijanni, e dirette dal Sostituto Procuratore, dott. Diego Capece Minutolo.
L’attività investigativa è stata orientata all’individuazione di eventuali profili di illiceità nella concessione di un finanziamento pubblico nel settore dell’agricoltura pari a € 690.857,06, in relazione al PSR Calabria - misura 223 - primo imboschimento di superfici non agricole, a beneficio di una cooperativa operante nel comune di Scilla (RC).
In prima battuta, l’indagine si è basata sulla analisi della copiosa documentazione acquisita presso la Regione Calabria e, successivamente, su perquisizioni domiciliari/personali, acquisizioni documentali e bancarie, accertamenti tecnici operati con droni di ultima generazione unitamente ai funzionari del Sistema Informativo Nazionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura.
All’esito degli approfondimenti investigativi si è accertato che l’azienda sottoposta a controllo aveva provveduto ad eseguire solo parte dei lavori per i quali aveva precedentemente ottenuto il finanziamento producendo falsa documentazione amministrativa/fiscale atta a comprovare l’avvenuta spesa.
Nello specifico, è stato rilevato che, in relazione a determinate voci, i lavori non sono stati per nulla eseguiti mentre, in altri casi, è stata accertata la loro esecuzione parziale su di una porzione della superficie oggetto di finanziamento.
Per ottenere, poi, il pagamento delle varie tranche del finanziamento pubblico e, quindi, documentare l’esborso finanziario, gli indagati non hanno avuto remora a produrre alla Regione Calabria una serie di fatture per operazioni in tutto e/o in parte inesistenti attestanti l’acquisto dei beni finanziati con la complicità di funzionari/incaricati della Regione Calabria che hanno attestato falsamente i collaudi propedeutici alla concessione del finanziamento
Per di più, le indagini condotte hanno consentito di accertare che i costi relativi all’acquisto delle piantine da utilizzare per il rimboschimento del terreno erano stati “cartolarmente” triplicati, mediante l’interposizione di un’ulteriore azienda compiacente.
L’esecuzione del provvedimento di sequestro in commento ha avuto ad oggetto disponibilità finanziarie liquide direttamente riconducibili agli indagati (conti correnti, buoni fruttiferi postali, carte prepagate, fondi pensione, depositi di risparmio e fondi di investimento), nonché nr. 7 autoveicoli e nr. 2 motoveicoli.
La lotta agli sprechi di denaro pubblico consente un utilizzo trasparente dei finanziamenti nazionali e comunitari.

Rc 25 luglio 2019

Letto 119 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sant'Anna di Bianco, arrestati due coltivatori di marijuana

    Lo scorso fine settimana, al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Locri, i Finanzieri del Gruppo di Locri, hanno arrestato 2 persone, perché sorprese a coltivare una piantagione di marijuana di vaste dimensioni sita in un campo in prossimità del comune di Bianco (Rc), precisamente in località Sant’Anna.
    Nello specifico, nel corso di attività istituzionale finalizzata al monitoraggio del territorio, rivolto al contrasto della commercializzazione illecita in genere, l’attenzione dei finanzieri è stata attirata dall’andamento sospetto di due autovetture, un pick-up ed una citycar, i cui conducenti, erano soliti introdursi all’interno di una strada sterrata in zona periferica di Bianco, facendo ingresso – senza averne alcun titolo – in un campo all’apparenza incolto.

  • In manette due corrieri della droga, sorpresi a Villa San Giovanni e Santa Caterina

    Nell’ambito di due distinte ed articolate operazioni di polizia giudiziaria condotte d’iniziativa, rispettivamente, dai militari della Compagnia di Villa San Giovanni e da quelli della Compagnia di Reggio Calabria, i finanzieri reggini hanno tratto in arresto in flagranza di reato due soggetti per reati inerenti agli stupefacenti. Le operazioni repressive in commento si inseriscono nell’ambito di un più ampio piano di controllo economico-finanziario del territorio disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, anche sulla base di specifiche direttive emanate dal Comando Generale del Corpo, in attuazione del Dispositivo Permanente di Contrasto ai Traffici Illeciti, eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi stradali maggiormente a rischio, nonché delle attività commerciali presenti sull’intero territorio della provincia.

  • Operazione Free Time: avviso conclusione indagini per 30 dipendenti pubblici assenteisti del già Ospedale Scillesi d’America

    All’esito di una delicata, penetrante e articolata attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria, militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 30 dipendenti pubblici assenteisti del già “Ospedale Scillesi d’America” - oggi “Casa di cura di Scilla” -, indagati per truffa aggravata ai danni dell’Ente di appartenenza.
    Le indagini, svolte dai finanzieri della Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, sono state coordinate dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, dott. Giovanni Bombardieri e dal Procuratore Aggiunto, dott. Gerardo Dominijanni, e dirette dal Sostituto Procuratore, dott. Diego Capece Minutolo.

  • Sequestrate oltre 10 tonnellate di sigarette al Porto di Gioia Tauro

    Nell’ambito dell’attività di controllo doganale svolte presso il porto di Gioia Tauro, i militari della Iª Compagnia della Guardia di Finanza a quella sede unitamente ai funzionari dell’Ufficio delle Dogane e dei Monopoli, dopo un’accurata analisi dei rischi, hanno individuato e fermato un container di tabacchi lavorati esteri TLE, proveniente dalla Slovenia e destinato in Libia, contenente 53.050 stecche di sigarette, per un totale di circa 10.610 kg netti, con marchio “BUSINESS ROYALS”. Stante la particolare natura del carico, sono state avviate le opportune attività di controllo per verificare l’autenticità del prodotto interpellando ufficialmente l’azienda detentrice del marchio che ha confermato la contraffazione dei prodotti.

  • Sequestrata un’autofficina completamente abusiva e l’intero parco attrezzature adoperato illecitamente

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di una ordinaria attività di controllo economico-finanziario del territorio d’iniziativa, hanno individuato un’autofficina completamente abusiva in cui veniva illecitamente svolta l’attività di “meccanico” da parte del titolare e, successivamente, proceduto al sequestro amministrativo delle attrezzature e delle strumentazioni rinvenute al suo interno.
    In particolare, dopo aver effettuato l’accesso nei locali della citata autofficina, sita in zona Gebbione del capoluogo reggino, i militari della Compagnia Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno constatato la completa assenza degli atti autorizzativi necessari per l’avvio e l’esercizio dell’attività in questione, in violazione delle norme sulla disciplina dell’attività di autoriparazione.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.