unci banner

:: Evidenza

Giunta regionale ricorre contro proroga Cdm commissariamento sanità

Giunta regionale ricorre contro proroga Cdm commissariamento sanità

La Giunta regionale della Calabria si è riunita oggi pomeriggio a Catanzaro, presideuta dal Presidente della Regione Mario Oliverio, con l'assistenza del Segretario generale della Giunta Ennio Apicella e del dirigente del Settore Francesca Palumbo....

Celebrata a Reggio Calabria la Madonna di Loreto, patrona dell'Aeronautica

Celebrata a Reggio Calabria la Madonna di Loreto, patrona dell'Aeronautica

Reggio Calabria. Nella ricorrenza dedicata alla Madonna di Loreto, patrona degli aviatori, le sezioni calabresi dell'Associazione Arma Aeronautica, come da tradizione, hanno deposto questa mattina, una corona di fiori ai piedi dell'Effige, collocata nella Piazza...

Taurianova. Il Festival del Torrone si afferma con grande successo

Taurianova. Il Festival del Torrone si afferma con grande successo

Reggio Calabria. Una perla gastronomica dal valore unico, così è stato definito il Torrone artigianale di Taurianova, protagonista di una tre giorni che ha conquistato un ampio pubblico. La terza edizione del Festival del Torrone...

Reggio Calabria. Gli studenti del "Piria" volano a Bruxelles

Reggio Calabria. Gli studenti del "Piria" volano a Bruxelles

Reggio Calabria.“La scuola entra nel Parlamento europeo”. È questo il titolo dell’incontro che ha visto come protagonisti assoluti otto alunni dell’Ite Piria di Reggio Calabria dal 2 al 5dicembre scorso. Si tratta di Maria Elisa...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAOperazione “Never Died”: sequestro per equivalente per 210.000€ nei confronti di un dipendente dell’Asp reggina

Operazione “Never Died”: sequestro per equivalente per 210.000€ nei confronti di un dipendente dell’Asp reggina

Pubblicato in CRONACA Venerdì, 07 Dicembre 2018 08:11

I Finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, anche nella forma per equivalente, per oltre 210.000 euro emesso dalla locale procura della repubblica nei confronti di un dipendente dell’A.S.P. di Reggio Calabria.
L’articolata attività investigativa - coordinata dal Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria dott. Giovanni Bombardieri e dal Procuratore Aggiunto dott. Gerardo Dominijanni e diretta dal Sostituto Procuratore dott. Roberto Di Palma, ha consentito di accertare la truffa ai danni dello Stato (reato punito e previsto dall’art. 640 c.2 del c.p.), da parte del dipendente infedele dell’A.S.P.

Dalle articolate indagini, esperite anche mediante l’analisi della documentazione bancaria relativa ai conti correnti direttamente o indirettamente riconducibili al soggetto, è emerso che l’incaricato di pubblico servizio, nella sua qualità di responsabile dell’ufficio liquidazione, ha riconosciuto, dall’anno 2011 all’anno 2016, indebite liquidazioni in favore della propria moglie, malgrado questa fosse deceduta nel 2013, appropriandosene anche dopo la morte.
I finanzieri reggini hanno dunque individuato il compendio patrimoniale direttamente riconducibile all’indagato, composto da disponibilità finanziarie liquide (conti correnti, fondo pensione) e un’autovettura, sottoponendoli al sequestro d’urgenza.
L’attività delle Fiamme Gialle rientra nei prioritari compiti della Guardia di Finanza a contrasto degli illeciti in materia di spesa pubblica, a presidio di un corretto e trasparente utilizzo dei fondi pubblici, in favore della crescita produttiva e occupazionale, nonché a tutela dell’equita’ sociale.

Rc 7 dicembre 2018

Letto 56 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Reggio Calabria. Blitz contro la 'ndrangheta: le uscite dalla Questura

    Reggio Calabria. Sono usciti dalla Questura di Reggio Calabria alcuni degli arrestati coinvolti nella maxi operazione contro la 'ndrangheta eseguita dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza in Italia in Italia, in Germania, Olanda, Belgio e in alcuni paesi del Sud America. L'indagine è stata coordinata dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo e riguarda

  • 'Ndrangheta, imprese colluse. I dettagli dell'operazione della Gdf di Reggio Calabria

    Reggio Calabria. Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata - con l’ausilio dei Nuclei di Polizia Economico Finanziaria di Milano, Torino, Alessandria, Agrigento e Novara - sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal

  • Sottoposto a sequestro l’intero patrimonio di due noti imprenditori, valutato in oltre 212 milioni di euro

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata - sotto il coordinamento della Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, stanno eseguendo due provvedimenti emessi dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale, con i quali è stata disposta l’applicazione della misura di prevenzione del sequestro in relazione all’ingente patrimonio, costituito da imprese commerciali, beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie, riconducibile a due noti imprenditori operanti nel settore della fabbricazione e distribuzione di conglomerati bituminosi e del calcestruzzo.

  • Sequestrati oltre € 158.000 nei confronti di un imprenditore reggino per omesso versamento di ritenute fiscali

    Oltre 158.000 euro sono stati sequestrati dai Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, che hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo, anche nella forma per equivalente, di conti correnti bancari, depositi e altre disponibilità finanziarie, emesso dal Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un imprenditore reggino operante nel settore del commercio al dettaglio di giochi e giocattoli.

  • Sequestrati 17 kg di cocaina purissima al porto di Gioia Tauro

    Gli uomini del Comando Provinciale di Reggio Calabria, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane – Ufficio Antifrode di Gioia Tauro, con il coordinamento della Procura della Repubblica - Direzione Distrettuale Antimafia - hanno individuato e sequestrato 17 Kg di cocaina purissima nello scalo portuale calabrese. La droga è stata rinvenuta all’interno di un contenitore che trasportava semi di girasole, proveniente dal porto argentino di Buenos Aires e destinato in Libia.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.