unci banner

:: NEWS

Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

Minori e celiachia, sinergia fra l’associazione e il garante Mattia

L’Ufficio del Garante Metropolitano per l’Infanzia e l’Adolescenza si unisce all’articolazione calabrese dell’Associazione Italiana Celiachia, a partire dalla difesa dei diritti costituzionali alla salute e allo studio, a fianco dei...

Nasce una nuova collaborazione tra AVIS e Pallanestro Viola

Nasce una nuova collaborazione tra AVIS e Pallanestro Viola

Sport e generosità si incontrano. La Pallacanestro Viola è lieta di annunciare la collaborazione per la stagione 2019/2020 con l’A.V.I.S. Comunale di Reggio Calabria – OdvL’ AVIS (Associazione Volontari Italiani...

A Delianuova il Parco inaugura il laboratorio "Dal grano al pane" e la nuova area faunistica

A Delianuova il Parco inaugura il laboratorio "Dal grano al pane" e la nuova area faunistica

Giovedì 24 ottobre alle ore 10, al Rifugio “Il Biancospino” di Delianuova (loc. Carmelia), l’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte presenterà il Laboratorio “Dal grano al pane” e la nuova area faunistica.Le...

Consultazione pubblica per l’implementazione del piano di indirizzo alla redazione del Piano di Spiaggia Comunale

Consultazione pubblica per l’implementazione del piano di indirizzo alla redazione del Piano di Spiaggia Comunale

Continua il processo partecipativo diretto all’aggiornamento del piano spiaggia comunale, uno strumento di pianificazione che necessita di essere revisionato a seguito della ridefinizione delle funzioni amministrative affidate ai comuni sul...

Al Salotto Biesse protagonisti i "Racconti e altre storie" di Nino Mallamaci

Al Salotto Biesse protagonisti i "Racconti e altre storie" di Nino Mallamaci

I sentimenti protagonisti dei "Salotti Biesse "con Racconti e altre storie di Nino Mallamaci dichiara la Presidente Bruna Siviglia, una serata dedicata alla riflessione prendendo spunti dagli scritti di Nino...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAPalizzi Marina, violenze agli alunni: maestra sospesa dall'esercizio del pubblico servizio

Palizzi Marina, violenze agli alunni: maestra sospesa dall'esercizio del pubblico servizio

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 07 Ottobre 2019 08:18

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare di sospensione dall’esercizio del pubblico servizio, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Locri su proposta della Procura della Repubblica nei confronti di un’insegnante della scuola primaria di Palizzi Marina (RC). La misura cautelare personale eseguita, che impedirà alla maestra l’esercizio del proprio ruolo di educatrice per un periodo di 12 mesi, rappresenta l’epilogo di articolate investigazioni, anche di natura tecnica, coordinate dal Sostituto Procuratore di Locri e condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Melito Porto Salvo, attraverso le quali è stato possibile appurare, in molteplici occasioni, il perpetuarsi di maltrattamenti, percosse e minacce ingiustificate compiute dalla maestra nei confronti di alcuni alunni della scuola elementare.

La gravità della situazione è stata immediatamente colta e percepita, anche attraverso i racconti dei fatti esposti e denunciati dai genitori di alcuni bambini.
Gli alunni, tornati a casa da scuola, spesso raccontavano ai propri familiari di schiaffi, calci e spinte, ricevuti ingiustificatamente dalla maestra durante le sue ore di lezione.
Alcuni dei bambini, evidentemente spaventati e umiliati dalla deplorevole situazione, erano arrivati a fingere stati di malessere ovvero di chiedere espressamente ai genitori di non andare a scuola proprio nei giorni in cui l’insegnante faceva lezione.
La scioccante conferma dei fatti riportati dai minori è pervenuta attraverso la visione di alcuni filmati captati all’interno delle classi e registrati con telecamere appositamente ivi installate all’insaputa di alunni e personale.
Le immagini, infatti, hanno da subito mostrato plurimi episodi di violenza fisica, percosse e strattonamenti, nonché violenza psicologica e verbale poste in essere dall’insegnante che, sovente, utilizzava un linguaggio subdolo e scurrile, appellando i propri alunni “stupidi e maiali”, e talvolta minaccioso. In ogni caso, non consono all’educazione di bambini di tenera età.
Successivamente, i militari hanno ritenuto opportuno approfondire la situazione e con l’A.G. inquirente sono stati ascoltati i racconti dei bambini con l’ausilio di una psicologa.
Durante tali colloqui, i bambini si sono aperti, facendo più volte riferimento a comportamenti offensivi, talora anche violenti, posti in essere dall’insegnante, così confermando gli elementi appresi poco prima.
Gli alunni raccontavano di “una maestra cattiva”, del tutto indifferente alle sofferenze apportate al bambino fisicamente o verbalmente maltrattato.
“Eravamo tutti scioccati, c’erano due bambini a terra e la maestra che gli aveva fatto male rispose che non le importava” raccontava uno di loro, mentre un altro rammentava di aver ricevuto intenzionalmente uno “schiaffo dove avevo la cicatrice di un’operazione chirurgica”.
Analizzato l’intero scenario delineatosi nel corso dell’attività investigativa, ricorrendo esigenze cautelari nei confronti dei giovanissimi studenti dell’istituto primario, specie alla luce dell’imminente avvio del nuovo anno scolastico, la Procura di Locri ha chiesto al G.I.P. l’applicazione della misura interdittiva della sospensione dall’insegnamento, la quale è stata prontamente emessa dal Giudice competente per la durata di 12 mesi.
Elevatissima verrà mantenuta l’attenzione dei finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, affinché incresciosi episodi della specie siano evitati o prontamente repressi.
La salvaguardia del diritto ad una idonea e corretta istruzione, del benessere fisico e psicologico degli studenti, è obiettivo primario oltre che investimento sul futuro del paese.

Melito Porto Salvo 7 ottobre 2019

Letto 276 volte

Articoli correlati (da tag)

  • All'IS "Familiari" di Melito Porto Salvo il primo appuntamento del progetto "A-ndrangheta progettiamo una città senza crimine".

    Si è svolto presso l’Istituto Superiore “Familiari” di Melito Porto Salvo il primo appuntamento del progetto “A-ndrangheta progettiamo una città senza crimine”.
    Si è discusso di fronte ad un’aula gremita di studenti del tema della violenza di genere e di come educare ai sentimenti. Ad aprire i lavori della tavola rotonda è stato il Dirigente Scolastico, Domenico Zavettieri, mentre a relazionare sul tema si sono avvicendati il Commissario di Polizia, Francesco Meduri, il Coordinatore dell’Osservatorio del Consiglio Regionale contro la violenza di genere, Mario Nasone, la Responsabile degli Avvocati “Marianella Garcia, Lucia Lipari, la Vicepresidente della Coop. Soleinsieme, Carmen Nucera.

  • Smascherato un insegnante assenteista, sempre “ammalato”, ma a stipendio pieno

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo d’urgenza emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria coordinata dal Procuratore Capo, Dott. Giovanni Bombardieri – nei confronti di un uomo reggino, insegnante in Istituto di Istruzione Superiore del nord Italia, accusato dei reati di truffa aggravata ai danni dello Stato e di false attestazioni e certificazioni.
    La misura cautelare reale eseguita rappresenta l’epilogo di articolate e complesse investigazioni, avviate a seguito di formale segnalazione dell’Istituto Scolastico, coordinate dal Procuratore Aggiunto della Procura Repubblica di Reggio Calabria, dott. Gerardo Dominijanni, dirette dal Sostituto Procuratore, dott. Giovanni Gullo, e condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Reggio Calabria.

  • Sequestrate disponibilità finanziarie per circa 2 milioni di euro nei confronti di noti professionisti

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il supporto operativo dei colleghi di Roma e Milano, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri, hanno dato esecuzione al “Decreto di sequestro preventivo d’urgenza” emesso dal citato Ufficio di Procura, nelle persone del Procuratore Aggiunto  Dott. Gerardo Dominijanni e del Sostituto Procuratore Dott. Andrea Sodani, che ha disposto la misura cautelare reale del sequestro finalizzato alla confisca di somme di denaro pari a circa 2 milioni di euro nei confronti di professionisti indagati - a vario titolo - in concorso tra loro, per il reato di bancarotta fraudolenta (artt.  110 c.p., 216 comma primo n. 1 e comma 3, 219 commi primo e secondo n. 1, 223 commi primo e secondo n. 2 del R.D. 16.3.1942 n. 267) in quanto – con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso ed in tempi diversi, distraevano e dissipavano il patrimonio della società “Gestione Servizi Territoriale S.r.l.” (G.S.T. S.r.l.) in pregiudizio dei creditori, cagionandone dolosamente il fallimento.   

  • Scoperto dalla Guardia di Finanza un laboratorio artigianale di droghe sintetiche

    Ancora un duro colpo alle organizzazioni criminali dedite alla produzione e al traffico di stupefacenti inferto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria.
    Infatti, a distanza di qualche giorno da altri tre sequestri di sostanze stupefacenti e altrettanti arresti in flagranza di reato operati in città e a Villa San Giovanni (RC) dai Reparti dipendenti dal Gruppo Reggio Calabria, i militari della locale Compagnia territoriale hanno individuato e contestualmente sottoposto a sequestro un vero e proprio laboratorio artigianale “a conduzione familiare” di produzione di “altissima fattura” di droghe sintetiche, funghi allucinogeni e smart drugs.

  • Melito Porto Salvo, insediato al Comune il Commissario prefettizio

    Il Prefetto di Reggio Calabria, Dott. Massimo MARIANI, con proprio provvedimento, ha nominato la Dr.ssa Anna Aurora COLOSIMO, Viceprefetto Vicario, quale Commissario prefettizio incaricato di reggere il Comune di Melito Porto Salvo. Con il medesimo provvedimento è stato sospeso, ai sensi dell'art. 141 comma 7 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n.267, il Consiglio comunale ed è avviata la procedura per lo scioglimento del sunnominato Comune, a seguito delle dimissioni rassegnate, a meno di un anno della scadenza elettorale, dal Sindaco, Ing. Giuseppe MEDURI, e divenute efficaci a norma di legge.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.