unci banner

:: Evidenza

Dieni: «Nessuna irregolarità, ho restituito tutte le somme»

Dieni: «Nessuna irregolarità, ho restituito tutte le somme»

«Ho restituito tutte le somme che mi ero impegnata a versare nel fondo per il microcredito, tutte fino all’ultimo centesimo». È quanto dichiara la deputata...

Scandalo tv a "Le Iene" : l'arcivescovo Nunnari presenta denuncia e scrive al suo popolo

Scandalo tv a "Le Iene" : l'arcivescovo Nunnari presenta denuncia e scrive al suo popolo

Reggio Calabria. Dopo la vicenda raccontata dalla trasmissione tv "Le Iene" di una giovane donna costretta ad abortire su pressione del sacerdote, che l'aveva messa...

Il CTMO del Grande Ospedale Metropolitano effettua il 2000 trapianto di cellule staminali

Il CTMO del Grande Ospedale Metropolitano effettua il 2000 trapianto di cellule staminali

Reggio Calabria. Il Centro Unico Regionale Trapianti di Cellule Staminali e Terapie Cellulari "A. Neri" (CTMO) del Grande Ospedale Metropolitano "Bianchi Melacrino Morelli" di Reggio...

Reggina: nel derby di Cosenza si chiede un cambio di passo

Reggina: nel derby di Cosenza si chiede un cambio di passo

Torna il derby Cosenza-Reggina, uno dei derby più antichi in Calabria, il 72.mo della storia. E si rigioca di sera, come spesso accaduto. All’andata era...

Alziamo il Sipario: Sold Out per Madama Butterfly che conferma il successo dell’opera di Puccini

Alziamo il Sipario: Sold Out per Madama Butterfly che conferma il successo dell’opera di Puccini

L’opera di Giacomo Puccini Madama Butterfly, non tradisce le altissime aspettative del pubblico reggino. La corsa all’acquisto del biglietto, è stata ripagata da uno spettacolo...

Reggio Calabria, casting per il cortometraggio “In Joy and Sorrow”

Reggio Calabria, casting per il cortometraggio “In Joy and Sorrow”

Reggio Calabria. Si porta a conoscenza che martedì 20 febbraio 2018, alle ore 15:00 presso lo Studio Fotografico di Francesco Nucara sito alla via Orange...

Gambarie: aggiornamenti su viabilità e apertura impianti di risalita

Gambarie: aggiornamenti su viabilità e apertura impianti di risalita

Reggio Calabria. Dopo la tanta neve caduta negli ultimi giorni finalmente Gambarie è pronta ad indossare l’abito giusto per accogliere le migliaia di appassionati che...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAPalmi, due arresti per detenzione abusiva di armi clandestine

Palmi, due arresti per detenzione abusiva di armi clandestine

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 12 Febbraio 2018 14:04

Sabato scorso, nell’ambito di servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto della diffusione di armi illecitamente detenute, i Carabinieri della Compagnia di Palmi hanno arrestato due soggetti accusati del reato di detenzione abusiva di armi clandestine.
In particolare, militari della Stazione di Palmi hanno sottoposto a controllo un uomo di 37anni, all’interno della sua abitazione. Alla vista dei militari, ha lanciato dal balconcino di casa un oggetto, tentando poi la fuga calandosi da una scaletta esterna a pioli. I Carabinieri, accortisi del maldestro tentativo, sono riusciti a bloccare l’uomo e a recuperare l’involucro, che conteneva una pistola cal. 9 perfettamente funzionante e ben lubrificata, con 90 colpi dello stesso calibro.

L’uomo non ha dato alcuna spiegazione circa la provenienza dell’arma.
Nel corso di un pattugliamento, invece, I militari della Stazione Carabinieri di Seminara invece, insieme a quelli dello Squadrone Cacciatori Calabria, hanno rinvenuto, in un casolare riconducibile a un uomo di 38anni, sette fucili di cui due con matricola abrasa e uno alterato mediante il taglio del calcio e della canna, effettuato al fine di aumentare la potenzialità offensiva dell’arma e facilitarne l’occultamento. Le armi, provento di furti commessi nel Nord Italia, erano state abilmente occultate sotto le reti per la raccolta delle olive, al fine di renderne difficile il ritrovamento.
Le armi, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono state sequestrate per essere successivamente sottoposte ad approfondite analisi tecniche mentre i due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati associati presso il carcere di Reggio Calabria Arghillà, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Rc 12 febbraio 2018

Letto 29 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Palmi, inaugurata la rinnovata Piazza I Maggio

    Palmi. Dopo accurati lavori di restyling è stata inaugurata e consegnata alla cittadinanza la bellissima Piazza I Maggio di Palmi. "La piazza torna ad essere la piazza - ha affermato il sindaco Giuseppe Ranuccio. Si riappropria della sua identità e torna ad essere luogo di incontro, confronto, commercio e socializzazione. E ciò, anche grazie ai cittadini coraggiosi e virtuosi che

  • Locri: artifizio artigianale rinvenuto dai Carabinieri. Era nascosto nella vegetazione

    Reggio Calabria. Nell'ambito di servizio finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati predatori nonché di quelli attinenti alle armi disposti dalla Compagnia di Locri, personale della locale Stazione assieme ai Cacciatori di Vibo hanno rinvenuto in un terreno, di contrada Canneti, un artifizio artigianale, occultato all'interno della fitta vegetazione. Il materiale è stato

  • Gallico, omicidio Chindemi: indagini serrate dei Carabinieri

    Reggio Calabria. Continuano a ritmo serrato le indagini del Comando Provinciale dei Carabinieri sull'agguato che ieri sera si è consumato a Gallico Superiore. L'omicidio del condelliano Pasquale Chindemi, appartenente al gruppo degli Araniti, 53 anni, ausiliare del traffico dell 'Atam, appare agli inquirenti come un fatto delittuoso, maturato negli ambienti della 'ndrangheta.

  • 'Ndrangheta, omicidio a Gallico Superiore: ucciso Pasquale Chindemi

    Reggio Calabria. Omicidio a Gallico Superiore. Questa sera, intorno alle 19.15, è stato ucciso Pasquale Chindemi. L'uomo, colpito alle spalle da colpi di pistola, è deceduto all’istante, nei pressi della sua abitazione in via Anita Garibaldi. Chindemi, 53enne, era vicino alla cosca Condello, gruppo Araniti, ed era stato arrestato nel 2007, nell'ambito dell’operazione “Bless”.

  • Si consegna l'uomo ricercato per il tentato omicidio di due fratelli a Sant'Eufemia
    Nelle scorse ore, al termine di una caccia all’uomo durata una settimana, CATANEA Angelo cl’ 84, si è consegnato ai Carabinieri delle Stazioni di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli.
    L’uomo è stato arrestato in esecuzione del fermo d’indiziato di delitto emesso dalla dott.ssa Anna PENSABENE della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, in quanto ritenuto responsabile del tentato omicidio dei fratelli PANUCCIO Pasquale e Giuseppe, feriti da colpi di pistola la mattina di lunedì scorso in località San Luca di Sant’Eufemia d’Aspromonte.

Copyright © 2017 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.