unci banner

:: Evidenza

"La libertà è un colpo di tacco" nella nuova sede Arci "Samarcanda"

"La libertà è un colpo di tacco" nella nuova sede Arci "Samarcanda"

di Giusi Mauro - Se pur non si tratta di una prima uscita, la scelta di Arci Reggio Calabria, di inaugurare la nuova sede: “Samarcanda”, li dove una volta vi era l’ex bowling del re...

Taurianova, le riflessioni del commissario UDC, Salvatore Leva

Taurianova, le riflessioni del commissario UDC, Salvatore Leva

Il commissario della locale sezione Udc di Taurianova, Salvatore Leva afferma: appresa la notizia tramite stampa delle dimissioni rassegnate dal vicesindaco Carmela Patrizio credo che sia doveroso che vadano fatte alcune considerazioni da parte da...

Disperso nel Parco d'Aspromonte: ritrovato a Pietra Cappa dagli operai di Calabria Verde

Disperso nel Parco d'Aspromonte: ritrovato a Pietra Cappa dagli operai di Calabria Verde

Reggio Calabria. Il 18 gennaio, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio coordinato del Reparto Carabinieri Parco Nazionale d’Aspromonte di Reggio Calabria, i militari delle Stazioni Parco di Gerace e di San Luca,...

Le congratulazioni di Giovanna Campolo per la nuova nomina di Mattia Emanuele

Le congratulazioni di Giovanna Campolo per la nuova nomina di Mattia Emanuele

"Mi congratulo con l'amico Mattia Emanuele per la nomina a Garante metropolitano per l'infanzia e l'adolescenza della città di Reggio Calabria ricevuta dal sindaco Giuseppe Falcomatà. Si tratta di un incarico di alta responsabilità che...

Rosi Perrone: bene l’incontro con Confindustria, ora si punti al rilancio della Zes

Rosi Perrone: bene l’incontro con Confindustria, ora si punti al rilancio della Zes

La presenza del presidente nazionale degli industriali a Reggio Calabria è un buon segnale, soprattutto in questa fase travagliata per il governo regionale e per la Città Metropolitana. Apprezzando in toto le parole di Vincenzo...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAPedopornografia, arrestato un 45enne: deteneva quasi 3 mila filmati e foto

Pedopornografia, arrestato un 45enne: deteneva quasi 3 mila filmati e foto

Pubblicato in CRONACA Venerdì, 19 Ottobre 2018 17:03

Nella giornata di ieri è stato tratto in arresto un operatore commerciale di quarantacinque anni, abitante a Reggio Calabria, che deteneva oltre 3000 immagini e filmati di contenuto pedopornografico.
E’ questo il profilo che emerge dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere adottata nei suoi confronti dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria dott. Domenico Santoro, su richiesta della locale Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri.

Il provvedimento restrittivo è stato eseguito ieri dalla Polizia Postale di Reggio Calabria che, qualche tempo addietro, aveva eseguito una perquisizione presso l’abitazione e la sede lavorativa dell’indagato, nell’ambito di un altro procedimento penale avviato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze sullo stesso fenomeno.
L’indagine fiorentina scaturiva da un’attività sottocopertura su sistemi di filesharing, denominata Sweep Web, che portava all’identificazione e alla conseguente perquisizione di oltre 30 utenti italiani.
Proprio sotto questo profilo, le indagini svolte dagli investigatori della Polizia Postale, sotto la direzione del Pubblico Ministero Nicola De Caria, si sono rivelate particolarmente complesse, poiché l’attività di computer forensics è stata destinata a rinvenire l’ingente quantitativo di materiale pedopornografico
L’episodio è l’ennesima conferma della necessità di una maggiore consapevolezza ed attenzione nell’uso di internet e degli strumenti di comunicazione telematica, a tutela dei minori, delle fasce deboli, ma anche per evitare di ritrovarsi coinvolti in inchieste come quella descritta, per non aver adottato sufficienti precauzioni nell’utilizzo di software.
Questa è la finalità delle tante campagne di prevenzione, condotte quotidianamente dalla Polizia di Stato, volte soprattutto a sensibilizzare ed informare gli studenti e le famiglie sull’uso corretto della rete internet, dei social network in particolare e degli strumenti informatici.

Reggio Calabria 19.10.2018

Letto 147 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Due arresti della Polizia per furto in appartamento

    Nei giorni scorsi, a conclusione di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni BOMBARDIERI, la Squadra Mobile - Sezione “Contrasto al Crimine Diffuso”-, unitamente a personale dell’Ufficio Volanti, ha dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, nei confronti di B. M., classe 1976, ed A. A., classe 1992, indagati per furto in appartamento.

  • Uscito dal carcere continua a perseguitare la ex moglie, la Polizia di Stato lo arresta

    La Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e sessuali” della locale Squadra Mobile, a conclusione di tempestive indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore della Repubblica Giovanni BOMBARDIERI, nella giornata del 27 dicembre u.s. ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di un 42enne, ritenuto gravemente indiziato del reato di atti persecutori e danneggiamento seguito da incendio ai danni della ex moglie.

  • Ardore: un’arma da guerra, oltre 1300 munizioni e tre giubbotti antiproiettili sequestrati dalla Polizia

    Nell’ambito delle attività istituzionali di prevenzione e repressione dei reati, intensificate nel periodo natalizio, personale della Squadra Mobile di Reggio Calabria, con il supporto dell’Unità Cinofila dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura, ha rinvenuto all’interno di alcuni pacchi, giunti ad Ardore Marina (RC), un’arma da guerra modello STEN ed oltre 1300 munizioni di vario calibro (9, 40, 357 e 7,62) che sono state debitamente sequestrate.

  • Ordinanza di misura cautelare nei confronti di 4 minori per lesioni personali aggravate nei confronti di un coetaneo

    Nei giorni scorsi, personale dell’Ufficio Generale e Soccorso Pubblico, unitamente a personale della Divisione Polizia Anticrimine - Ufficio Minori, dava esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare nei confronti di quattro minorenni resisi responsabili, in concorso, del reato di lesioni personali aggravate nei confronti di un loro coetaneo, fatto avvenuto in data 25.07.2018 sul centralissimo Corso Garibaldi. Nell’occorso, gli eventi avevano inizio con lo spegnimento di una sigaretta sull’avambraccio sinistro della vittima, proseguivano con l’invito a recarsi in un posto appartato al simulato scopo di un chiarimento tra le parti per poi proseguire in una violenta aggressione, colpendo la vittima con calci, pugni e una cintura, provocandogli, malgrado il disperato tentativo di fuga, la frattura della mandibola, dello zigomo e dell’orbita (con lesioni superiori a gg 40).

  • San Martino di Taurianova, operazione "Quieto vivere" contro le cosche Cianci-Maio-Hanoman

    Alle prime ore della mattinata odierna, al termine di articolate indagini supportate da numerosi presìdi tecnologici e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni BOMBARDIERI, investigatori della Squadra Mobile di Reggio Calabria e del Commissariato P.S. di Taurianova (RC), con il supporto dell’omologo Ufficio di P.S. di Cittanova (RC), hanno dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione di misure cautelari n. 8291/2014 R.G.N.R. D.D.A., n. 211/2016 R.G. G.I.P. e n. 5/2016 R.O.C.C. emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di 8 soggetti, di cui 6 destinatari della custodia cautelare in carcere e 2 della misura degli arresti domiciliari, indagati, a vario titolo, per associazione mafiosa (cosca di ‘ndrangheta Cianci-Maio-Hanoman operante a San Martino di Taurianova), estorsione ed intestazione fittizia di beni, aggravate dall’aver agevolato la citata cosca di ‘ndrangheta.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.