unci banner

:: Evidenza

La protesta del "Piria" non si placa: manifestazione a Palazzo Campanella

La protesta del "Piria" non si placa: manifestazione a Palazzo Campanella

E' iniziato il lungo pomeriggio dell'Istituto "Piria". Sulla scalinata di Palazzo Campanella gli studenti, della scuola più antica di Reggio Calabria, protestano per dire "no"...

Inarrestabile la battaglia del "Piria": "Stanchi di subire imposizioni che stravolgono scelte condivise"

Inarrestabile la battaglia del "Piria": "Stanchi di subire imposizioni che stravolgono scelte condivise"

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Comitato del "Piria": "In democrazia vale (?) il principio della maggioranza. Se gli studenti non scelgono il Ferraris bisognerebbe...

Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

Nella nottata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione ordinanza di applicazione di misura...

Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani: tutti gli appuntamenti nella Diocesi

Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani: tutti gli appuntamenti nella Diocesi

Avrà inizio oggi e si concluderà il 25 gennaio la 110^ Settimana di preghiera per l'Unità dei Cristiani. L'iniziativa ecumenica si svolgerà nella città dello...

Musica e passione al PalaCalafiore: Antonacci infiamma i fan. La dedica ad Armellini

Musica e passione al PalaCalafiore: Antonacci infiamma i fan. La dedica ad Armellini

di Dominella Trunfio - “Ogni sera, prima di andare a dormire sento un solo coro: il vostro. Per questo, su questo palco, fino all’ultima goccia...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAPianificavano rapina in banca a Siderno, arrestati

Pianificavano rapina in banca a Siderno, arrestati

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 17 Luglio 2017 08:40

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Locri, nei giorni scorsi, hanno dato esecuzione a un decreto di fermo del P.M. emesso nei confronti di quattro soggetti tra i 55 e i 63 anni, tutti indagati a vario titolo del reato di tentata rapina aggravata. Il provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica Direzione Distrettuale Antimafia presso il Tribunale di Reggio Calabria, che ha poi inoltrato gli atti per competenza alla Procura Ordinaria presso il Tribunale di Locri, ha recepito le risultanze investigative rapportate dal Nucleo Investigativo del Gruppo di Locri,

da cui sono emersi in maniera assolutamente chiara ed inequivocabile che i soggetti fermati stavano pianificando, fin nei minimi dettagli, una rapina a mano armata, da effettuarsi nei prossimi giorni, ai danni di un noto Istituto bancario di Siderno.

In particolare, nel corso delle indagini svolte dai Carabinieri, sono emersi chiaramente i diversi ruoli dei soggetti fermati: basista, complice, esecutori materiali (appositamente giunti dal nord Italia), modalità di dettaglio ed esecutive del “colpo” da compiere (a che ora operare, quali dipendenti seguire/attenzionare – gli stessi avevano eseguito accurati e meticolosi sopralluoghi sul luogo della rapina, annotandosi orari di ingresso e apertura dell’Istituto); tra l’altro, era verosimilmente previsto anche il sequestro di un dipendente, da compiersi non appena questi fosse uscito di casa per recarsi al lavoro, di modo da potersi introdurre all’interno dell’Istituto di credito ed ivi attendere per consumare la rapina. Insomma veri e propri professionisti del crimine (ed in particolare delle rapine in banca) che non lasciano nulla al caso.
Solo l’intervento dei Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria (Direzione Distrettuale Antimafia), ha consentito di impedire che l’evento criminoso, così minuziosamente pianificato, fosse portato a compimento, sottolineando così, ancora una volta, l’importanza dell’attività preventiva e di controllo del territorio svolta dalle Forze di Polizia sul territorio locrideo.

Nel corso della perquisizione presso il “covo” individuato quale base logistica del gruppo, sono state trovate parrucche, walki-talkie ed altri oggetti che sarebbero stati utilizzati nella rapina, tra cui una perfetta riproduzione di una pistola automatica.

Gli indizi raccolti sono stati sottoposti al vaglio del G.I.P. del Tribunale di Locri che, condividendo gli assunti investigativi e le tesi suffragate nel provvedimento pre-cautelare, ha emesso una ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere per tre dei soggetti coinvolti, mentre per il quarto è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

Il materiale rinvenuto è stato tutto sottoposto a sequestro.

Siderno 17 luglio 2017

Letto 87 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Reggio Calabria: arrestata badante per maltrattamenti nei confronti di un'anziana

    Nella nottata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno rintracciato e tratto in arresto, in esecuzione ordinanza di applicazione di misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Reggio Calabria, una 60enne, rumena, irreperibile dal luglio 2017, ritenuta responsabile di maltrattamenti, lesioni, percosse e minacce. Il provvedimento

  • 24° anniversario eccidio appuntati Fava e Garofalo: domani la commemorazione

    Domani, alle ore 10, presso l’A2 km 420+850 nei pressi dello svincolo di Scilla, avrà luogo la commemorazione del 24° anniversario dell’eccidio degli appuntati scelti Antonino Fava e Vincenzo Garofalo, Medaglie d’oro al Valor Militare, con la resa degli onori e la deposizione di una corona presso il monumento in memoria delle due vittime. Seguirà, alle ore 11 presso la

  • Villa San Giovanni: controllo straordinario dei carabinieri

    Un arresto, 2 persone denunciate, 51 persone e 25 veicoli controllati ed elevate contravvenzioni al codice della strada per un importo complessivo di circa 1000 euro. È questo l’esito di un servizio di controllo del territorio disposto dal Comando Compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni e finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere con particolare attenzione

  • Locride controllo del territorio: in un bidoncino rinvenute 600 cartucce

    Nel fine settimana appena trascorso, i Carabinieri del Gruppo di Locri assieme ai Cacciatori di Calabria hanno svolto un servizio di controllo del territorio per la prevenzione e la repressione dei reati predatori, nel cui ambito sono stati arrestati un 49enne, pregiudicato di Marina di Gioiosa Jonica, in ottemperanza di ordine di esecuzione per la carcerazione, dovendo scontare

  • 'Ndrangheta: sequestro beni di 570.000 euro

    Nella mattinata di venerdì i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di: Canfora Agostino, nato a Taurianova il 28/07/1985; Fazzalari Domenico Antonio, nato a Taurianova il 21/04/1984; Fazzalari Domenico, nato a

Copyright © 2017 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.