unci banner

:: Evidenza

La Guardia Costiera soccorre due imbarcazioni a vela in difficoltà per il maltempo

La Guardia Costiera soccorre due imbarcazioni a vela in difficoltà per il maltempo

Nella mattina odierna la Guardia Costiera di Reggio Calabria ha effettuato il simultaneo soccorso di due imbarcazioni a vela, colte da improvvise condizioni meteo marine...

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Bando Servizio Civile 2018: sono 15 i posti disponibili alla Caritas Diocesana, tutte le info

Il 20 agosto 2018.. il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale ha emanato un Bando per la selezione di n. 28.967 volontari da...

Brancaleone, Nazzareno torna a casa

Brancaleone, Nazzareno torna a casa

E' un'altra bella storia a lieto fine, di passione e di speranza, quella che ci arriva da Brancaleone. In questo piccolo paesino della costa ionico-meridionale...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAQuarantenne cittadino filippino in manette per tentato furto aggravato

Quarantenne cittadino filippino in manette per tentato furto aggravato

Pubblicato in CRONACA Domenica, 02 Ottobre 2016 09:47

Reggio Calabria 02/10/2016 - Ieri mattina, gli agenti del Nucleo Volanti della Questura di Reggio Calabria, nel corso dell’attività di controllo del territorio mirata a contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, hanno arrestato un 40enne cittadino filippino, pluripregiudicato e destinatario di rintraccio per diniego di rinnovo del permesso di soggiorno, resosi responsabile del reato di tentato furto aggravato.


L’uomo è stato fermato dagli operatori della Polizia di Stato, in via Stadio a Monte di Reggio Calabria, mentre tentava di fuggire da una Sala Slot nella quale era penetrato prima dell’orario di apertura. Gli Agenti hanno notato la porta aperta dell’attività commerciale ed hanno agito repentinamente riuscendo ad arrestare il malvivente che, vistosi scoperto, aveva tentato di darsi alla fuga.

Letto 281 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Estate Sicura, un salvataggio tra gli interventi della Polizia

    Proseguono i controlli sul lungomare reggino finalizzati a garantire la massima sicurezza nella fruizione degli spazi pubblici durante il periodo estivo a residenti e turisti. Nei giorni scorsi, in particolare, nell’ambito dell’iniziativa “Estate Sicura”, fortemente voluta dal Questore di Reggio Calabria, Dr. Raffaele GRASSI, il personale della Polizia di Stato in servizio presso la Divisione Anticrimine della Questura di Reggio Calabria e presso il XII Reparto Mobile è intervenuto presso i lidi del lungomare ed hanno tratto in salvo un uomo di 31 anni che in acqua annaspava tra gli scogli urlando di volersi suicidare.

  • Intensificazione dei controlli della Polizia di Stato in occasione del Ferragosto

    Il Questore della Provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi, così come concordato in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, attesa la notevole affluenza di persone nei luoghi di forte richiamo turistico che potrebbe costituire occasione per l’attuazione di progettualità criminose ha disposto, per le giornate a ridosso del ferragosto, l’implementazione dei servizi di controllo straordinario del territorio e di vigilanza agli obiettivi sensibili, finalizzati a garantire la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, prevenendo ogni forma di illegalità.

  • Palmi, divieto di avvicinamento alla ex moglie per un 58enne

    Nei giorni scorsi, personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Palmi ha eseguito un’ordinanza di misura cautelare personale, emessa dall’Autorità Giudiziaria di Palmi nei confronti di un 58enne di Palmi ritenuto responsabile di atti persecutori in danno della ex moglie. L’uomo, dopo la separazione, per circa 2 anni ha più volte minacciato di morte nonché posto in essere pedinamenti ed insultato la ex moglie costringendola a modificare le sua abitudini ed ingenerando nella stessa gravi stati di ansia e di paura.

  • Controlli in città: due arresti e cinque denunce delle Volanti

    Dall’inizio di questa settimana, nell’ambito dell’attività di controllo del territorio e di contrasto della criminalità diffusa, disposta dal Questore della Provincia di Reggio Calabria Raffaele Grassi, con particolare attenzione al controllo e contrasto dei reati predatori, le Volanti, in diversi servizi di polizia, hanno operato 2 arresti e denunciato 5 soggetti. Nei fatti, un primo arresto in flagranza di reato è stato effettuato di notte, in pieno centro città, a carico di un cittadino rumeno di 29 anni che, armato di coltello e per futili motivi, aveva aggredito un connazionale colpendolo al volto. Immediato è stato l’intervento del personale della Polizia di Stato che ha disarmato l’uomo arrestandolo.

  • Aggravamento della misura cautelare per Giovanni Tegano, dai domiciliari al carcere

    Nel pomeriggio di ieri, al culmine di approfondite indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore della Repubblica dr. Giovanni BOMBARDIERI, gli investigatori della locale Squadra Mobile hanno condotto in carcere TEGANO Giovanni, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 25.03.1996 e residente ad Archi - nipote del noto boss TEGANO Giovanni cl. 1939, vertice dell’omonima famiglia di ‘ndrangheta ed attualmente detenuto - per il delitto di violenza privata aggravato dalle modalità mafiose, commesso in pregiudizio di un giovane reggino, in esecuzione di una nuova ordinanza emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria di aggravamento della precedente che disponeva gli arresti domiciliari.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.