unci banner

:: NEWS

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

Il comico Maurizio Battista al Cilea: "Non vengo a Reggio per insegnare qualcosa ma per stare insieme al pubblico"

Il comico Maurizio Battista al Cilea: "Non vengo a Reggio per insegnare qualcosa ma per stare insieme al pubblico"

Si definisce “genuino” come lo vedi è ma secondo noi, è anche molto meglio perché oggigiorno è difficile stare con i piedi per terra soprattutto, se sei un uomo di...

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 del Premio Anassilaos

Partito il conto alla rovescia per l'edizione 2019 del Premio Anassilaos

Si terrà venerdì 8 novembre presso l’Auditorium “Nicola Calipari” del Consiglio Regionale della Calabria la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos di Arte Cultura Economia e Scienze giunto alla sua...

A Piazza Castello tornano le "Letture viandanti"

A Piazza Castello tornano le "Letture viandanti"

Sabato 19 ottobre alle 16:00, a Piazza Castello, tornano le "Letture viandanti", l'iniziativa promossa dall'associazione Reggio tra le righe per portare la lettura e i libri tra la gente, renderli...

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

Bovalino, torna il concorso "Presepi in Mostra"

L' Associazione di Promozione Sociale Italia Night & Day con il patrocinio di S.E. Mons. Francesco Oliva Vescovo della Diocesi di Locri – Gerace e con il patrocinio del Comune...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACARoccella, la Guardia di Finanza ferma due sospetti scafisti russi dopo lo sbarco

Roccella, la Guardia di Finanza ferma due sospetti scafisti russi dopo lo sbarco

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 22 Luglio 2019 14:38

Il Corpo della Guardia di Finanza, quale polizia del mare nazionale, ha la responsabilità del presidio di prima linea delle acque territoriali italiane.
In Calabria dove, sotto l’egida del Comando Regionale di Catanzaro, agisce la risorsa specializzata costituita dal Reparto Operativo Aeronavale (R.O.A.N.) di Vibo Valentia, articolato lungo tutta la costa regionale sui diversi presidi della Stazione Navale di Vibo Marina e rinforzato dalla componente degli elicotteri della Sezione Aerea di Lamezia Terme, opera, un dispositivo permanente di prevenzione e contrasto ai traffici illeciti che si dimostra spesso efficace anche per intervenire in situazioni di emergenza.

Prima dell’alba una barca a vela con bandiera tedesca, presumibilmente rubata, confusasi con il numeroso naviglio da diporto estivo è riuscita a giungere e incagliarsi a pochi metri dalla spiaggia nei pressi di Roccella Jonica, sbarcando i migranti ivi trasportati.
Un pescatore ha dato l’allarme attorno alle 08:00 di questa mattina e i finanzieri della Sezione Operativa Navale di Roccella Jonica sono immediatamente intervenuti, in mare con una motovedetta e a terra con varie pattuglie.
Mentre la motovedetta recuperava l’imbarcazione ormai vuota, i militari a terra individuavano due sospetti di nazionalità russa che cercavano di guadagnare la statale 106 per dileguarsi.
Dai primi accertamenti sembrerebbero essere i due scafisti che hanno condotto la barca a vela, un insospettabile yacht in ottime condizioni di quasi 15 metri, dalla Turchia, da cui sarebbero partiti una settimana fa, all’Italia.
Sono stati rintracciati dai finanzieri e dalle altre forze dell’ordine 42 migranti (32 adulti, 4 donne e 6 minori) condotti alle strutture di accoglienza per l’assistenza necessaria e gli approfondimenti investigativi funzionali ad assicurare alla giustizia i responsabili.

Roccella Jonica 22 luglio 2019

Letto 120 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Roccella, due deferimenti per danneggiamento

    Martedì mattina a conclusione di una mirata attività investigativa i Carabinieri della compagnia di Roccella Jonica hanno deferito in stato di libertà due uomini, un 53enne e un 37enne, entrambi di Roccella Jonica, responsabili di aver danneggiato la porta di ingresso di due esercizi commerciali siti sul corso principale di Roccella Jonica.
    I due, nel corso della notte sono stati notati da una pattuglia dei carabinieri impiegata in un servizio di perlustrazione, ed alla vista dei militari tentavano di nascondersi dietro alcune autovetture.

  • Consiglio comunale approva proposta di emendamento a sostegno del Roccella Jazz Festival

    L’Assise municipale di Roccella Jonica, presieduta da Antonio Francesco Ursino, nel corso dell’ultima seduta ha deliberato all’unanimità un ordine del giorno che impegna il Sindaco affinché richieda al Parlamento l’approvazione di una disposizione di legge che inserisca il Festival Internazionale del Jazz Rumori Mediterranei tra i Festival musicali ed operistici italiani di assoluto prestigio internazionale, sostenuti finanziariamente dalla Legge 20 dicembre 2012 n. 238.
    Si tratta di una norma che, nell'ambito delle finalità di salvaguardia e di promozione del patrimonio culturale, storico, artistico e musicale della Repubblica, attualmente sostiene e valorizza sette Festival musicali ed operistici italiani assegnando alle rispettive organizzazioni un contributo fisso annuo di un milione di euro ciascuno. E’ il caso di evidenziare che nessuno dei Festival sostenuti dalla legge in questione si svolge nel Mezzogiorno d’Italia.

  • Smascherato un insegnante assenteista, sempre “ammalato”, ma a stipendio pieno

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo d’urgenza emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria coordinata dal Procuratore Capo, Dott. Giovanni Bombardieri – nei confronti di un uomo reggino, insegnante in Istituto di Istruzione Superiore del nord Italia, accusato dei reati di truffa aggravata ai danni dello Stato e di false attestazioni e certificazioni.
    La misura cautelare reale eseguita rappresenta l’epilogo di articolate e complesse investigazioni, avviate a seguito di formale segnalazione dell’Istituto Scolastico, coordinate dal Procuratore Aggiunto della Procura Repubblica di Reggio Calabria, dott. Gerardo Dominijanni, dirette dal Sostituto Procuratore, dott. Giovanni Gullo, e condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Reggio Calabria.

  • Sequestrate disponibilità finanziarie per circa 2 milioni di euro nei confronti di noti professionisti

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il supporto operativo dei colleghi di Roma e Milano, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri, hanno dato esecuzione al “Decreto di sequestro preventivo d’urgenza” emesso dal citato Ufficio di Procura, nelle persone del Procuratore Aggiunto  Dott. Gerardo Dominijanni e del Sostituto Procuratore Dott. Andrea Sodani, che ha disposto la misura cautelare reale del sequestro finalizzato alla confisca di somme di denaro pari a circa 2 milioni di euro nei confronti di professionisti indagati - a vario titolo - in concorso tra loro, per il reato di bancarotta fraudolenta (artt.  110 c.p., 216 comma primo n. 1 e comma 3, 219 commi primo e secondo n. 1, 223 commi primo e secondo n. 2 del R.D. 16.3.1942 n. 267) in quanto – con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso ed in tempi diversi, distraevano e dissipavano il patrimonio della società “Gestione Servizi Territoriale S.r.l.” (G.S.T. S.r.l.) in pregiudizio dei creditori, cagionandone dolosamente il fallimento.   

  • Palizzi Marina, violenze agli alunni: maestra sospesa dall'esercizio del pubblico servizio

    Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare di sospensione dall’esercizio del pubblico servizio, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Locri su proposta della Procura della Repubblica nei confronti di un’insegnante della scuola primaria di Palizzi Marina (RC). La misura cautelare personale eseguita, che impedirà alla maestra l’esercizio del proprio ruolo di educatrice per un periodo di 12 mesi, rappresenta l’epilogo di articolate investigazioni, anche di natura tecnica, coordinate dal Sostituto Procuratore di Locri e condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Melito Porto Salvo, attraverso le quali è stato possibile appurare, in molteplici occasioni, il perpetuarsi di maltrattamenti, percosse e minacce ingiustificate compiute dalla maestra nei confronti di alcuni alunni della scuola elementare.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.