unci banner

:: NEWS

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Bungaro 4et e Ornella Vanoni in concerto ad Ecolandia chiudono la 28^ edizione del festival EcoJazz

Si avvicina l'attesissima conclusione della 28^edizione di EcoJazz festival, in memoria del giudice Antonino Scopelliti e di tutte le vittime per la Giustizia. Il parco Ecolandia di Arghillà a Reggio...

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

Giuseppe Livoti racconta la realtà della Pinacoteca dell'Area Grecanica di Bova Marina

In occasione della Notte Bianca organizzata nell’ambito degli eventi per l’Estate 2019 a Bova Marina la nota località calabrese ha vissuto un grande momento di recupero e di animazione culturale...

Anassilaos: al Chiostro omaggio alla poesia magica di Eliot

Anassilaos: al Chiostro omaggio alla poesia magica di Eliot

Al Chiostro di San Giorgio al Corso ha risuonato la poesia magica di Eliot in una produzione dell’Associazione Anassilaos nell’ambito delle manifestazioni estive. Daniela Scuncia (che ne ha anche curato...

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 24 agosto

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei: gli appuntamenti del 24 agosto

Sabato 24 agosto giunge alla conclusione la XXXIX Edizione del Roccella Jazz Festival, sempre diretto da Vincenzo Staiano, quest'anno caratterizzato dal tema Oriente, come recita il titolo “Erhuasian Summit –...

Consegnati i riconoscimenti del Premio Sant’Ilario 2019

Consegnati i riconoscimenti del Premio Sant’Ilario 2019

Ricordi emozionanti, riflessioni e ottimistiche proiezioni future al “Premio Sant’Ilario 2019”, il riconoscimento voluto dall’amministrazione comunale per raccontare il territorio attraverso i suoi protagonisti. Così dalla piccola cittadina jonica l’onda...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACARosarno, ai domiciliari per aver dato fuoco all'auto del cognato

Rosarno, ai domiciliari per aver dato fuoco all'auto del cognato

Pubblicato in CRONACA Giovedì, 16 Maggio 2019 09:09

Ieri sera, all’esito di ininterrotte ricerche, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno hanno arrestato, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva, un 28enne, riconosciuto colpevole del reato di danneggiamento seguito da incendio commesso a Rosarno nel 2016 ai danni della vettura del cognato. L’uomo dovrà scontare la pena residua di oltre un anno e mezzo reclusione in regime di detenzione domiciliare.
Le indagini, condotte dalla Tenenza Carabinieri di Rosarno sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, presero avvio all’indomani del gesto delittuoso che interessò l’auto in questione, data alle fiamme nella notte del 1 aprile 2016, assieme ad un’altra auto posta nelle immediate vicinanze ed alla facciata di un esercizio commerciale adiacente.

Sul posto i Vigili del Fuoco di Palmi, nel corso delle operazioni di spegnimento, rinvennero una bottiglia di plastica contenente liquido infiammabile confermando da subito la natura dolosa del gesto delittuoso. Da lì l’avvio di un’intensa attività d’indagine, condotta unitamente alla Compagnia Carabinieri di Gioia Tauro, che partendo dall’analisi delle immagini registrate da alcuni sistemi di videosorveglianza presenti nelle vicinanze del luogo del delitto, ha comprovato il coinvolgimento dell’odierno arrestato nell’esecuzione dell’atto incendiario.
Le telecamere erano riuscite a registrare la sagoma di un soggetto subito riconosciuto poiché già noto ai carabinieri. In seguito le investigazioni consentirono altresì di ricostruire non solo il movente del gesto, riconducibile a dissidi di natura privata tra familiari, ma di accertare che l’evento incendiario altro non era che l’ultimo di una serie di atti intimidatori diretti alla vittima nei mesi precedenti.
Proprio alla luce dei gravi indizi raccolti a carico dell’indagato, il 3 marzo 2017 il Tribunale di Palmi, su richiesta della locale Procura della Repubblica, emise un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti dell’uomo per danneggiamento seguito da incendio in concorso con un altro soggetto rimasto ignoto.
L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di detenzione domiciliare come disposto dall’autorità giudiziaria.

Rosarno 16 maggio 2019

Letto 126 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Una piantagione di canapa indiana scoperta a Castagnara di Cittanova

    Ieri pomeriggio, in località Castagnara di Cittanova, i carabinieri della Compagnia di Taurianova, assieme ai colleghi Cacciatori di Vibo Valentia, hanno arrestato tre uomini di età compresa tra i 26 e i 30anni, tutti di Polistena, con l’accusa di coltivazione di piante di marijuana.
    In particolare i carabinieri, nel corso di un servizio mirato al contrasto della produzione di sostanza stupefacente, hanno sorpreso i tre a coltivare una piantagione di canapa indiana in un terreno privato occultato nella fitta vegetazione, composta da circa 180 piante in pieno stato vegetativo e pronte per la raccolta, di altezza variabile tra 0,50 e 2 metri.

  • Locri, ordinanza di custodia cautelare e sequestro beni nei confronti di 15 persone

    Nella notte i militari dei Comandi Provinciali Carabinieri e Guardia di Finanza, con il supporto in fase esecutiva dei Carabinieri dello Squadrone Eliportato “Cacciatori Calabria”, hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria, diretta dal dott. Giovanni BOMBARDIERI, nei confronti di 15 persone.

  • Gioia Tauro. Controllo straordinario del territorio dei Carabinieri: 3 arresti e 6 deferimenti

    Nel corso della settimana di ferragosto, in concomitanza con lo svolgimento degli spettacoli artistici e le manifestazioni religiose svoltesi nei vari comuni della piana di Gioia Tauro, i Carabinieri delle compagnie di Gioia Tauro, Palmi e Taurianova sono stati impegnati in un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati ed alla verifica del rispetto delle norme in materia igienico–alimentare dei pubblici esercizi.
    Nel corso del servizio, svolto anche col supporto di personale della compagnia d’intervento speciale del 14° battaglione Carabinieri di Vibo Valentia, sono state complessivamente:

  • Monasterace, incidente sul lavoro: muore operaio di 45 anni

    Un operaio di 45 anni originario del cosentino è morto questa mattina in un incidente sul lavoro. L'uomo era impegnato nell'ambito dell'esecuzione di alcuni lavori nella stazione ferroviaria di Monasterace e al momento dell'incidente si trovava alla guida di un trattore, quando secondo una prima ricostruzione dei fatti, effettuando una manovra in retromarcia si sarebbe affacciato dall'abitacolo battendo la testa contro un container nelle vicinanze. Inutili i soccorsi dei colleghi e del personale del 118, sul posto sono intervenuti i Carabinieri.

  • San Ferdinando, quattro arresti e tre deferimenti a seguito di una rissa

    La notte fra il 14 e il 15 agosto, a San Ferdinando, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro in occasione dei festeggiamenti di ferragosto, i Carabinieri della Stazione di San Ferdinando e della Sezione Radiomobile della compagnia di Gioia Tauro, supportati da personale del 14° Battaglione Carabinieri Calabria di Vibo Valentia, hanno arrestato in flagranza di reato quattro persone tra i 21 e i 29 anni tutte domiciliate presso la Tendopoli Ministeriale di San Ferdinando.
    In particolare, all’1.30 circa, i carabinieri sono intervenuti presso una struttura balneare di San Ferdinando, su richiesta di alcuni cittadini che hanno segnalato un gruppo di quattro cittadini extracomunitari, in evidente stato di ebbrezza alcolica, che dopo aver danneggiato la recinzione perimetrale e la pavimentazione del lido, aveva iniziato a lanciare pietre e bottiglie di vetro all’indirizzo di alcuni avventori sino a generare una vera e propria rissa.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.