unci banner

:: NEWS

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Divertitevi, siate attenti e curiosi. Guardate oltre voi stessi per cercare nell’altro qualcuno che vi stimoli, vi arricchisca, vi renda più determinati e vi accompagni in questo percorso con la...

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Alla guida della Regione, grazie all'azione concreta di un nuovo movimento e di una classe dirigente che nulla ha a che fare con i disastri del passato. Per uscire dalla...

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

“La prima cosa che faccio quando vado in un’altra città è andare a vedere il mercato”, ci dice una commerciante. Infatti il mercato è il polso di una città, ne...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACASan Ferdinando, quattro arresti e tre deferimenti a seguito di una rissa

San Ferdinando, quattro arresti e tre deferimenti a seguito di una rissa

Pubblicato in CRONACA Venerdì, 16 Agosto 2019 14:34

La notte fra il 14 e il 15 agosto, a San Ferdinando, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Gruppo Carabinieri di Gioia Tauro in occasione dei festeggiamenti di ferragosto, i Carabinieri della Stazione di San Ferdinando e della Sezione Radiomobile della compagnia di Gioia Tauro, supportati da personale del 14° Battaglione Carabinieri Calabria di Vibo Valentia, hanno arrestato in flagranza di reato quattro persone tra i 21 e i 29 anni tutte domiciliate presso la Tendopoli Ministeriale di San Ferdinando.
In particolare, all’1.30 circa, i carabinieri sono intervenuti presso una struttura balneare di San Ferdinando, su richiesta di alcuni cittadini che hanno segnalato un gruppo di quattro cittadini extracomunitari, in evidente stato di ebbrezza alcolica, che dopo aver danneggiato la recinzione perimetrale e la pavimentazione del lido, aveva iniziato a lanciare pietre e bottiglie di vetro all’indirizzo di alcuni avventori sino a generare una vera e propria rissa.

A seguito del tempestivo intervento delle pattuglie dell’Arma, le persone coinvolte nella rissa hanno tentato di dileguarsi, tanto che due sono stati bloccati sul posto mentre altri due sono stati fermati poco distante, da parte di autopattuglie che sopraggiungevano sul posto.
Gli accertamenti svolti nell’immediatezza hanno permesso di ricostruire la dinamica dell’evento e accertare il coinvolgimento nella rissa di 3 cittadini italiani, identificati e rintracciati nelle ore successive presso il pronto soccorso degli Ospedali Civili di Polistena e di Gioia Tauro, cui si erano rivolti per le cure del caso con prognosi da tre a trenta giorni a causa delle ferite da taglio riportate.
Nel corso della rissa sono stati lievemente feriti – poi, soccorsi e visitati dai sanitari – anche uno dei cittadini extracomunitari tratti in arresto (dimesso senza prognosi) e un appartenente all’Associazione Nazionale Carabinieri di Gioia Tauro (dimesso con 6 giorni di prognosi), quest’ultimo intervenuto per sedare la lite tra i due gruppi contrapposti.
All’esito delle preliminari attività investigative, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Palmi tre cittadini italiani, accusati a vario titolo ed in concorso tra loro dei reati di danneggiamento aggravato, rissa e lesioni personali gravi.

Rosarno 16 agosto 2019

Letto 89 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Piante di cannabis scoperte a Fossatello di Montebello Jonico

    Ieri pomeriggio, in un appezzamento di terreno demaniale in località Fossatello di Montebello Jonico, i carabinieri della compagnia di Melito Porto Salvo, assieme ai Cacciatori dello Squadrone eliportato di Vibo Valentia, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto della produzione di canapa indiana, hanno rinvenuto circa 50 piante di cannabis, alte in media 150 cm, in ottimo stato vegetativo.
    La droga, previa campionatura è stata distrutta in loco cosi come disposto dall’autorità giudiziaria reggina.

  • Taurianova, controlli straordinari dei Carabinieri per droga e armi

    Nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno svolto un servizio di controllo del territorio mirato alla prevenzione e repressione del consumo e lo smercio di sostanza stupefacentee dei reati in materia di armi. In tale contesto è stata arrestata una persona per detenzione ai fini di spaccio di marijuana, denunciata unain stato di libertàe sequestrate armi e munizioni.
    In particolare,i militari della sezioneradiomobile della compagnia, nel corso di un servizio di pattuglia, hanno arrestato un 32 enne di Taurianova, poiché è stato trovato in possesso di 550 grammi circa di marjuana già essiccata e pronta alla vendita.

  • Due donne arrestate per rapina aggravata in concorso

    Gli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e i militari dell’Arma dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato due donne, una 58enne reggina e una 39enne di origine cubana, responsabili, in concorso, del reato di rapina aggravata.
    Le due donne, hanno attirato un uomo,con la promessa di una prestazione sessuale, e lo hanno condotto in un sottopassaggio del centro cittadino nei pressi della stazione ferroviaria. Giunti nel luogo, due complici hanno aggredito ed immobilizzato la vittima e, puntandogli un coltello alla gola, si sono impossessati di un’ingente somma di denaro nella disponibilità del malcapitato, per poi darsi alla fuga.

  • Pellaro, tre arresti in distinte operazioni per droga

    Ieri, i carabinieri della stazione di Pellaro, assieme ai colleghi cacciatori di Vibo Valentia e i colleghi del nucleo cinofili carabinieri di Vibo Valentia con il cane Enno, pastore tedesco di due anni e mezzo, nel corso di servizio mirato per la ricerca di armi, munizioni ed esplosivo illegalmente detenuti nonché’ di sostanze stupefacenti hanno arrestato un 53enne, e un 24enne, entrambi reggini, accusati di detenzione illegale di arma comune da sparo e detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
    In particolare, a seguito di una perquisizione all’interno di un container in uso ai due, i militari dell’arma hanno rinvenuto, anche con l’ausilio del cane Enno, circa 40 grammi di marijuana, abilmente occultata all’interno di una scatola posta su uno scaffale, nonchè un lancia razzi calibro 22, varie munizioni e un bilancino di precisione.

  • Bagnara, 37enne arrestato per danneggiamento seguito da incendio

    Nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri della stazione di Bagnara Calabra, hanno arrestato un 37enne reggino, accusato di danneggiamento seguito da incendio.
    In particolare, i militari della stazione hanno ricevuto una telefonata da parte di una cittadina, la quale riferiva della presenza nella pubblica via di un uomo in evidente stato di agitazione, che gridava e sferrava pugni contro la porta di una casa prospicente quella via Garibaldi.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.