unci banner

:: Evidenza

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Dopo una settimana di “voci di corridoio” la città apprende dalla rete ribattendo una notizia apparsa su Gazzetta del Sud, che all’assessore Angela Marcianò sono...

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Sulla vicenda del ritiro della delega di assessore ai lavori pubblici ad Angela Marcianò, riceviamo e pubblichiamo la riflessione di Tilde Minasi, ex consigliere regionale...

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Ritorno al passato. Con 18.533 voti, il popolo amaranto ha scelto la storia e la tradizione: maglia amaranto con colletto e pantaloncini bianchi. Uno stile...

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e...

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Le realtà che hanno dato vita alla ‘Rete Restiamo Umani’ intendono presentare alla città di Reggio Calabria una visione del fenomeno migratorio che possa unire...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACATaurianova, scoperte dai Carabinieri dodicimila piante di canapa in una serra

Taurianova, scoperte dai Carabinieri dodicimila piante di canapa in una serra

Pubblicato in CRONACA Domenica, 16 Luglio 2017 10:05

Nella giornata di ieri, dalle prime luci dell’alba e, fino a tarda sera, i Carabinieri della Stazione di San Martino di Taurianova e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taurianova, agli ordini del Capitano Marco Barone e del Tenente Maurizio Blasa, coadiuvati dai militari dello Squadrone Eliportato CC Cacciatori di Calabria e del 4° Reggimento CC a Cavallo, durante un mirato servizio volto alla ricerca di piantagioni di marijuana, hanno rinvenuto, all’interno di dodici serre site in c.da castagneto, in un fondo agricolo di proprietà di un’azienda floricola,

attualmente gestita dal curatore fallimentare nominato dal tribunale di Palmi, una vastissima piantagione consistente in oltre 12.000 (dodicimila) piante di canapa indiana, di altezza variabile tra 1 (uno) e 3 (tre) metri.
I Carabinieri, insospettiti dal forte odore di marijuana, si sono introdotti all’interno del fondo rinvenendo una vera e propria azienda per la produzione dello stupefacente.
Le piante, in perfetto stato vegetativo, venivano curate attraverso un impianto di irrigazione e di aerazione perfettamente funzionante.


Inoltre, durante le operazioni di taglio delle piante, al termine di un’attenta ed accurata perquisizione dei luoghi, i Carabinieri, all’interno di alcune cavità, ricavate dall’accumulo di rami e rovi, hanno rinvenuto una tenda da campeggio con all’interno centocinquantatre confezioni di sostanza stupefacente del tipo marijuana ripartiti in altrettanti sacchi da 1 kg ciascuno, pronti per la cessione.
Oltre allo stupefacente, i militari hanno trovato e sequestrato tre ventilatori industriali e svariato materiale utilizzato per l’irrigazione, la pulitura e il confezionamento dello stupefacente.
Al termine delle operazioni di campionatura, durate diverse ore, come disposto dal pm di turno presso la Procura della Repubblica di Palmi, tutto lo stupefacente rinvenuto è stato distrutto sul posto a mezzo fuoco.
L’operazione odierna è l’ennesima svolta dai militari del Comando Provinciale di Reggio Calabria dall’inizio della stagione estiva nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti.
Si tratta, dunque, di un ulteriore duro colpo inferto alla criminalità organizzata e comune pianigiana, se si considera, peraltro, che dalle piante di canapa rinvenute i produttori avrebbero potuto ricavare un quantitativo di stupefacente pari a circa 6000 kg, in grado di realizzare profitti per un valore di circa di circa 8.000.000/9.000.000 di euro.
Sono tutt’ora in corso attività investigative volte alla identificazione dei soggetti che ne hanno curato la coltivazione per la successiva immissione nel mercato illecito della droga in tutta la Calabria ed oltre.

Taurianova 16 luglio 2017

Letto 64 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Bagaladi: nella porcilaia teneva abusivamente due cinghiali. Una persona deferita

    Nell’espletamento di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati ambientali ed incendi boschivi, predisposto dal Reparto P.N. Aspromonte e dallo stesso supervisionato, il personale della Stazione Carabinieri Forestale di Bagaladi, insieme ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Melito di Porto Salvo (RC) deferiva in stato di liberta’ la sig.ra S.A.,

  • Si sottrae ad un controllo dei carabinieri: arrestato rosarnese di 43 anni

    Nella giornata di ieri 20 luglio 2017, a Rosarno (RC), nel corso di un servizio di controllo del territorio disposto dalla Compagnia di Gioia Tauro, diretta dal Capitano Gabriele Lombardo, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile – N.O.R., agli ordini del Tenente Antonio M. Cavallo, hanno tratto in arresto in flagranza di reato S. G., un rosarnese di 43 anni  già noto alle forze dell'ordine, perché resosi

  • Rosarno, arrestato un uomo mentre appiccava fuoco in un terreno comunale

    Nella giornata di ieri 19 luglio 2017, a Rosarno, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile – N.O.R. di Gioia Tauro, agli ordini del tenente Antonio M. Cavallo, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in genere, disposto dalla locale Compagnia, diretta dal capitano Gabriele Lombardo, hanno tratto in arresto in flagranza di reato D.L.G., di

  • Carabinieri, fermano 26enne per aver violato le prescrizioni imposte. Rinchiuso in una Casa Lavoro

    Nella giornata di ieri 19 luglio 2017, a Rosarno, i Carabinieri della locale tenenza, a conclusione di mirati accertamenti, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di applicazione di misura di sicurezza detentiva nei confronti di Umberto Bellocco, di anni 26, già noto alle Forze dell’Ordine, quale appartenente all’omonima cosca di ‘ndrangheta operante nella Piana di Gioia Tauro ed in altre

  • Roccella Jonica: i carabinieri arrestano 38enne, deteneva anche armi da guerra

    I Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno tratto in arresto C. A., 38enne del posto, per detenzione illegale di armi da guerra, comuni e munizioni. I militari dell’Arma, nel corso di una perquisizione effettuata presso l’abitazione del prevenuto, hanno rinvenuto, in un garage di pertinenza della stessa, occultato all’interno di una scatola per scarpe, il seguente materiale: 1 mitraglietta “Uzi” completa di serbatoio e dotata di silenziatore; 1

logo cp bucato

Copyright © 2016 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.
Comitato di redazione
Gianluca Del Gaiso, Valentina Raffa