unci banner

:: NEWS

Già operativo il Track del cuore a Reggio Calabria

Già operativo il Track del cuore a Reggio Calabria

Riparte il Progetto Nazionale di Prevenzione Cardiovascolare, “Truck Tour Banca del Cuore 2019”, promosso dalla Fondazione per il Tuo Cuore - HCF Onlus dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, con il...

Plastica, usa e getta e consumi:  aumenta la sensibilità degli italiani?

Plastica, usa e getta e consumi: aumenta la sensibilità degli italiani?

Ottobre 2019. Negli ultimi anni le azioni di sensibilizzazione e riduzione relative al tema della plastica e più in generale di tutti i prodotti e gli imballaggi usa e getta...

Il maestro brasiliano Henrique Cazes in concerto a Reggio Calabria con l’Orchestra del Conservatorio “Cilea”

Il maestro brasiliano Henrique Cazes in concerto a Reggio Calabria con l’Orchestra del Conservatorio “Cilea”

Il maggior solista al mondo di cavaquinho (la piccola chitarra brasiliana a quattro corde), Henrique Cazes, parteciperà al primo convegno in Italia sul principale genere di musica strumentale brasiliana, lo...

Accademia Italiana della Cucina, alla cena Ecumenica di Cittanova sfilano i piatti della migliore tradizione calabrese

Accademia Italiana della Cucina, alla cena Ecumenica di Cittanova sfilano i piatti della migliore tradizione calabrese

Anche quest’anno l’Accademia italiana della Cucina, prestigiosa istituzione culturale della Repubblica italiana fondata a Milano nel 1953 da Orio Vergani, ha organizzato lo scorso 17 Ottobre la Cena Ecumenica, una...

Straripante esordio di campionato per la Pallacanestro Viola contro la Vis Reggio Calabria

Straripante esordio di campionato per la Pallacanestro Viola contro la Vis Reggio Calabria

Alla presenza di oltre 600 tifosi, parte col botto il campionato di C Silver della Pallacanestro Viola che vince meritatamente contro la Vis Reggio Calabria di coach D'Arrigo. Primo tempo...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACATra Taurianova e Polistena, otto genitori denunciati perchè i figli non andavano a scuola

Tra Taurianova e Polistena, otto genitori denunciati perchè i figli non andavano a scuola

Pubblicato in CRONACA Venerdì, 12 Aprile 2019 15:07

Nella giornata di mercoledì, i Carabinieri della Compagnia di Taurianova, al termine di specifichi accertamenti finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno della dispersione scolastica, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria 8 genitori del posto per il reato di inosservanza dell’obbligo di istruzione elementare dei minori. In particolare, i Carabinieri della Stazione di Taurianova e Polistena, in sinergia con i locali istituti scolastici e i servizi sociali, hanno verificato la regolarità della frequenza alle lezioni scolastiche di numerosi bambini delle scuole elementari accertando che alcuni di loro, benché formalmente iscritti, si erano assentati per gran parte dell’anno senza giustificato motivo.

I genitori degli alunni assenti sono ritenuti penalmente responsabili per non aver adottato alcun provvedimento nei confronti dei figli minorenni al fine di impartire l’istruzione elementare obbligatoria, nonostante fossero a conoscenza delle numerose assenze accumulate durante l’anno scolastico.
In tale contesto, inoltre, i Carabinieri hanno formalmente ammonito ulteriori 46 genitori, affinché facciano frequentare le lezioni presso le scuole medie e superiori di Polistena ai rispettivi figli, assenti per lunghi periodi senza giustificato motivo.
Le verifiche svolte dai Carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno lo scopo di arginare il grave fenomeno della dispersione scolastica, soprattutto in riferimento all’istruzione elementare, e segnalare ai servizi sociali ogni situazione familiare anomala e meritevole di approfondimento.

Rc 12 aprile 2019

Letto 222 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Delitto a Rosario Valanidi, indagini affidate ai Carabinieri

    Sono affidate ai Carabinieri le indagini sul delitto di un 61enne imprenditore, avvenuto in località Rosario Valanidi nella serata di ieri. Al momento nessuna ipotesi viene esclusa dagli investigatori

  • Sant'Eufemia d'Aspromonte, un arresto per detenzione illegale di armi e munizioni

    Martedì pomeriggio i carabinieri delle stazioni di Sant’Eufemia d’Aspromonte e di Sinopoli hanno arrestato un 57enne, eufemiese accusato di detenzione illegale di armi e munizioni.
    I militari dell’Arma hanno condotto varie perquisizioni alla ricerca di armi e munizioni illegittimamente detenute, grave fenomeno criminale dato che sovente il loro uso è destinato a commettere delitti quali estorsioni, atti intimidatori ed omicidi.

  • Servizi su tutto territorio reggino, i Carabinieri rinvengono armi e una piantagione di canapa indiana

    Nei giorni appena trascorsi, il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria, ha predisposto dei servizi straordinari di controllo del territorio in collaborazione con personale dei “Cacciatori” di Vibo Valentia, tesi all’individuazione della presenza occulta di armi, munizioni e sostanze esplosive presenti sul territorio della provincia con particolare attenzione alle zone impervie e di difficile raggiungimento.
    In particolare, i carabinieri delle stazioni di Cardeto e Cataforio supportati da personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria, hanno rinvenuto in area boschiva di ardua praticabilità abitualmente frequentata da cacciatori, all’interno di un casolare in stato di abbandono ubicato in località “Campicelli”

  • Oppido, ritrovato senza vita l'anziano disperso da ieri

    È stato ritrovato senza vita l’anziano di Oppido Mamertina di cui non si avevano notizie da ieri e per cui era stato attivato dalla Prefettura il Piano ricerca persone scomparse. A trovare l’uomo nelle campagne di Oppido questa mattina i Vigili del Fuoco che hanno recuperato il corpo con l’intervento di un elicottero del Nucleo di Catania. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che ieri avevano per prima dato l’allarme.

  • Un deferimento per ricettazione di opere d'arte

    Martedì scorso, i Carabinieri del Comando Stazione Carabinieri di RC-Catona, in collaborazione con personale del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza, hanno denunciato a piede libero un 70enne italiano residente a Reggio Calabria, insegnante in pensione, ritenuto responsabile dei reati di ricettazione di opere d’arte.
    L’operazione, scaturita da una intensa attività info-investigativa posta in essere dalla Stazione Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, ha consentito di individuare e sequestrare un’opera d’arte di pregio con contestuale successiva restituzione dell’opera all’avente diritto.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.