unci banner

:: NEWS

Primo nido Caretta Caretta in Calabria, Oliverio: "Bella notizia"

Primo nido Caretta Caretta in Calabria, Oliverio: "Bella notizia"

Nei giorni scorsi è stato localizzato e rinvenuto sulla costa reggina, nell’ambito del pattugliamento del tratto di costa compreso tra Melito Porto Salvo e Bianco il primo nido in Italia...

Siderno, Vigili del Fuoco intervenuti per un incendio in una struttura per la lavorazione del miele

Siderno, Vigili del Fuoco intervenuti per un incendio in una struttura per la lavorazione del miele

Intensa giornata quella di ieri per i vigili del fuoco della sede distaccata di Siderno, impegnati dalle 17 circa e per parecchie ore per lo spegnimento di un incendio, sviluppatosi...

Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

Lo stato di sfascio in cui si trova il sistema dei servizi sanitari nell'ambito dell'ASP 5 di Reggio Calabria pare ormai irreversibile e i commissari, nominati dal Governo per le...

Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

Parola d’ordine: scongiurare l’invasione di Reggio Calabria Porto da parte dei mezzi pesanti gommati. Dopo che la Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali ha espresso il parere favorevole in...

Falcomatà alla XXI Assemblea Europea della Fondazione De Benedetti: "Reggio città aperta ed accogliente"

Falcomatà alla XXI Assemblea Europea della Fondazione De Benedetti: "Reggio città aperta ed accogliente"

“E’ un grande onore per noi poter ospitare a Reggio Calabria questa iniziativa promossa dalla Fondazione Rodolfo De Benedetti. E’ una sorta di riconoscimento del grande lavoro che è stato...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACATre allevatori segnalati all'Autorità Giudiziaria per pascolo abusivo

Tre allevatori segnalati all'Autorità Giudiziaria per pascolo abusivo

Pubblicato in CRONACA Mercoledì, 12 Giugno 2019 10:30

I carabinieri della Compagnia di Taurianova e del Reparto carabinieri forestali del Parco nazionale d’Aspromonte hanno segnalato all’autorità giudiziaria di Palmi tre allevatori di bovini accusati di aver introdotto e abbandonato animali in fondo pubblico nonché per pascolo abusivo e malgoverno di animali.
In particolare, i militari della Stazione di Molochio assieme ai colleghi forestali della Stazione Carabinieri parco di San Giorgio Morgeto, domenica scorsa hanno svolto un mirato servizio in località Trepitò al fine di individuare i proprietari di un branco di animali che era stato segnalato pascolare nelle strade.

Nel corso del servizio sono state notate tre mandrie distinte di circa 18 capi di bovini che, liberamente e senza governo, pascolavano lungo la sp50 e all’interno delle vie del villaggio Trepitò, causando un potenziale pericolo per la circolazione stradale. Gli accertamenti svolti sugli animali, censiti in banca dati, hanno consentito di attribuire la proprietà a tre distinte aziende di allevamento i cui proprietari dovranno rispondere di introduzione di animali in fondo pubblico e pascolo abusivo. Gli stessi saranno altresì sanzionati amministrativamente per malgoverno di animali.
L’intervento dei militari dell’Arma, rientra nella più ampia azione di contrasto al fenomeno dei cosiddetti “bovini vaganti” svolta dai Carabinieri, anche mediante alla costante partecipazione all’attività della “task force” interforze coordinata dalla Prefettura di Reggio Calabria istituita per contrastare il fenomeno, diffuso soprattutto nel territorio della Piana di Gioia Tauro.

Rc 12 giugno 2019

Letto 45 volte

Articoli correlati (da tag)

  • San Giorgio Morgeto, un deferimento all'Autorità Giudiziaria per abusivismo edilizio nel Parco

    Ieri pomeriggio, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale d’Aspromonte di Reggio Calabria e finalizzato alla repressione dei reati ambientali, i militari della Stazione Parco di San Giorgio Morgeto hanno deferito in stato di libertà un 35enne disoccupato e residente a Molochio, senza da pregiudizi di polizia, poiché in località “Monte Trepitò - Catorella”, di Molochio, all’interno del perimetro del Parco ha realizzato abusivamente una platea in calcestruzzo di circa 42 metri quadrati con due muri perimetrali in blocchi di cemento con pilastri, un forno ed un barbecue, il tutto in assenza di qualsivoglia titolo autorizzativo

  • Operazione Antibracconaggio “Adorno 2019”: sequestrate armi, munizioni e numerosi esemplari di fauna protetta

    Sono considerevoli i risultati operativi dell’attività di repressione al fenomeno del bracconaggio che anche quest’anno il CUFAA (Comando Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari) dell’Arma dei Carabinieri ha organizzato per la repressione del fenomeno del bracconaggio. Il servizio, denominato “Operazione Adorno 2019”, ha previsto l’invio, nel territorio di Reggio Calabria di un contingente di personale specializzato della Sezione Operativa Antibracconaggio Centrale (SOARDA) che opera congiuntamente nell’area dello Stretto di Messina, con puntate anche al di fuori di tale ambito territoriale.

  • I Carabinieri del Parco Aspromonte presentano il Piano Operativo 2019

    I Carabinieri del Parco Aspromonte presentano il Piano Operativo 2019. Un impegno crescente nel nome di una sinergia chiamata a tutelare uno dei parchi più particolari della penisola italiana. Per l'occasione è intervenuto anche il presidente di Federparchi

  • Canolo: abusivismo edilizio all’interno del Parco Aspromonte, un deferimento

    Nei giorni scorsi, nell’ambito dei controlli agroalimentari coordinati dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale Aspromonte di Reggio Calabria, i Carabinieri della Stazione Parco di Gerace, assieme ai militari della Stazione Carabinieri di Agnana Calabra, hanno deferito in stato di libertà un 66enne pensionato originario di Canolo, , poiché in località “Canolo Nuova”, agro dello stesso Comune, all’interno del perimetro del Parco, ha realizzato una struttura in muratura e lamiera, adibita a ricovero animali, in un terreno di proprietà comunale e senza le prescritte autorizzazioni. Il manufatto è stato sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

  • Abusivismo edilizio all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte, due persone deferite all’Autorità Giudiziaria

    Nella tarda mattinata di ieri, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio finalizzato alla repressione dei reati ambientali e coordinato dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale Aspromonte di Reggio Calabria, i militari della Stazione Carabinieri di Bagaladi hanno deferito in stato di libertà due coniugi di 63 e 62anni poiché in località “Arangiara” di Bagaladi, all’interno del perimetro del Parco, hanno realizzato una porcilaia in muratura, con copertura in lamiera, delle dimensioni  di circa 2 metri di altezza e 4 di larghezza, nonché di un’adiacente struttura poggiante su paletti in legno, adibita a ricovero animali, di dimensioni di circa 10 metri di lunghezza e 4 metri di larghezza in  assenza di permesso a costruire, autorizzazione paesaggistica, nulla osta sismico e nulla osta dell’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.