unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACAUndici provvedimenti di Daspo: cinque per Reggina-Catanzaro e sei per Palmese-Gela

Undici provvedimenti di Daspo: cinque per Reggina-Catanzaro e sei per Palmese-Gela

Pubblicato in CRONACA Lunedì, 18 Febbraio 2019 13:47

Non si è fatta attendere la risposta del Questore della Provincia di Reggio Calabria dopo i deprecabili episodi del 27 gennaio e del 3 febbraio scorso, relativi rispettivamente all’incontro disputato allo stadio Lo Presti di Palmi tra Palmese e Gela ed agli scontri avvenuti tra i tifosi della “URBS Reggina 1914” e quelli del “Catanzaro Calcio” all’esterno dello stadio “O. Granillo” al termine dell’incontro tra le predette compagini calcistiche.
Il Questore Raffaele Grassi, pertanto, ha emesso n.11 provvedimenti di D.A.SPO., 5 nei confronti di altrettanti tifosi reggini, 2 nei confronti di dirigenti della U.S. Palmese e 4 a carico di tifosi di quella compagine di Palmi.

Nello specifico, i 5 provvedimenti di D.A.SPO. a carico di tifosi della URBS Reggina 1914, emessi lo scorso 8 febbraio:
- il primo, per durata di anni cinque, è stato emesso nei confronti di L.V. cl.’84, tratto in arresto in occasione degli scontri poiché resosi responsabile del reato di violenza e resistenza a P.U., per aver aggredito il Vice Questore Vicario della Provincia di Reggio Calabria ed il suo autista;
- il secondo D.A.SPO. per la durata di anni otto è stato irrogato nei confronti di Z. M. cl. ’79, negli anni scorsi già destinatario di altri due analoghi provvedimenti interdittivi;
- il terso D.A.SPO. per la durata di anni quattro è stato irrogato nei confronti di M. P. cl 90, deferito in stato di libertà in occasione degli scontri da parte del personale dell’Ufficio Volanti poiché reso-si responsabile di un fitto lancio di pietre all’indirizzo dei tifosi catanzaresi;
- i rimanenti due d.a.spo., entrambi per la durata di anni tre sono stati irrogati nei confronti di F. D. G. cl.’69 e M. N. A. cl.’73 resisi responsabile di aver tentato di sottrarre all’arresto il citato L.V. cl.84 non di aver aggredito i tifosi catanzaresi con l’uso delle cinture e calci.
Unitamente al provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono tutte le manifestazioni calcistiche di qualsiasi serie e categoria, è stato, altresì, imposto ai predetti l’obbligo di presentazione presso questi Uffici mezz’ora dopo l’inizio del primo tempo e mezz’ora dopo l’inizio del secondo tempo di tutte le manifestazioni sportive nelle quali sia impegnata, a qualsiasi titolo, la “URBS Reggina 1914”, convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria.

Lo scorso 12 febbraio sono stati emessi 6 provvedimenti di D.A.SPO. nei confronti di due dirigenti sportivi e quattro tifosi della “U.S. Palmese” responsabili a vario titolo di aver scavalcato la recinzione che separa le tribune dal rettangolo di gioco, essere entrati in campo e aggredito con calci e spintoni i giocatori siciliani che stavano festeggiando la vittoria della partita:
- il primo d.a.spo. per durata di anni uno è stato emesso nei confronti di E. N. cl.92, dirigente spor-tivo della “U.S. Palmese”, per aver istigato con la sua condotta i giocatori avversari, innescando una mischia con spintoni reciproci in cui restavano coinvolti tutte le persone raggiunte dall’odierno provvedimento inibitorio;
- il secondo d.a.spo. per la durata di anni due è stato irrogato nei confronti di L. P. cl. ’84, anch’egli dirigente sportivo della “U.S. Palmese”, responsabile di essersi scagliato contro i giocatori del Gela aggredendoli con calci;
- gli altri quattro provvedimenti sono stati emessi per la durata di anni tre nei confronti di altrettanti sostenitori della “U.S. Palmese” resisi responsabile di aver scavalcato la recinzione che separa le tribune dal rettangolo di gioco ed aver invaso il campo: O. C. cl.’2000, D . F. V. cl.’2000, A. C. cl.’1998 e A. G. cl.’2001, gli ultimi due pronipoti del defunto boss ALVARO Domenico cl. ’24 alias “Micu U Scagghiuni”.
Unitamente al provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono tutte le manifestazioni calcistiche di qualsiasi serie e categoria, è stato, altresì, imposto ai predetti l’obbligo di presentazione presso gli Uffici di polizia mezz’ora dopo l’inizio del primo tempo e mezz’ora dopo l’inizio del secondo tempo di tutte le manifestazioni sportive nelle quali sia impegnate, a qualsiasi ti-tolo, la “U.S. Palmese”, convalidato dalla competente Autorità Giudiziaria.

La Polizia di Stato, nella più ampia ottica di recuperare la dimensione sociale del calcio da vi-vere come passione, divertimento e partecipazione, ribadisce, con l’adozione dei citati provvedi-menti, la ferma volontà di bandire dalle manifestazioni sportive ogni forma di violenza, discriminazione e intemperanza. Lo scorso anno sono stati 48 i provvedimenti di D.A.SPO. e quest’anno sono già 12 gli analoghi provvedimenti emessi dal Questore della Provincia di Reggio Calabria.

Reggio Calabria 18.02.2019

Letto 282 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Il Questore della Provincia di Reggio Calabria emette tre provvedimenti di d.a.spo.

    Il Questore di Reggio Calabria mantiene alta l’attenzione rispetto alla necessità di assicurare che durante lo svolgimento delle manifestazioni sportive sia assicurato il rispetto e la correttezza dei comportamenti di tutti i partecipanti.
    Dura è stata la risposta ai disordini occorsi durante l’incontro di Calcio a Cinque disputato il 18.03.19 tra la squadra “A.C.S.D. Ludos Vecchia Miniera” e quella della “Xenium”, valevole per il Campionato Regionale di Serie “C2”;
    Tre sono i provvedimento di d.a.spo. emessi nei confronti di:

  • D.A.SPO. emesso per un giocatore della squadra di calcio A.C. Locri 1909

    Un altro provvedimento di D.A.SPO. è stato emesso dal Questore di Reggio Calabria, che grande attenzione ha posto alla necessità di assicurare durante lo svolgimento delle manifestazioni sportive il rispetto e la correttezza dei comportamenti di tutti i partecipanti.
    Il provvedimento è stato disposto nei confronti di D. M. G. cl.’96, giocatore della compagine calcistica della “A.C. Locri 1909” che, al termine dell’incontro di calcio disputato presso lo stadio comunale di Locri (RC) il 14.04.19 con la “A.S. IGEA VIRTUS”, valevole per il Campionato di Serie “D” Girone I, si è reso responsabile di una condotta oltraggiosa nei confronti delle forze dell’ordine.

  • Il Questore della Provincia di Reggio Calabria emette un provvedimento di aggravamen-to di d.a.spo

    Un’altra decisa risposta arriva da parte del Questore della Provincia di Reggio Calabria ai comportamenti scorretti tenuti in occasione della manifestazioni sportive.
    E’ stato aggravato il provvedimento di d.a.spo. nei confronti di P.G. cl.’95, già emesso da quest’Ufficio il 29.08.17 per anni due.
    Il tifoso della squadra calcistica della “Reggina 1914”, sebbene già sottoposto al divieto di accedere alle manifestazioni sportive, era stato notato dal personale del locale U.P.G.S.P. in prossimità del cancello d’ingresso alla Curva Sud dello stadio “O.Granillo” di Reggio Calabria, in occasione dell’incontro di calcio disputato il 20.04.19 con la “F.C. Casertana”, valevole per il Campionato di Lega Pro Girone C.

  • Reggina-Casertana, arrestati 2 reggini sottoposti a D.A.SPO mentre tentavano di accedere allo Curva Sud

    L’intensificazione dei controlli in occasione dei servizi di ordine pubblico disposta dal Questore Maurizio VALLONE durante lo svolgimento della manifestazione sportiva di Lega PRO, al fine di prevenire atti violenti in danno delle strutture sportive, della società “Urbs Reggina 1914”, e dei tifosi ospiti, che potrebbero causare multe e squalifiche del campo in un momento così delicato della stagione calcistica Reggina, ha conseguito ulteriori importanti risultati quando, lo scorso sabato 20 aprile, durante lo svolgimento dell’incontro di calcio “Reggina-Casertana”, valevole per il campionato di Lega Pro, gli Agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Volanti, impegnati nello specifico compito di vigilanza per impedire l’accesso allo stadio a soggetti gravati dalla misura di prevenzione del divieto di accesso alle manifestazioni sportive (D.A.Spo), hanno sorpreso tre soggetti intenti a scavalcare la recinzione dello stadio nei pressi della curva sud, evidentemente intenzionati ad entrare ed assistere alla partita senza essere in possesso di biglietto.

  • Il Questore emette 6 provvedimenti di D.A.SPO dopo l'incontro A.C. Locri 1909 - A.S. Marsala Calcio

    Non si è fatta attendere la risposta del Questore della Provincia di Reggio Calabria dopo i deprecabili episodi del 3 marzo scorso occorsi durante la partita disputata presso lo stadio comunale di Locri (RC) tra la squadra della “A.C. Locri 1909” e quella della “A.S. Marsala Calcio” valida per il campionato di Serie “D”. In data 5 aprile u.s. sono stati emessi 6 provvedimenti di D.A.SPO. nei confronti di altrettanti sostenitori della “A.C. Locri 1909”, responsabili a vario titolo sia di un fitto lancio di oggetti e di bottiglie d’acqua all’indirizzo della terna arbitrale e dei giocatori della squadra ospite, sia del tentati-vo d’ingresso negli spogliatoi al termine dell’incontro, al fine di venire in contatto con i predetti giocatori. Nello specifico gli stessi hanno forzato il cancello di ingresso ripetutamente con calci, pugni e spintoni e, subito dopo, hanno danneggiato e frantumato il pannello in plexiglass che ricopre l’inferriata del suddetto cancello.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.