unci banner

:: Evidenza

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

Falcomatà: “Bene proroga bilanci, adesso aspettiamo misure a sostegno delle finanze locali”

“La proroga della scadenza per l’approvazione dei bilanci di previsione per i Comuni in piano di riequilibrio è una buona notizia e rappresenta un segno positivo della volontà politica di risolvere le criticità intervenute a...

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Parco dell’Aspromonte, nuova pubblicazione scientifica sugli Uccelli nidificanti

Dal Falco pecchiaiolo alla Tortora selvatica, dalla Balia dal collare al Verzellino: 66 specie censite, alcune di grande valore conservazionistico, per creare una check-list degli uccelli nidificanti nel Parco dell’Aspromonte, integrare la banca dati a...

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto l'attore Gennaro Calabrese con un live tutto da ridere

Torna in riva allo Stretto nella sua città natale, l'attore comico e volto e voce di Alice Tv e radio Kiss Kiss, Gennaro Calabrese con l'esilarante spettacolo "Gennaro Calabrese show". Un imitatore inimitabile, espressione di...

Si conclude domani 25 aprile la Fiera dei Librai Reggini “Il Cavaliere, il Libro e una Rosa”

Si conclude domani 25 aprile la Fiera dei Librai Reggini “Il Cavaliere, il Libro e una Rosa”

Si concluderà domani 25 aprile “Il Cavaliere, il Libro e una Rosa” Fiera dei Librai Reggini, organizzata dal Comune di Reggio Calabria, il Circolo Anassilaos e la Parrocchia di San Giorgio al Corso, presso il...

Ordine dei Medici: l’assise ha approvato, all’unanimità, conto consuntivo e bilancio preventivo

Ordine dei Medici: l’assise ha approvato, all’unanimità, conto consuntivo e bilancio preventivo

Si è svolta presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici l’assemblea annuale degli iscritti con l’approvazione del conto consuntivo 2018 e del bilancio preventivo 2019 all’unanimità dei presenti. Il tavolo presidenziale, come di consueto, è stato composto...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACA

CRONACA

Massima attenzione della Polizia di Stato alla prevenzione e contrasto della violenza di genere, fenomeno noto alle cronache che coinvolge, come vittime, soprattutto le donne di questa provincia. Con questo impegno il Questore della Provincia di Reggio Calabria, Maurizio VALLONE, aveva esordito nel giorno dell’insediamento. Le parole sono confermate dai fatti: 14 provvedimenti di Ammonimento sono stati emessi in soli 15 giorni dal Questore di Reggio Calabria.

Nella serata del 14 aprile scorso, gli Agenti della Polizia di Stato delle Volanti, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, nell’ambito dei servizi disposti con il “Progetto Athena” in ambito cittadino, hanno arrestato due fratelli reggini, di 44 e 47 anni, sorpresi a incendiare cavi di rame. Nel dettaglio, gli operatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti in località San Gregorio, per una segnalata densa nube di fumo proveniente da un torrente sito in quella zona industriale. Giunti sul posto, hanno sorpreso i due fratelli intenti ad incendiare un ingente quantitativo di cavi di rame, di provenienza furtiva, per separare il metallo dalla guaina esterna in plastica onde poter recuperare il prezioso metallo da vendere illecitamente, atteso l’elevato valore economico raggiunto da tale minerale negli ultimi anni.

Nell’ambito dell’attività istituzionale in materia di spesa pubblica, i Finanzieri del Gruppo di Locri, coordinati da questa Procura della Repubblica, hanno accertato, al termine di un’articolata e complessa attività d’indagine, in collaborazione con personale dell’ufficio vigilanza ispettiva dell’I.N.P.S. di Reggio Calabria, una truffa aggravata in danno del predetto Istituto previdenziale, perpetrata da 31 aziende agricole operanti nel territorio della locride, per gli anni dal 2012 al 2018, mediante l’assunzione fittizia di oltre 1.000 dipendenti con un danno alle casse dello Stato per circa 5 milioni di euro. Le imprese presentavano all’Ente previdenziale falsi contratti di affitto e/o comodato di terreni riconducibili anche a soggetti ignari, completamente estranei alla truffa, nonché fasulle denunce aziendali trimestrali attestanti l’impiego, mai avvenuto, di operai al fine di consentire l’indebita percezione di indennità di disoccupazione, malattia, assegno nucleo familiare e maternità.

A conclusione di complesse ed articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Giovanni BOMBARDIERI, la Sezione “Reati contro la persona, in danno di minori e reati sessuali” della Squadra Mobile ha eseguito, nel corso della mattinata odierna, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di C.D. classe 1999, F.S. classe 1999 e C.G. classe 1998, ritenuti responsabili di violenza sessuale di gruppo ai danni di una coetanea.
Le indagini - coordinate dal Procuratore Aggiunto Gerardo DOMINIJANNI e dal Sostituto Procuratore Paolo PETROLO - hanno consentito di far luce su una drammatica vicenda di violenza sessuale posta in essere, durante una serata danzante in una località del basso Ionio reggino, dove tre ventenni, approfittando dello stato di ebbrezza di una ragazza poco più che diciottenne, la conducevano fuori dalla discoteca e abusavano a turno di lei sulla spiaggia.

Incidente stradale questa mattina forse complice l'asfalto reso scivoloso dalla pioggia nella curva di Capo d'Armi che ha visto coinvolta suo malgrado un'utilitaria. Sul posto è intervenuta la Polizia Stradale insieme al personale del Suem 118. Provvidenziale l'intervento di un automobilista di passaggio che visto quanto accaduto è subito intervenuto per liberare la donna alla guida, vista anche la pericolosità della posizione del mezzo. Lo stesso ha poi chiamato i soccorsi, arrivati poco dopo.

Nella mattinata del 13 aprile scorso, a conclusione di articolate indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal Procuratore Capo dr Giovanni BOMBARDIERI, la Squadra Mobile reggina - coadiuvata da personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico - ha eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Reggio Calabria nei confronti di un 21 enne e un 41 enne, indagati per il reato di rapina in concorso.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.