unci banner

:: NEWS

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Insediata a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana

Si è insediata questa mattina a Palazzo Alvaro la Commissione Beni Confiscati della Città Metropolitana di Reggio Calabria.Immediatamente operativo l’organismo, del quale fanno parte Luciano Cama, Giuseppina Palmenta, Eleonora Maria...

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Ponte di Paterriti, il cantiere procede speditamente. Falcomatà: "La frazione dice addio all'isolamento"

Questa mattina, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha effettuato un sopralluogo sul cantiere del Ponte di Paterriti. L’imponente infrastruttura è fondamentale per gli abitanti della frazione collineare visto che, ad opera...

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l'iscrizione alle Consulte comunali

Riaperti i termini per l’iscrizione alle Consulte per le associazioni già iscritte all’Albo comunale.Lo comunica l’assessore con delega alla partecipazione Irene Calabrò. “Dall’esame dell’Albo delle Associazioni abbiamo rilevato che erano...

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Tutti gli appuntamenti della Esse Emme Musica a Reggio Calabria

Mancano ormai poche settimane alla partenza della programmazione prevista nella Città metropolitana di Reggio Calabria dalla Esse Emme Musica, che proporrà come di consueto una ricca serie di grandi eventi....

Presentati i risultati della campagna pro hospice "Seconda stella a destra"

Presentati i risultati della campagna pro hospice "Seconda stella a destra"

Giorno 14 Ottobre 2019 rappresenta il punto di arrivo di una campagna estiva che ha raggruppato tanti apparati istituzionali e associativi della città a titolo gratuito e spinti solo da...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACA

CRONACA

Nella mattinata odierna,  coordinate dalla Prefettura, sono state attivate le ricerche di due nonni e della nipote che si erano smarriti nel territorio di Gambarie.  Le ricerche svolte dai Vigili del Fuoco e dai carabinieri forestali si sono felicemente concluse alle ore 12 con il  ritrovamento dei dispersi. La ricerca è stata facilitata dai contatti telefonici fra la nipote ed i vigili del fuoco,  che hanno spiegato alla ragazzina come attivare sul cellulare la geolocalizzazione in modo da individuare con precisione il luogo dove si trovava.

Negli ultimi giorni, i Carabinieri di tutto il Comando Provinciale, sono stati impiegati in numerosi rastrellamenti, anche in orari serali e alle prime luci del giorno, nelle aree rurali dell’entroterra reggino, alla ricerca di armi, materiale esplodente e sostanze stupefacenti, con particolare attenzione alle zone aspromontane, ispezionando ampie zone boschive, casolari abbandonati, pozzi ed anfratti naturali.
Ieri, infatti, i Carabinieri della Stazione di Platì, con la preziosa collaborazione dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, nel corso di un rastrellamento nell’area demaniale di “Monte Iacono Agro”, hanno rinvenuto 2 fucili di costruzione artigianale cal.36 privi di marca e matricola e 35 cartucce a pallini di varie marche occultati tra la fitta vegetazione.

Continuano i servizi disposti dalla compagnia Carabinieri di Villa San Giovanni finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, con particolare attenzione a quelli relativi agli stupefacenti, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria. Numerose pattuglie dell’Arma sono state impiegate in una mirata strategia operativa che dall’inizio dell’anno ha consentito di rinvenire e porre sotto sequestro molteplici piantagioni di “canapa indiana”. Nell’ambito di tali servizi, ieri mattina a Scilla, i Carabinieri della locale Stazione, assieme ai Cacciatori Calabria, hanno rinvenuto, in un terreno demaniale privo di recinzione e accessibile a chiunque, sito in località “La Guardiola” della frazione Solano Superiore, ben occultata tra la fitta vegetazione, una piantagione di “canapa indiana”, composta da composta da oltre 800 piante, di altezza variabile compresa tra 170 e i 300 centimetri circa, in ottimo stato di vegetazione, munita di impianto di irrigazione automatico “a goccia.

Continuano i servizi disposti dal Gruppo Carabinieri di Locri finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in genere, con particolare attenzione a quelli relativi agli stupefacenti, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria.
Numerose pattuglie dell’Arma sono state impiegate in una mirata strategia operativa che dall’inizio dell’anno ha consentito di rinvenire e porre sotto sequestro numerose piantagioni. In tale ambito, negli ultimi giorni, i Carabinieri della Compagnia di Locri sono stati impiegati in numerosi rastrellamenti, anche in orari serali e alle prime luci del giorno, nelle aree rurali dell’entroterra della locride, alla ricerca di armi, materiale esplodente e sostanze stupefacenti, con particolare attenzione alle zone aspromontane, ispezionando ampie zone boschive, casolari abbandonati, pozzi ed anfratti naturali.

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, con il supporto operativo dei colleghi di Milano, Siena ed Agropoli – con il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia – dalle prime luci dell’alba stanno eseguendo in Calabria, Campania, Toscana e Lombardia un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali emessa, dal GIP del Tribunale, nei confronti di n. 08 persone responsabili, a vario titolo e in concorso tra loro, del reato di bancarotta fraudolenta in quanto, quali titolari di cariche e/o qualifiche societarie, con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso ed in tempi diversi, distraevano e dissipavano il patrimonio delle società “Multiservizi S.p.a.” e “Gestione Servizi Territoriale S.r.l.” (G.S.T. S.r.l.) in pregiudizio dei creditori, cagionandone dolosamente il fallimento.

Lunedì mattina i carabinieri della stazione di Palmi hanno arrestato sei persone di Cinquefrondi, protagonisti di una furiosa rissa avvenuta nei pressi del Tribunale di Palmi.
I sei, legati da vincoli di parentela ma appartenenti a due distinti nuclei familiari, si trovavano a Palmi in attesa di partecipare ad un’udienza relativa a gravi fatti delittuosi verificatisi tra le due famiglie in tempi passati.
Poco prima di entrare negli uffici giudiziari però, è nato un acceso diverbio, il quale si è trasformato in poco tempo in una rissa.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.