unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACA

CRONACA

Nelle scorse ore, in Reggio Calabria, i Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della locale Procura della Repubblica, diretta dal dott. Giovanni BOMBARDIERI, nei confronti di cinque persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio dei proventi illeciti scaturiti dall’accesso abusivo a sistema informatico o telematico, dalla detenzione e diffusione abusiva di codici d’accesso a sistemi informatici o telematici e dalla frode informatica.

Il contrasto al fenomeno dei reati di violenza di genere e la tutela delle vittime è un obiettivo che la Polizia di Stato continua a perseguire quotidianamente e con fermezza.
Nei giorni scorsi, la Squadra Mobile di Reggio Calabria, ha eseguito due provvedimenti scaturiti dalle indagini coordinate dal Procuratore Aggiunto Gerardo Dominijanni e dai Sostituti procuratori Nicola de Caria e Marika Mastrapasqua, inerenti a reati di violenza di genere: un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un reggino di 58 anni, ed un’ordinanza di applicazione di misura cautelare di divieto di avvicinamento alla parte offesa nei confronti di un cittadino marocchino di 46 anni.
Entrambe le misure si sono rese necessarie a seguito di reati commessi all’interno delle mura domestiche con comportamenti aggressivi e violenti, posti in essere nel corso di anni di vita coniugale.

Domenica mattina, in località Iudicello di Rosarno, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno, assieme ai colleghi Cacciatori e del nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno rinvenuto una piantagione di canapa indiana, composta da circa 200 piante di marijuana del tipo “olandese nana”, dell’altezza media di 1 metro circa ed in pieno stato vegetativo. La piantagione, all’interno della quale era possibile accedere solo attraverso il superamento di un corso d’acqua utilizzato anche per l’irrigazione, è stata realizzata all’interno di un fondo agricolo di proprietà demaniale ed abilmente occultata tra le piante della fitta vegetazione circostante.

Lo scorso fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio a Polistena e Cinquefrondi finalizzato, in particolare, alla prevenzione e repressione dei reati predatori e al contrasto delle condotte di guida in stato di alterazione psicofisica, che ha portato al deferimento all’autorità giudiziaria di 8 persone, per i reati di guida in stato di ebbrezza e combustione illecita di rifiuti.
In particolare, i carabinieri delle Stazioni di Polistena, Cinquefrondi e della Sezione Radiomobile, nel corso dei controlli stradali hanno fermato in auto in evidente stato di alterazione, in diverse circostanze, un 50enne di Messina, un 43 enne di Polistena, un 45enne di Cinquefrondi e un 55enne di Cittanova tutti sottoposti ai previsti accertamenti, sono risultati positivi agli esami alcolemici, con tassi superiore al consentito.

Nella giornata odierna, il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Catanzaro ha dato esecuzione a un provvedimento di sequestro preventivo ai fini della confisca, anche per equivalente, di euro 95.475,02, nei confronti del presidente della Regione Calabria, Gerardo Mario Oliverio, e di Mauro Luchetti, legale rappresentante della “Hdrà” s.r.l., società con sede a Roma, operante nel settore della comunicazione e dell’organizzazione di eventi, indagati del delitto di peculato.
La contestazione preliminare mossa agli indagati riguarda l’ipotesi di peculato per l’utilizzazione di oltre 95 mila euro di fondi pubblici, destinati alla promozione turistica della Regione Calabria, impiegati per finanziare un evento giornalistico, svoltosi nel luglio 2018 a Spoleto, con finalità privatistiche di promozione politica.

A conclusione di una complessa ed articolata attività d’indagine espletata dalla Polizia di Stato, il personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Reggio Calabria ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP Dr.ssa Maria Cecilia Vitolla, su richiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, nei confronti di un 35enne che negli ultimi 10 mesi si era reso responsabile di plurimi di reati predatori.
Rapine, scippi e furti con destrezza posti in essere ai danni di cittadini di questo centro; azioni fulminee e talvolta violente realizzate per impossessarsi di borse ed effetti personali di ignare vittime, guadagnando poi la fuga a bordo di uno scooter con il quale percorreva le strade del centro cittadino a forte velocità, anche contromano, mettendo in serio pericolo la sicurezza pubblica dei passanti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.