unci banner

:: Evidenza

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La Calabria si riscatta e vince: sorrisi al Trofeo delle Regioni

La rappresentativa maschile di Calabria termina la propria corsa al “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019” al diciassettesimo posto nazionale. Operazione riscatto riuscita per gli atleti allenati da Checco D’Arrigo ed Euprepio Padula che riescono...

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Trofeo delle Regioni: la Calabria in rosa termina l’avventura al diciottesimo posto nazionale

Un’esperienza indimenticabile e meravigliosa. La Calabria in rosa termina al diciottesimo posto nazionale all’interno della kèrmesse del “Trofeo delle Regioni Cesare Rubini 2019”. La selezione allenata dai Coach Armando Russo e Barbara Gemelli cede il...

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

Due pittori dell’Accademia di belle Arti in mostra a “Fabriano in Acquerello”

I pittori reggini Alessandro Allegra e Adele Macheda (sez. under 30) saranno presenti con le loro opere dal 25 al 29 aprile c. m. in due mostre all’esposizione internazionale dell’acquerello di Fabriano, la più grande...

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande fuga dalla lettura

Si celebra il 23 aprile la Giornata mondiale del Libro: anche in Calabria come nel resto del Paese è grande...

Quando ci interroghiamo su cosa possa fare originare lo scatto d’orgoglio che manca oggi a questo nostro Paese, immaginiamo le risposte più varie, le più disparate,tranne una, la più distante dal pensiero dominante: studiare e...

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

ANPI: appello per rendere più ricca, più bella e “plurale” la “Prima Festa della Liberazione dell’Area dello Stretto”

Facciamo appello ai cittadini, ai giovani, alle associazioni, ai movimenti, alle chiese, alle organizzazioni sindacali e politiche che condividono i valori della nostra Costituzione, nata dall’antifascismo e dalla Resistenza, a ritrovarci tutti insieme il 25...

compra calabria

Sei qui: HomeCRONACA

CRONACA

Arrestati dalle Volanti due cittadini nigeriani. Ieri, personale della Polizia di Stato in servizio di controllo del territorio ha arrestato per possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente due cittadini nigeriani fermati all’interno di un vagone ferroviario nell’area della linea ferrata adibita a deposito dei treni. Nel dettaglio, gli Agenti delle Volanti, nel pomeriggio di ieri, hanno notato nei pressi del ponte Calopinace un cittadino rumeno, già noto alle forze di polizia, che si dirigeva a piedi, con fare sospetto verso la linea ferroviaria. Gli operatori di polizia hanno pertanto deciso di seguire da lontano il cittadino rumeno e contestualmente hanno chiesto ausilio alla Sala Operativa della Questura che ha immediatamente inviato un altro equipaggio delle Volanti.

A conclusione di una efficace attività di indagine, nel primo pomeriggio della giornata odierna, personale in servizio presso il Commissariato di P.S. di Polistena ha proceduto alla notifica all’ordinanza che dispone la misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, adottata dal Gip di palmi, nei confronti di un 42enne di Taurianova, residente a Cittanova. Il reato contestato è quello previsto dall’art. 572 c.p. (maltrattamenti in famiglia) ai danni della moglie. L’uomo l’ha sottoposta a continue angherie fisiche e morali, sia nel corso del rapporto di coniugo che dopo la separazione, denunciate in passato presso il Commissariato di P.S. di Polistena. In particolare, dall’attività di indagine è emerso come il 42enne abbia costantemente rivolto espressioni ingiuriose verso la moglie fin dai primi giorni successivi al matrimonio, nonché dopo la nascita del loro figlio

La Prefettura di Reggio Calabria, la Magistratura, le Forze dell'Ordine e l'Agenzia Nazionale dei beni sequestrati e confiscati sui beni confiscati occupati dalla criminalità organizzata nel territorio metropolitano pongono la massima attenzione sulle complesse tematiche dei beni confiscati. Nella giornata di ieri, infatti, la locale Arma dei Carabinieri ha deferito un soggetto contiguo alle cosche di 'ndrangheta che, in seguito allo sfratto dall'immobile confiscato e illecitamente occupato, eseguito nell'ambito del Piano sgomberi attuato dal Prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari , si è reso responsabile di aver danneggiato e sottratto oggetti dallo stesso bene.

Nel pomeriggio del 26 marzo scorso, nell’ambito dei servizi del piano Focus ndrangheta, previsto da oltre tre anni nell’ottica del contrasto alla criminalità organizzata calabrese, gli Agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine di Siderno e dell’Ufficio Volanti hanno arrestato un cittadino nigeriano, 29enne, per i reati di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Nel dettaglio, l’uomo, fermato per un controllo da un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine nei pressi di un supermercato del centro cittadino, non ha inteso fornire le proprie generalità o esibire alcun documento d’identificazione. Alla richiesta degli Agenti di seguirli in Questura per ulteriori accertamenti, l’uomo ha iniziato a spintonare gli operatori, colpendo un Agente con una testata al volto, con calci e pugni.

Nei giorni appena trascorsi, numerose pattuglie del Gruppo Carabinieri di Locri, sono state impegnate in un’operazione di controllo capillare del territorio che ha riguardato sia i centri dei maggiori paesi della giurisdizione sia le aree periferiche dove è più alta la percentuale di illegalità diffusa. In tale ambito i Carabinieri della Stazione di:

Sul percorso già tracciato in questi anni dalla Questura di Reggio Calabria, il Questore Maurizio Vallone appena insediatosi ha voluto sottolineare quanto la prevenzione e l’informazione siano gli strumenti in grado di bloccare sul nascere ogni forma di violenza nei confronti delle donne. Troppe volte nel silenzio delle mura domestiche si verificano episodi di violenza non denunciati. Ieri, l’ennesima attività svolta dal personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Villa San Giovanni che ha eseguito un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dall’Autorità Giudiziaria di Reggio Calabria, per il reato di maltrattamenti in famiglia, nei confronti di un 34enne, già sottoposto alla misura cautelare della presentazione alla P.G.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.