Stampa questa pagina

A Bova la Scuola di rivitalizzazione linguistica “Lingue Fantastiche e Dove Trovarle” dal 12 al 17 Aprile 2019

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 08 Aprile 2019 20:39
A Bova la Scuola di rivitalizzazione linguistica “Lingue Fantastiche e Dove Trovarle” dal 12 al 17 Aprile 2019 foto della Via dei Borghi 2018

Il GAL Area Grecanica, impegnato fin dalla sua costituzione, nel 1997, nella valorizzazione dell’identità culturale dei Greci di Calabria, ha avuto l’opportunità, grazie al supporto della linguista dottoressa Maria Olimpia Squillaci, di approfondire il tema della ”rivitalizzazione linguistica” promuovendo all’interno del Festival Paleariza 2015, 2016, 2017 e 2018 l’iniziativa ”To ddomadi greko” e partecipando nel 2017 come partner al Progetto H2020 Rise Coling, che è stato finanziato dal Programma di Ricerca e Innovazione di HORIZON 2020 dell’Unione Europea – Convenzione di sovvenzione Marie Skłodowska-Curie n. 778384.

Il Progetto H2020 Rise COLING, considera la diversità linguistica e l’immigrazione non come minacce, ma come opportunità per coinvolgere le comunità, condividere le idee, le conoscenze , i programmi di studio, rafforzare e rivitalizzare le lingue minoritarie, predisporre e realizzare interventi concreti: tutti azioni indispensabili per aiutare le comunità ad iniziare o consolidare un progetto di sviluppo locale. E proprio nel rispetto della propria mission, e per ottemperare al proprio ruolo di agenzia di sviluppo dell’Area Grecanica, il GAL Area Grecanica è partner di questo interessante progetto, in una logica di continuità anche con le azioni previste nel PAL Area Grecanica, di prossima attuazione. Infatti il PAL Area Grecanica prevede, trasversalmente in tutte le aree tematiche previste, la valorizzazione della cultura dei Greci di Calabria attraverso interventi inerenti il “Turismo sostenibile” , lo “Sviluppo e Innovazione delle Filiere Agroalimentari Locali e dei Sistemi Produttivi e Manifatturieri Locali” e i “Servizi Pubblici Essenziali per le Aree Interne della Calabria Greca” .
All’interno del Progetto Rise Coling, diverse sono le attività previste e di titolarità del GAL messe in atto nel campo della rivitalizzazione linguistica, tra queste la più importante è la possibilità per alcuni giovani parlanti greco calabro selezionati attraverso una Manifestazione di Interesse, proprio espletata in questi giorni, di andare all’Estero, presso gli altri partner per conoscere le altre minoranze e esportare “buone prassi” nella nostra Area. Inoltre il progetto, che terminerà nel 2020, prevede la realizzazione di diversi Workshop internazionali (come quello che si è tenuto a Bova nell’agosto 2018), seminari e scuole di rivitalizzazione linguistica negli USA, in Messico e in Polonia.
Entrando nello specifico dell’evento che si richiede di promuovere, il GAL Area Grecanica ha facilitato l’Università di Varsavia, soggetto capofila, nella realizzazione della Scuola “Lingue Fantastiche e Dove Trovarle” che si terrà, grazie anche alla collaborazione del Comune di Bova, capoluogo culturale dell’Area Grecanica, dal 12 al 17 aprile 2019 a Bova c/o il “Museo della lingua greco calabra Gerhard Rohlfs”. Si tratta di una scuola molto particolare dedicata alla rivitalizzazione linguistica delle lingue minoritarie, tra cui il Greco di Calabria, che vuole riportare l’attenzione sull’importanza della lingua quale strumento per riscoprire piccole civiltà, spesso offuscate dalla globalizzazione. Il claim “Lingue Fantastiche e Dove Trovarle” intende incuriosire il pubblico a conoscere non solo le lingue minoritarie ma anche il patrimonio culturale immateriale di elevato valore che le stesse sottendono. Parteciperanno alla scuola 20 esperti di lingue minoritarie provenienti da diversi continenti, che relazioneranno su e nelle seguenti lingue: Arbëreshë, Castigliano, Creolo della Louisiana, Olandese, Inglese, Frisone, Galego, Greco moderno, Greco-salentino, Ebraico, Letgallo, Maya, Mixteco, Nahuatl, Nahuat-Pipil, Polacco, Quechua, Uitbergs, Wymysiöeryś. A condurre la scuola ci saranno numerosi studiosi, attivisti e appassionati greco-calabri che nella loro lingua madre presenteranno la comunità agli ospiti stranieri. Lo scopo della scuola sarà condividere le esperienze di rivitalizzazione linguistica attive nelle diverse comunità e buone pratiche per la realizzazione di questi progetti. In particolare, si discuterà di standardizzazione ortografica, di prestiti linguistici e formazione di neologismi in lingue in pericolo. Durante il programma didattico è prevista anche la visita ad altri importanti e bellissimi borghi quali Gallicianò e Roghudi Vecchio passando tra le maestose foreste del Parco Nazionale dell’Aspromonte unico per biodiversità, geodiversità e identità culturale delle sue comunità, segni distintivi per la candidatura all’UNESCO Global Geopark. Tra gli attivisti impegnati nella salvaguardia e promozione della nostra lingua ci saranno anche i nove giovani parlanti greco calabro beneficiari della borsa di studio all’Estero attraverso la Manifestazione di Interesse recentemente pubblicata dal GAL Area Grecanica sempre all’interno del progetto Rise Coling.
L’evento, che per combinazione si svolge a 20anni dalla L.482/99 “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche” intende far conoscere innovative modalità di “rivitalizzazione linguistica” che possono sicuramente dare degli spunti utili a una rivalutazione della Legge stessa, almeno per quelle minoranze linguistiche che si trovano, per motivi storici, iscritte nell’”Atlante delle lingue del mondo in pericolo” dell’UNESCO.
È invitato a partecipare alla Scuola di rivitalizzazione linguistica non solo chi, a diverso titolo è impegnato nella sua valorizzazione, ma chiunque ami questa lingua e la consideri indispensabile per rafforzare l’identità culturale dei Greci di Calabria.

GAL AREA GRECANICA

Bova 8 aprile 2019

Letto 106 volte

Articoli correlati (da tag)