unci banner

:: NEWS

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Ferragosto da record per il MArRC che nella giornata di ieri ha registrato il “tutto esaurito” con ben 7760 ingressi. La scelta dell’apertura nella giornata festiva con ingresso gratuito a...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAAl via la campagna crowdfunding per il film sull’Arbëria della regista Olivieri

Al via la campagna crowdfunding per il film sull’Arbëria della regista Olivieri

Pubblicato in CULTURA Mercoledì, 08 Novembre 2017 11:34

È ufficialmente partita sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso la raccolta fondi per l’opera prima della regista Francesca Olivieri. Il lungometraggio, dal titolo “Arbëria“, vuole raccontare l’eredità della cultura Arbëreshë e, in particolare, le comunità che abitano i piccoli borghi di Calabria e Basilicata. Attraverso gli occhi della protagonista Aida – una donna emigrata dal suo paese d’origine localizzato tra le montagne

del Pollino, costretta a farvi ritorno vent’anni dopo per la morte del padre – la regista vuole affrontare il tema della riscoperta delle proprie origini, della volontà di ritrovare “un terreno caldo sul quale attecchire” che è comune a molti emigrati che hanno fisicamente lasciato la propria casa, il luogo dove è deposta la loro storia. Il film non racconta solo le vicissitudini della protagonista, ma si fa carico anche del ricordo di un’intera comunità, quella degli Arbëreshë, figlia dell’ondata migratoria albanese del Medioevo e che oggi sta scomparendo sotto il piede pesante della modernità. Francesca Olivieri, a sua volta figlia di una famiglia proveniente dal borgo Arbëreshë di S. Caterina Albanese, chiede un atto di coscienza da parte di tutti allo scopo di preservare le tradizioni della minoranza linguistica a cui appartiene, affinché i costumi, la lingua e la cultura di questa comunità numericamente sempre più esigua possano sopravvivere nel tempo. È un conflitto tra tradizione e modernità quello attraversato dalla protagonista del film all’interno di questa terra, l’Arbëria, che di fatto non esiste. La donna vive una vera nostalgia dell’appartenenza, un sentimento comune dei tempi moderni che paralizza il presente e sterilizza il futuro di molti, sempre alla costante ricerca di se stessi e della propria identità. Prodotto dalla Open Fields Productions, società di produzione cinematografica calabrese, in collaborazione con le Regioni Calabria e Basilicata, vincitore del primo bando pubblico “Lu.Ca.” (indetto congiuntamente dalle Film Commission dei due territori), con il patrocinio dei Comuni di Oriolo, Acquaformosa, San Giorgio Albanese e San Demetrio Corone e in partnership con la rete internazionale di imprenditori albanesi “Rida” e con la società di produzione lucana ArifaFilm, il lungometraggio Arbëria sta raccogliendo gli ultimi fondi per dare avvio alle riprese nella primavera del 2018. E lo fa chiedendo la collaborazione di tutti coloro che si sentono vicini ai contenuti del progetto, affidandosi alla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso, dove chi sia interessato, tramite donazione libera, può partecipare alla costruzione dell’opera.
Contribuire alla realizzazione del film è un modo per partecipare attivamente, anche con poco, al non facile processo di produzione culturale del nostro Paese. Inoltre, è un modo per favorire il racconto di questi due territori - la Calabria e la Basilicata - e della loro storia, anche da parte di chi ormai non abita più questi luoghi perché emigrato all'estero, rimanendovi però indissolubilmente legato. Maggiori informazioni su:
www.produzionidalbasso.com/project/arberia/ www.openfieldsproductions.com

Reggio Calabria 8 novembre 2017

Letto 604 volte

Articoli correlati (da tag)

  • “Arbëria” è un film d’essai. L’opera prima di Francesca Olivieri riconosciuta dal Ministero come “film di qualità

    La Direzione Generale Cinema presso il Ministero per i beni e le attività culturali ha riconosciuto Arbëria tra i "film di qualità, ossia aventi particolari requisiti culturali ed artistici idonei a favorire la conoscenza e la diffusione di realtà cinematografiche meno conosciute, nazionali ed internazionali ovvero connotati da forme e tecniche di espressione di ricerca o di sperimentazione oppure film d'archivio...". L’opera prima delal regista di origini calabresi, Francesca Olivieri, presenta dunque quegli “spiccati elementi di ricerca o di sperimentazione riconoscibili nel linguaggio cinematografico, nell’impianto e nella struttura narrativa, nell’uso delle fonti e nelle tecniche di ripresa ovvero di montaggio, nel rapporto fra contenuti narrativi e contenuti documentaristici ovvero fra contenuti ripresi con tecniche tradizionali e contenuti realizzati con tecniche digitali, nelle modalità di produzione, realizzazione e distribuzione” che lo fanno stare nella ristretta cerchia di film d’essai.

  • Successo di Arbëria alle “Giornate del cinema albanese“ di Roma

    Un altro successo per Arbëria: la fila all’ingresso, con la sala DeLuxe, ha reso necessaria una doppia proiezione contemporanea in un’altra sala della Casa del Cinema di Roma, dove dal 31 maggio al 2 giugno scorsi si sono svolte le “Giornate del Cinema Albanese“.
    Dunque, dopo il Premio del Pubblico al Dea Open Air International Film Festival di Tirana, il film di Francesca Olivieri, continua a raccogliere consensi tra chi lo guarda. «Un pubblico delle grandi occasioni ha accolto sabato primo giugno la proiezione di “ Arberia. Neanche l’ apertura in contemporanea di una seconda sala da parte dei preoccupati organizzatori è stata sufficiente per contenere le centinaia di spettatori:

  • Arbëria alle "Giornate del cinema albanese" di Roma

    Dopo il Premio del Pubblico al Dea Open Air International Film Festival di Tirana, il film Arbëria, l'opera prima di Francesca Olivieri continua la sua strada verso i Balcani con la partecipazione alle "Giornate del cinema albanese (31 maggio – 2 giugno)" con una proiezione sabato 1 giugno alle 18 presso la Casa del Cinema di Roma.
    Le "Giornate" hanno l' obiettivo strategico-programmatico lo sviluppo della cooperazione cinematografica tra Italia ed Albania. E daranno l'occasione ad una consultazione tra i due sistemi di cinematografia (produttori, registi, autorità pubbliche) per rifondare le loro reti di rapporti, ponendo attenzione alle potenzialità del mercato cinematografico balcanico, così come evidenziato dall'iniziativa del Balkan Film Market.

  • Premio del pubblico per Arbëria al Dea Film Festival di Tirana

    Prima internazionale con successo per il film Arbëria, l’opera prima di Francesca Olivieri che nei giorni scorsi si è aggiudicato il premio del Pubblico del Dea Open Air International Film Festival di Tirana.
    Il film della regista di origine calabrese racconta il ritorno alla origini da parte una giovane donna arbereshe, è stato al centro del programma dell’evento cinematografico che si è svolto nella capitale d’Albania dal 2 all’8 maggio.
    La giuria presieduta dalla produttrice olandese Claudia Landsberger – che in passato è stata presidente della European Film Promotion e nella giuria del Festival di Berlino – ha ratificato il premio assegnato al film prodotto da Open Fields Productions e distribuito da Lago Film.

  • Il film Arbëria al Dea Festival di Tirana

    Il film Arbëria, l’opera prima di Francesca Olivieri, è dedicato un evento speciale nell’ambito del Dea Open Air International Film Festival di Tirana. Il film della regista di origine calabrese racconta il ritorno alla origini da parte una giovane donna arbereshe, è al centro del programma dell’evento cinematografico che si svolge nella capitale d’Albania dal 2 all’8 maggio. Il 5 maggio alle 20.00 Arbëria è infatti prtagonista della serata che si svilge nel cuore della città: la grandissima piazza intitolata all’eroe nazionale Scanderbeg ai quali anche gli albanesi d’Italia sono ancora immensamente grati.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.