unci banner

:: Evidenza

Amici18, il reggino Mowgli in lotta per una maglia al serale. Le info per televotare

Amici18, il reggino Mowgli in lotta per una maglia al serale. Le info per televotare

Reggio Calabria. Continua la corsa del reggino Cristian Bilardi, in arte Mowgli, nel programma amici di Maria De Filippi. Gli scontri continui e gli screzi con la Celentano non hanno offuscato il suo talento, qualità...

Motta San Giovanni: promozione e difesa dell’agricoltura, strategia condivisa da Comune e Consorzio di bonifica

Motta San Giovanni: promozione e difesa dell’agricoltura, strategia condivisa da Comune e Consorzio di bonifica

“Entro questo giovedì trasmetteremo al Consorzio di Bonifica tutte le istanze presentate dai consorziati presso gli uffici comunali di Motta, Lazzaro e Serro Valanidi relative agli avvisi di pagamento, ruolo 2017, e oggetto degli incontri...

Porto di Gioia Tauro, Oliverio scrive al Presidente del Consiglio Conte

Porto di Gioia Tauro, Oliverio scrive al Presidente del Consiglio Conte

Di seguito, la lettera che il presidente della Regione Mario Oliverio ha inviato al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, e per conoscenza al ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, sulla situazione che interessa il...

Viola, il playmaker Alessandri: a Valmontone per il riscatto

Viola, il playmaker Alessandri: a Valmontone per il riscatto

Filippo Alessandri, playmaker della Mood Project Reggio Calabria, ospite del format "Tutti i Figli di Campanaro" in onda su Radio Touring 104 ha commentato il ritorno in palestra della squadra neroarancio in vista del prossimo...

Villa San Giovanni, il sindaco Giovanni Siclari fa il punto

Villa San Giovanni, il sindaco Giovanni Siclari fa il punto

Il lavoro che questa Amministrazione sta portando avanti è raccontato dai fatti e dai numeri. Basti pensare che è già avviato l'iter necessario per la spesa dei € 100.000 euro concessi dal Governo (Ministero degli...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAAnassilaos: martedì 5 febbraio allo Spazio Open la "Questione Romana"

Anassilaos: martedì 5 febbraio allo Spazio Open la "Questione Romana"

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 04 Febbraio 2019 08:15

L’ 11 novembre del 1929 con la firma dei Patti Lateranensi tra la Santa Sede e lo Stato Italiano (firmatari il Cardinale Pietro Gasparri, Segretario di Stato di Pio XI, e il Capo del Governo Benito Mussolini) si metteva fina alla “Questione Romana” apertasi all’indomani della breccia di Porta Pia. All’evento storico che celebra il suo 90° anniversario l’Associazione Culturale Anassilaos dedicherà un incontro che si terrà martedì 5 febbraio alle ore 17,30 presso lo Spazio Open con la partecipazione del Prof. Antonino Romeo. Introdurrà l’intervento dello studioso il Dott. Luca Pellerone, Vice Presidente Anassilaos Giovani. I Patti, come è noto, si articolano in tre diversi documenti, un trattato, un concordato, una convenzione finanziaria.

Nel Trattato lo Stato Italiano e il Vaticano si riconoscono come stati sovrani (Art. 26 del Trattato “La Santa Sede …dichiara definitivamente ed irrevocabilmente composta e quindi eliminata la « questione romana » e riconosce il Regno d’Italia sotto la dinastia di Ca¬sa Savoia con Roma capitale dello Stato italiano”). All’art. 1° si dice, peraltro, che l’Italia “riconosce che la religione cattolica, apostolica e romana è la sola re-ligione dello Stato”. Il Concordato fissa le relazioni tra Stato e Chiesa, concedendo ad Essa privilegi in materia matrimoniale, giurisdizionale ed educativa. All’ Art. 34 si dice che “Lo Stato italiano , volendo ridonare all’istituto del matrimonio, che è base della fami¬glia, dignità conforme alle tradizioni cattoliche del suo popolo, riconosce al sacra¬mento del matrimonio, disciplinato dal diritto canonico, gli effetti civili” e all’ Art. 36 che “L’Italia considera fondamento e coronamento dell’istruzione pubblica l’insegnamento della dottrina cristiana secondo la forma ricevuta dalla tradizione cattolica. E perciò consente che l’insegnamento religioso ora impartito nelle scuole pubbliche elemen¬tari abbia un ulteriore sviluppo nelle scuole medie… Segue una Convenzione finanziaria. Con essa lo Stato versa al Vaticano un indennizzo per la conquista di Roma del 1870. “L’Italia (Art. 1 della Convenzione) si obbliga a versare, allo scambio delle ratifiche del Trattato, alla Santa Sede la somma di lire italiane 750.000.000 (settecento cinquanta milioni) ed a consegnare contemporaneamente alla medesima tanto Consolidato italiano 5% al portatore (col cupone scadente al 30 giugno p.v.) del valore nominale di lire italiane 1.000.000.000 (un miliardo)”. La “Santa Sede dichiara (Art. 2 della Convenzione) di accettare quanto sopra a definitiva sistemazione dei suoi rapporti finanziari con l’Italia in dipendenza degli avvenimenti del 1870”. Il raggiungimento di tale accordo, accolto in modo entusiastico in tutto il Paese, suscitò qualche riserva sia nel mondo cattolico (l’allora responsabile della Fuci Giovanbattista Montini, poi Paolo VI e Don Primo Mazzolari) che in quello laico. Benedetto Croce, nell’ intervento tenuto in Parlamento il 27 maggio 1929 al Senato si oppose ai Patti Lateranensi, che poi furono approvati, tramite appello nominale, con 317 voti favorevoli su 323 votanti e si beccò da Mussolini l’epiteto di “imboscato della storia”. Lo stesso Croce invero molti anni dopo giudicò negativamente l’inclusione dei Patti Lateranensi nell’ articolo 7 della Costituzione, frutto di un compromesso tra PCI e Democrazia cristiana, ma proprio questa inclusione, piaccia o meno, dimostra che i Patti Lateranensi - poi modificati nel 1984 per quanto riguardava il Concordato dal Cardinale Agostino Casaroli e dal Presidente Bettino Craxi - avevano un significato e una importanza che andava ben al di là delle contingenze storiche e del Fascismo.

Rc 4 febbraio 2019

Letto 60 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Anassilaos: giovedì 21 febbraio in Biblioteca l'incontro "L'Archeologia della Calabria antica"

    Giovedì  21 febbraio  presso la  Sala  della Biblioteca de Nava con inizio  alle ore 16,45, promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos, congiuntamente con la Biblioteca Comunale “Pietro De Nava” e con il patrocinio del Comune di  Reggio Calabria e della  Deputazione di Storia Patria per la Calabria, si terrà l’incontro sul tema “L’ archeologia della Calabria antica”  a proposito della “Guida archeologica della Calabria antica” di Fabrizio Mollo. All’incontro, introdotto dalla  Dr.ssa Marilù Laface, responsabile Anassilaos Beni Culturali, interverranno  il Prof. Daniele Castrizio, Università  degli Studi di Messina e l’Autore Prof. Fabrizio Mollo.

  • Dedicato a "Via col vento" l'incontro dell'Anassilaos allo Spazio Open

    Dedicato ad un film d'eccellenza "Via col vento" l'incontro di questo martedì dell'Anassilaos allo Spazio Open. A relazione il vicepresidente Anassilaos Giovani, Luca Pellerone

  • Salvo Arena strega lo Spazio Open in scena con "Quanto resta della notte"

    Standing ovation allo Spazio Open per Salvo Arena in scena con “Quanto resta della notte”. Un’anteprima pe la città di Reggio Calabria nata grazie alla sinergia di diverse realtà. 

  • Anassilaos: martedì 19 febbraio allo Spazio Open incontro dedicato a "Via col vento"

    All’ 80° anniversario dell’uscita (1939) nei cinema americani di "Via col vento" (Gone with the wind), kolossal cinematografico diretto da Victor Fleming, prodotto da David O. Selznick e basato sull'omonimo romanzo pubblicato nel 1936 di Margaret Mitchell, con cui la scrittrice vinse anche il Premio Pulitzer,  l'Associazione Culturale Anassilaos dedica un incontro che si terrà martedì 19 febbraio alle ore 17,30 presso lo Spazio Open (Via Filippini 23-25 Angolo Via Giudecca) con l'intervento del Dott. Luca Pellerone, appassionato di cinema e studioso, nonché vicepresidente Anassilaos Giovani, che analizzerà approfonditamente l'opera cinematografica, nelle sue fasi di pre-produzione, produzione e post-produzione, dando anche spazio alle curiosità del dietro le quinte, al successo della notte degli Oscar e a tanto altro ancora.

  • TCI: due appuntamenti interamente dedicati alla vecchia città di Sant'Agata

    Domenica prossima 17/02 il Club di Territorio di Reggio Calabria del TCI ha organizzato la visita delsito archeologico dell'antica città di Motta Sant'Agata, in prossimità della frazione di San Salvatore di Reggio Calabria, da poco riaperto al pubblico dall'Amministrazione comunale di Reggio Calabria. L'appuntamento è per le ore 9,30a Piazza Arghelle di San Salvatore(RC) da dove accompagnati dalle guide della Pro Loco Reggio Calabria San Salvatore inizierà la visita vera e propria.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.