:: Evidenza

Fideiussione, accolto il ricorso della Reggina

Fideiussione, accolto il ricorso della Reggina

La Reggina 1914, assistita dagli avvocati Francesco Diciommo e Edoardo Chiacchio comunica l’accoglimento del ricorso relativo la fideiussione. Di seguito comunicato n. 29 del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare. Il Tribunale Federale Nazionale –...

Dal 28 ottobre arriverà l'acqua del Diga del Menta a Reggio Calabria

Dal 28 ottobre arriverà l'acqua del Diga del Menta a Reggio Calabria

Il Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, d'intesa con il Sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, e il Commissario di Sorical spa, Luigi Incarnato, comunica che il 28 ottobre p.v. si procederà all'attivazione della fornitura...

Completamento strada a scorrimento veloce San Roberto-Fiumara-Campo Calabro, il 25 ottobre incontro pubblico

Completamento strada a scorrimento veloce San Roberto-Fiumara-Campo Calabro, il 25 ottobre incontro pubblico

Si terrà il 25 ottobre alle ore 16.00, nel territorio del comune di Fiumara, sull’innesto della strada a scorrimento veloce che porta a San Roberto, l’incontro pubblico sul completamento dell’arteria fino a Campo Calabro, e...

Pedopornografia, arrestato un 45enne:  deteneva quasi 3 mila filmati e foto

Pedopornografia, arrestato un 45enne: deteneva quasi 3 mila filmati e foto

Nella giornata di ieri è stato tratto in arresto un operatore commerciale di quarantacinque anni, abitante a Reggio Calabria, che deteneva oltre 3000 immagini e filmati di contenuto pedopornografico. E’ questo il profilo che emerge...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAAnassilaos presenta “Il pane e le rose”: il ’68 tra storia e memorie”

Anassilaos presenta “Il pane e le rose”: il ’68 tra storia e memorie”

Pubblicato in CULTURA Mercoledì, 16 Maggio 2018 08:00

“Il pane e le rose”: il ’68  tra storia e memorie” è il tema conduttore della manifestazione  promossa congiuntamente dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca Pietro De Nava che si terrà giovedì 17 maggio alle ore 17,00 presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio e che  si propone di ricordare il ‘68 a cinquanta anni di distanza. All’incontro prenderanno parte gli Assessori Irene Calabrò e Anna Nucera, interverranno  il Prof. Antonino Romeo, studioso di Storia, Franco Arcidiaco e Stefano Iorfida.

Seguiranno le testimonianze di coloro che hanno vissuto il ‘68 nella città di Reggio Calabria. Il ‘68 o meglio "i ‘68" ad indicare  l’insieme dei fatti  che si verificarono in quell’anno, non tutti riconducibili ad una unica matrice, è un evento  storico complesso e ancora oggi difficile da decifrare nelle sue motivazioni più complesse (sociali, culturali, generazionali) e soprattutto nelle sue conseguenze  immediate e più a lungo termine.  Cinquant’anni anni fa il mondo occidentale, dagli Stati Uniti all’Europa, fu attraversato da un moto di  protesta giovanile che ebbe nelle Università il proprio centro propagatore. In Italia la rivolta studentesca ebbe inizio con gli scontri all’Università della Sapienza del 1 marzo, la cosiddetta battaglia di Valle Giulia, resa poi celebre da un famoso intervento di Pier Paolo Pasolini a favore dei poliziotti e contro gli studenti. In Francia, nel mese di maggio-giugno, alla protesta studentesca si unì ben presto la protesta operaia caratterizzando così il “Maggio francese” di un dato politico fino ad allora inedito che impensierì lo stesso De Gaulle che fu costretto ad interrompere un suo viaggio in Romania. Accanto alla protesta del mondo giovanile il ‘68 si caratterizza  però anche per una serie di fatti ed eventi, non collegati tra loro, ma che lo rendono uno dei più cruciali della storia mondiale. L’assassinio di Martin Luther King a Memphis (4 aprile) e a qualche mese di distanza (5 giugno)  quello di Robert Kennedy, erede dei valori democratici del fratello John, dato per favorito alle elezioni del mese di novembre; ad agosto l’invasione della Cecoslovacchia da parte delle truppe del Patto di Varsavia che stroncò la “primavera di Praga” dell’allora premier comunista  Dubcek  e dimostrò l’impossibilità di un comunismo dal volto umano e ancora, il 25 luglio, la pubblicazione dell’Enciclica di Paolo VI “Humanae Vitae” che condannava la contraccezione. A cinquanta anni di distanza, al di là della memoria di chi ha vissuto in quell’anno una parte importante della propria giovinezza, cosa è rimasto del 68? Sul piano più strettamente  politico si può forse dire che  incise molto poco nell’immediato (negli Stati Uniti Richard Nixon, il candidato conservatore per antonomasia  vinse le elezioni presidenziali e lo stesso avvenne in Francia con  il Generale De Gaulle) mentre contribuì in maniera determinante  ad un nuovo modo di concepire la vita e i rapporti gerarchici, la sessualità e la libertà, modificando i costumi ed emancipando la donna, e influenzando in maniera, determinate, la  cultura, l’arte e la musica. 

Rc 16 maggio 2018

Letto 248 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Allo Spazio Open l'Anassilaos presenta: Saverio Vollaro e il battaglione volontari napoletani nella prima guerra d’indipendenza

    Con una serie di incontri dedicati alla storia del Risorgimento in Calabria e alla partecipazione di tanti Calabresi agli eventi che portarono all’Unità d’Italia, l’Associazione Culturale Anassilaos propone una riflessione su una pagina di storia, insieme nazionale e regionale, ai nostri giorni sottaciuta, forse poco sottolineata ed evidenziata, a favore di “revisionismi” tanto più gridati quanto meno fondati sul piano storico. Il primo incontro sul tema “Saverio Vollaro e il battaglione volontari napoletani nella prima guerra d’indipendenza” si terrà martedì 23 ottobre alle ore 17,30 presso lo Spazio Open.

  • Anassilaos in mostra con “Le missioni militari italiane internazionali di pace all’estero”

    Inaugurata alle Poste Centrali di via Miraglia la mostra  “Le missioni militari italiane internazionali di pace all’estero” di Giuseppe Diaco a cura dell'Anassilaos

  • Anassilaos inaugura la mostra "Le Missioni Militari Italiane Internazionali di pace all’Estero”

    Nell’ambito del Premio Anassilaos per la Pace giovedì 18 ottobre presso lo Spazio Espositivo di Poste Italiane (via Miraglia) alle ore 10,00 si terrà l’inaugurazione della Mostra Postale sul tema “Le Missioni Militari Italiane Internazionali di pace all’Estero” a cura di Giuseppe Diaco. La mostra esporrà i bolli postali e i documenti (cartoline, buste ed altro) in dotazione alle diverse missioni italiane di pace all’estero. Uno spaccato unico dell’impegno delle nostre Forze Armate a favore della Pace sotto l’egida delle Nazioni Unite e nel rispetto dell’art. 11 della Costituzione (L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo) che racchiude anche una preziosa documentazione filatelico-postale.

  • L'Anassilaos presenta il saggio “Storia dei Mediterranei. Popoli, culture materiali e immaginario dall'età antica al Medioevo”

    Giovedì 18 ottobre presso la Villetta de Nava alle ore 16,45 l’Associazione Culturale Anassilaos, congiuntamente con il Comune di Reggio Calabria e la Biblioteca Pietro De Nava, presenta al pubblico reggino il saggio “Storia dei Mediterranei. Popoli, culture materiali e immaginario dall'età antica al Medioevo” (Ediz. Storia e Studi Sociali) che ha unito tredici studiosi di alto profilo, italiani ed esteri (Franco Cardini, Massimo Cultraro, Flavio Enei, Massimo Frasca, Jean Guilaine, Stefano Medas, Antonio Musarra, Patrice Pomey, Carlo Ruta, Alberto Salas Romero, Laura Sanna, Francesco Tiboni, Alessandro Vanoli) intorno ad un comune tema di ricerca, il Mediterraneo, perlustrato con strumenti analitici mirati, allo scopo di coglierne in maniera nuova le ricche pluralità, le differenze, il policentrismo etnico e culturale, e sottolinearne tuttavia, oltre le parzialità degli approcci eurocentrici, le comunanze, le contaminazioni e i fondamentali punti di contatto e di confluenza.

  • Allo Spazio Open l'Anassilaos presenta: "La storia del cinema di Hollywood, dalla nascita agli anni 2000"

    “La storia del cinema di Hollywood: dalla nascita agli anni 2000. Un viaggio attraverso i generi, i film, i registi e gli attori che hanno segnato la storia del cinema americano” è il filo conduttore di una serie di conversazioni del Dott. Luca Pellerone, promosse dall’Associazione Culturale Anassilaos, che si terrà martedì 16 ottobre presso lo Spazio Open (via Filippini 23-25 angolo via Giudecca) alle ore 17,30, - congiuntamente con Spazio Open. Il primo incontro, dal 1900 agli anni '40, dalla nascita del cinema americano fino all'affermazione del cinema narrativo classico affronterà i primordi del cinema con riferimenti a Thomas Edison e ai fratelli Lumiere fino ad arrivare alla nascita di Hollywood nel 1915.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.