unci banner

:: Evidenza

Inaugurata alla Galleria Arte Toma la mostra "Luce meridiana" di Tina Sgrò

Inaugurata alla Galleria Arte Toma la mostra "Luce meridiana" di Tina Sgrò

Inaugurata alla Galleria Arte Toma di Reggio Calabria l’inedita personale di Tina Sgrò dal titolo “Luce Meridiana”. Un viaggio introspettivo alle radici della sua ricerca...

Reggio Calabria. Viaggio nella Chiesa degli Ottimati con il mosaico più prezioso al mondo

Reggio Calabria. Viaggio nella Chiesa degli Ottimati con il mosaico più prezioso al mondo

Reggio Calabria. Amare è conoscere. Conoscere è valorizzare. Valorizzare è proteggere. Parte da queste asserzioni l’associazione Calabria-Spagna che, nell’ambito dell’iniziativa“Ti racconto la Calabria”, ha promosso...

Oliverio: "Riace deve vivere ed io la sosterrò fino in fondo"

Oliverio: "Riace deve vivere ed io la sosterrò fino in fondo"

"L'esperienza di accoglienza in atto a Riace rappresenta un punto di riferimento che si propone a livello internazionale come modello, perché in essa c'è tutta...

Reggio Calabria. I volontari di Greenpeace premiano gli "urban heroes” di tutti i giorni

Reggio Calabria. I volontari di Greenpeace premiano gli "urban heroes” di tutti i giorni

Reggio Calabria. Ringraziare e premiare simbolicamente chi, scegliendo di muoversi a piedi, in bici, con il trasporto pubblico locale aiuta a decongestionare le strade dal...

Patto Civico: la nuova coordinatrice Stillitano lancia una proposta d'impegno alla città

Patto Civico: la nuova coordinatrice Stillitano lancia una proposta d'impegno alla città

Reggio Calabria. Nei giorni scorsi l’Assemblea del LP-PC (Laboratorio politico - Patto Civico) – associazione che svolge le sue attività dal 2013 – ha proceduto,...

Motta San Giovanni: attualizzato il piano di riequilibrio per scongiurare il dissesto finanziario

Motta San Giovanni: attualizzato il piano di riequilibrio per scongiurare il dissesto finanziario

Reggio Calabria. Il Consiglio comunale di Motta San Giovanni ha approvato a maggioranza l’attualizzazione del Piano di Riequilibrio finanziario pluriennale, predisposto già nel 2013 dalla...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAAnassilaos: "Uno sguardo sull'area ellenofona"

Anassilaos: "Uno sguardo sull'area ellenofona"

Pubblicato in CULTURA Martedì, 13 Febbraio 2018 08:26

"Uno sguardo sull'area ellenofona" è il tema di un incontro promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos, congiuntamente con il Comune di Reggio Calabria e la Biblioteca    Comunale “Pietro De Nava” che si terrà giovedì 15 febbraio alle ore 16,45 presso la Villetta De Nava della Biblioteca Comunale. La manifestazione promossa dal Sodalizio reggino nasce dalla necessità di fare il punto su una lingua antichissima che seppure tutelata dalla  Legge 15 Dicembre 1999, n. 482  recante “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche” presenta non poche criticità al punto che l’ Atlante Mondiale delle Lingue in Pericolo dell’UNESCO  la  pone tra le lingue in pericolo.

Per una ricerca, ormai datata e risalente al 2001, gli ellenofoni calabresi sarebbero ormai meno di 500. La manifestazione di Anassilaos si inserisce nel ciclo di incontri che preparano la Festa della poesia d’Estate che si terrà  il prossimo agosto, aperta alle esperienze letterarie del Mediterraneo e di quelle che possiamo definire “lingue minoritarie”, tra le quali, a pieno titolo rientra il greco di Calabria. Bova, Bova Marina, Roghudi, Chorió di Roghudi, Roccaforte del Greco, Gallicianó, Condofuri e Amendolea sono i centri calabresi che hanno conservato e conservano tuttora  le tracce di una lingua che ha molti punti di contatto con il greco moderno.  L’origine di tale lingua è stata al centro di infinite discussioni. Secondo la teoria elaborata nella seconda metà dell’Ottocento dal glottologo Giuseppe Morosi (1844-1890) il greco di Calabria sorse nel periodo bizantino grazie soprattutto alle immigrazioni di genti di lingua greca avvenute soprattutto tra il IX e il XII secolo. Secondo Gerhard Rohlfs invece, il grande glottologo che per lunghi anni viaggiò instancabilmente nella Bovesia (1892-1986)  il greco di Calabria deriva direttamente dal greco parlato in Magna Grecia. All’incontro parteciperanno  il  Prof. Domenico Minuto, studioso tra i più significativi dell’area ellenofona, la Prof.ssa Francesca Neri, il Prof. Salvino Nucera, narratore e poeta in grecanico,  Valentino  Santagati, studioso  di musica popolare e la poetessa in lingua grecanica Francesca Tripodi.

Rc 13 febbraio 2018
 

Letto 53 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Anassilaos: doppio appuntamento settimanale in Biblioteca e a Palazzo Alvaro

    La stagione del Premio Anassilaos, che festeggia nel 2018 la sua 30° edizione, si apre questa settimana con due eventi di grande valore culturale, scientifico e religioso.  Giovedì 24 maggio alle ore 16,45 presso la Sala della Biblioteca de Nava, nell’ambito  del “Maggio dei Libri” promosso congiuntamente  dal  Comune di Reggio Calabria e dalla Biblioteca “De Nava”, nell’ambito  del Maggio dei Libri,  si terrà la cerimonia di consegna del premio per la Sezione   “CIVITAS EUROPAE” al Prof.  Aurelio Pérez Jiménez, Ordinario di Filologia greca presso l’Università di Malaga, Presidente della Società Spagnola di Studi su Plutarco, specialista, oltre che dello stesso Plutarco, delle  tematiche inerenti ai rapporti tra religione magia e astrologia nel mondo greco-romano, 

  • Anassilaos: secondo appuntamento dedicato ai cappellani militari della Grande Guerra

    Si terrà martedì 22 maggio alle ore 17,30 presso la sala di San Giorgio al Corso il secondo degli incontri che l’Associazione Culturale Anassilaos dedica al ruolo dei cappellani militari nella Grande Guerra. Dopo la conversazione del Prof. Antonino Romeo che ha analizzato la presenza dei cappellani militari nel contesto italiano ed europeo, il Dott. Fabio Arichetta, saggista, pubblicista, socio della Società Napoletana di Storia Patria tratterà dei Cappellani militari calabresi nella Prima Guerra Mondiale, tema oggetto, per altro, di un suo breve e pregevole saggio.

  • Anassilaos presenta “Il pane e le rose”: il ’68 tra storia e memorie”

    “Il pane e le rose”: il ’68  tra storia e memorie” è il tema conduttore della manifestazione  promossa congiuntamente dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca Pietro De Nava che si terrà giovedì 17 maggio alle ore 17,00 presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio e che  si propone di ricordare il ‘68 a cinquanta anni di distanza. All’incontro prenderanno parte gli Assessori Irene Calabrò e Anna Nucera, interverranno  il Prof. Antonino Romeo, studioso di Storia, Franco Arcidiaco e Stefano Iorfida.

  • Oggi in Biblioteca incontro dell'Anassilaos: “I Cappellani Militari nella Grande Guerra”

    A cento anni dalla conclusione della Grande Guerra (per l’Italia il 4 novembre 1918) sembra opportuno ricordare personaggi ed episodi di un conflitto mondiale che nel nostro Paese si è protratto per oltre quattro anni. Da qui l’idea di una serie di incontri ed iniziative che l’Associazione Culturale Anassilaos si propone di realizzare, da qui al mese di novembre, allo scopo di ricordare la fine della I Guerra Mondiale. Si comincia giovedì 10 maggio, alle ore 16,45 presso la Biblioteca De Nava con una conversazione del Prof. Antonino Romeo sul tema: “i Cappellani Militari nella Grande Guerra” promosso congiuntamente dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca “Pietro De Nava” che sarà introdotto dal Dr. Luca Pellerone, giovane studioso di storia e Vice Presidente Anassilaos Giovani.

  • Prossimo incontro dell'Anassilaos dedicato alla Battaglia di Lepanto

    Si legge nella Cronaca di Cristoforo Zappia e del decano Antonio Cannizzone “L’armata Veneziana a 18 luglio (1571) comparì sopra Capo Stilo, ed a 22 detto entrò in Messina, e Marco Antonio Colonna ed altri capitani passarono in Reggio” . “In detto anno –si legge ancora - a 23 Agosto venne Don Giovanni d’Austria coll’Armata in Messina ed ai 16 settembre passò alla Fossa San Giovanni; la città di Reggio li regalò molti giovenchi, castrati, frutti ed agrumi; a 17 detto partì con le galere veneziane, galeazze, navi ed altri vascelli che in tutto erano numero 217, e s’incaminarono verso Levante”.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.