unci banner

:: NEWS

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

«In tutte le regioni ci siamo presentati con la naturale alleanza di centro destra ed abbiamo vinto ovunque. Il nostro leader Silvio Berlusconi è stato sempre chiaro e sostiene in...

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Nel mese di luglio, in occasione del progetto Calabria Judaica, finanziato dalla Regione Calabria e curato dalla cooperativa sociale Satyroi, si terrà a Lazzaro un evento mirato alla valorizzazione e...

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

«Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente...

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

Reggio Calabria, 15 giugno 2019 - Le vacanze sono alle porte, le scuole chiudono e con la bella stagione è iniziata la corsa alla ricerca delle migliori opportunità per programmare...

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Finite le lezioni si sono aperte le porte delle vacanze per la gran parte dei settantanovemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. A sospirare ancora...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAAttendiamoci porta in scena al teatro Francesco Cilea la "Regina di Cuori"

Attendiamoci porta in scena al teatro Francesco Cilea la "Regina di Cuori"

Pubblicato in CULTURA Mercoledì, 22 Maggio 2019 17:33

Un’Alice nuova, diversa, ma allo stesso tempo rassicurante come l’originale, interpretata da un gruppo altrettanto eterogeneo per dar vita ad uno spettacolo coinvolgente e curato nei dettagli. Tutto questo è Regina di Cuori, il musical in scena al Teatro “Cilea” in questi giorni, organizzato dall’associazione Attendiamoci Onlus, dopo il successo di Peter Pan, Mary Poppins e Aladdin. Si tratta di un’opera inedita di Carlo Colico, con la collaborazione per la scenografia da parte dei ragazzi dell’associazione che hanno dato vita ad una performance di livello e con un fine benefico.

Il ricavato infatti sarà interamente devoluto in beneficenza per sostenere il prosieguo delle attività di utilità sociale di Attendiamoci, con particolare riferimento ai giovani svantaggiati.

L’associazione, fondata nel 2001 da don Valerio Chiovaro insieme ai quattro studenti allora universitari, Giovanni Mazza, Domenico Paino, Alfredo Pudano e Giuseppe Falcone, si batte proprio per combattere il disagio giovanile, cercando percorsi, idee e iniziative che mirano all’obiettivo, trovando grande riscontro per la natura genuina che la caratterizza.

L'opera in questione rappresenta il culmine di un percorso formativo finalizzato al potenziamento delle risorse personali dei partecipanti per prevenire appunto situazioni di disagio tipiche dell'età giovanile.

“Meravigliarsi è saper cogliere l’insolito. Come atteggiamento continuo è cogliere nel solito l’insolito. - ha detto don Valerio - Saper guardare il grandioso che ammira, che stupisce, che meraviglia. Potersi meravigliare, in fondo, è il potere di chi ha lo sguardo capace di accogliere la grandiosità delle cose semplici e la semplicità delle cose grandiose. È questa la provocazione l’occasione del nuovo musical firmato Attendiamoci”.

Una platea soddisfatta ha riempito il teatro in tutte le sue date, da un lato per poter fare “un’azione buona”, dall’altro sposando il concetto di cultura che avvicina, apre la mente e aiuta a crescere, per poter così abbattere quelle barriere mentali che chiudono i porti alla condivisione.

Eva Saltalamacchia

Rc 22 maggio 2019

Letto 99 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Formazione e condivisione al Campus di tre giorni che l'Ite Piria ha tenuto con i ragazzi in uscita della scuole medie

    Si è conclusa da pochi giorni l’esperienza firmata Ite Piria che ha coinvolto venti studenti delle scuole medie che a partire dal prossimo anno scolastico intraprenderanno un nuovo percorso di vita. Si tratta del Campus residenziale “Orientiamoci Medie – Conoscersi, Decidersi, Giocarsi”, che rientra tra le attività formative di decision making indirizzata agli studenti in ingresso all’interno delle azioni previste dal progetto “P.I.R.I.A. di R.C.”. Una tre giorni all’insegna della formazione e della condivisione, intervallata da risate e momenti di convivialità in un clima di totale armonia che ha unito età, culture e punti di vista. I ragazzi sono stati ospitati dal 30 maggio al 1 giugno scorso al Villaggio dei Giovani di Attendiamoci Onlus, accolti da Alfredo Pudano, professore dell’istituto che ha curato l’iniziativa, insieme alle professoresse Marianna Errigo ed Eva Saltalamacchia, il dirigente Ugo Neri, e alla vice preside Grazia Condello.

  • Regina di Cuori: Il Messaggio educativo di Don Valerio Chiovaro

    Meravigliarsi è saper cogliere l’insolito. Come atteggiamento continuo è cogliere nel solito l’insolito. Saper guardare “il grandioso” che ammira, che stupisce, che…meraviglia.
    Potersi meravigliare, in fondo, è il potere di chi ha lo sguardo capace di accogliere la grandiosità delle cose semplici e la semplicità delle cose grandiose.
    È questa la provocazione e l’occasione del nuovo musical firmato Attendiamoci. Una prima assoluta, una invenzione fatta in casa da Carlo Colico.

  • Gli studenti di Pavia presso il bene confiscato “Villaggio dei Giovani” dell’associazione Attendiamoci

    Terzo giorno di formazione per gli universitari di Pavia, ospiti al Villaggio dei Giovani, bene confiscato alla criminalità organizzata ed in gestione all’associazione Attendiamoci dal 2009.
    Il campo di formazione sulla gestione dei beni confiscati, dal titolo “Dove è odio che io porti l’amore”, è giunto al suo snodo centale: i giovani collegiali pavesi (ricordiamo che il progetto, di cui l’esperienza residenziale costituisce il coronamento, è nato dalla collaborazione di tre Collegi universitari di Pavia – S. Caterina, Cairoli e Cardano – con l’associazione Attendiamoci ONLUS) stanno conoscendo sempre di più gli aspetti tenici e stanno entrando in contatto con le buone pratiche inerenti il variegato e complesso mondo della gestione di un bene confiscato.

  • Campo residenziale: “Dov’è l’odio che io porti l’amore” per la gestione di un bene confiscato

    Tutto pronto al Villaggio dei Giovani per accogliere il gruppo di giovani universitari pavesi che si apprestano a vivere un’esperienza formativa residenziale a Reggio Calabria dal 23 al 28 aprile.
    L’idea nasce circa un anno fa, quando è stato presentato il progetto “Dov’è l’odio che io porti l’amore”, nato grazie alla collaborazione di tre collegi universitari (S. Caterina, Cairoli e Cardano) con la onlus “Attendiamoci” fondata da Don Valerio Chiovaro a Reggio Calabria e da anni attiva nella gestione di beni confiscati alla malavita.

  • Pavia, partito il progetto “Dov’è l’odio che io porti l’amore” per la gestione di un bene confiscato

    Lunedì 8 aprile 2019 presso il Collegio S. Caterina e alla presenza del Prefetto Silvana Tizzano, del Rettore Fabio Rugge e del vice-Presidente dell’EDiSU Alessandro Greco è stato presentato il progetto “Dov’è l’odio che io porti l’amore”, progetto nato grazie alla collaborazione di tre collegi universitari (S. Caterina, Cairoli e Cardano) con la onlus “Attendiamoci” fondata da Don Valerio Chiovaro a Reggio Calabria e da anni attiva nella gestione di beni confiscati alla malavita.
    Il progetto ha infatti come fine ultimo la gestione di un bene confiscato in Pavia ad opera di studenti collegiali e universitari in collaborazione e sotto l’esperta guida di Attendiamoci e dei suoi volontari. La prima fase operativa sarà un campo di formazione a Reggio Calabria, presso il “Villaggio dei Giovani” bene confiscato alla ‘ndrangheta e gestito da Attendiamoci. Il campo si svolgerà dal 23 al 28 aprile e coinvolgerà 14 studenti universitari, quasi tutti alunni dei collegi pavesi, che hanno aderito con entusiasmo alla proposta impegnandosi in un percorso che li vedrà protagonisti.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.