unci banner

:: NEWS

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Palmi ospiterà il prossimo 24 agosto il PrimarEtnoFest, un importante appuntamento musicale, previsto all'interno del ricco cartellone di eventi della “Varia di Palmi” in programma dal 10 al 25 agosto....

Laboratorio civico Impegno per Condofuri: impegno e partecipazione nel primo incontro estivo

Laboratorio civico Impegno per Condofuri: impegno e partecipazione nel primo incontro estivo

“L’estate culturale” del “Laboratorio civico Impegno per Condofuri” ha preso il via, all’insegna di civismo, stare insieme fra riflessione e divertimento, cultura. Un via, quello della manifestazione che ha il...

Al Castello Aragonese presentato il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia

Al Castello Aragonese presentato il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia

Presentato al Castello Aragonese il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia (Città del Sole Edizioni). “Caulonia, la piccola città greca fondata dagli Achei verso la fine dell’VIII...

Una traversata notturna dello Stretto del 1677 rivive alla Lega Navale Italiana

Una traversata notturna dello Stretto del 1677 rivive alla Lega Navale Italiana

Presso la sede della Lega Navale, Sezione di Reggio Calabria, si è tenuta la preannunciata conferenza avente per tema: "Una traversata notturna dello Stretto", a cura del prof. Filippo Arillotta,...

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Anche quest’anno, il tanto atteso bagno a mare, viene messo a repentaglio dalle meduse, creature marine dal caratteristico aspetto gelatinoso, a volte trasparenti e anche per questo insidiose, divenute ormai...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAElena di Euripide, causa della guerra e trionfante sopravvissuta: è una tragedia?

Elena di Euripide, causa della guerra e trionfante sopravvissuta: è una tragedia?

Pubblicato in CULTURA Giovedì, 18 Aprile 2019 10:47

Nella Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori hanno promosso la conferenza “Elena di Euripide, causa della guerra e trionfante sopravvissuta: è una tragedia?”, quinto incontro del ciclo “Le donne e la guerra nel teatro greco”. Ha coordinato l’incontro Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezione ha relazionato Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica, Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis.

L’incontro è iniziato con la consegna della targa di Socio Onorario e Componente del Comitato Scientifico del CIS al Dott. Ottavio Sferlazza, Procuratore della Repubblica del Tribunale di Palmi che, nel ringraziare il Cis della Calabria, ha ricordato che con il suo impegno in ogni settore della società intende contribuire a valorizzare e promuoverela crescita di questa terra calabra che non è la sua ma, che, da molti anni ha imparato ad amarla. La tematica scelta da Euripide, ha esordito la prof.ssa Paola Radici Colace, vantava una tradizione letteraria ricca e illustre che risale all’epica omerica, le cui vicende riconoscevano in Elena, figlia della regina Leda e di Zeus, la loro origine, e rimbalza periodicamente nella poesia lirica (Saffo, Alceo, Stesicoro) e nella tragedia. L’attraversamento della figura di Elena nell’immaginario greco era andata registrando un giudizio sempre più negativo, in cui la fuga verso Troia perdeva la propria aura di fatalità e di progetto divino, diventando sempre più un tragico errore umano, responsabile di tanti lutti (vd. Agamennone di Eschilo, e ancora più insistentemente Euripide). Sta di fatto che, rispetto alla vulgata, in questa tragedia Euripide accoglie una versione del mito serpeggiata a cominciare da Stesicoro, secondo la quale Elena non sarebbe mai andata a Troia: quello che aveva seguito Paride, era un suo ‘doppio’, un eidolon fatto della stessa materia del cielo (aria). Questa scelta cambia del tutto le cose. Menelao parte da Troia convinto di riportare a casa Elena, in realtà porta via un fantasma che le somiglia in tutto e per tutto, ma non è lei. Elena non è mai andata a Troia, ma si è fermata in Egitto, ospite del re Proteo, dove conduce una vita onesta e intemerata. Le due rette parallele si incrociano romanzescamente grazie ad un naufragio in cui Menelao è spiaggiato in Egitto e attraversano tutti i meccanismi della ‘sorte’ e dell’’equivoco’ che caratterizzeranno la teatralità della futura commedia degli intrecci, non senza, dopo la tensione della suspance, il ‘riconoscimento’ finale.Con questa tragedia, ha concluso la relatrice, che è anche la rappresentazione dello scetticismo della ragione, irretita tra il vero e il falso,nel clima dei disastri della Guerra del Peloponneso, Euripide ripresenta il mito della guerra di Troia per condannare l’ideologia militare e bellicistica, mettendone in luce le atrocità e l’inutilità: il dramma, che racconta l’illogicità della guerra di Troia combattuta per un fantasma, grida contro l’illogicità di tutte le guerre.

Rc 18 aprile 2019

Letto 223 volte

Articoli correlati (da tag)

  • CIS: al Chiostro si San Giorgio “Il poeta dei Caraibi. Derek Walcott”

    Venerdì 19 luglio 2019, alle ore 21:00 nello spazio del Chiostro S. Giorgio al Corso, chiesa degli artisti di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nell’ambito del ciclo di letteratura mondiale di lingua inglese, promuove l’incontro dal titolo “Il poeta dei Caraibi. Derek Walcott” (Premio Nobel per la Letteratura 1992). Dopo il saluto di don Antonio Cannizzaro, parroco della chiesa di S. Giorgio al Corso, introduce l’incontro Maria Quattrone, già dirigente scolastico del liceo classico “T. Campanella” di Reggio Calabria. Coordina Loreley Rosita Borruto, presidente del CIS della Calabria.

  • Al MArRC "Ulisse e l’ulissismo nell’Ottocento e nel Novecento, da Pascoli a Lucio Dalla"

    Sabato 13 luglio 2019, presso la Terrazza del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori hanno promosso la conferenza “Ulisse e l’ulissismo nell’Ottocento e nel Novecento, da Pascoli a Lucio Dalla”, sesto incontro del ciclo “Vita, morte e viaggio nella mitologia classica: letteratura, iconografia, musica”. Sono intervenuti Teresa Triolo del Museo Archeologico di Reggio Calabria che ha portato i saluti del Direttore Carmelo Malacrino e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezione ha relazionato Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica dell’Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis. La relatrice Paola Radici Colace ha ripercorso alcune tappe significative della rilettura del mito di Ulisse, che attraversa il mondo moderno ricoprendo una varietà di proiezioni significative.

  • Al Chiostro di San Giorgio: una giurista legge “La peste” di Camus

    Mercoledì 17 luglio 2019, alle ore 21.00, presso il Chiostro di San Giorgio al Corso della chiesa degli artisti di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nell’ambito degli incontri sul Diritto Costituzionale, promuove la conversazione “Una giurista legge “La peste” di Camus”. Relazionerà la Prof.ssa Melania Salazar, ordinario di Diritto Costituzionale dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. La prof.ssa Melania Salazar è autrice di numerose pubblicazioni: volumi, relazioni, articoli, saggi e note a sentenza. Gli ambiti di ricerca riguardano, in particolare, la tutela dei diritti fondamentali, il diritto regionale, la giustizia costituzionale e la magistratura.

  • Presentato a Reggio Calabria il nuovo libro di Raffaele Gaetano «Leopardi e L’Infinito»

    Presentato ieri a Reggio Calabria nella suggestiva cornice del centralissimo Chiostro della Chiesa di San Giorgio (nota anche come Chiesa degli Artisti), il nuovo libro di Raffaele Gaetano: «Leopardi e L’Infinito. Un breviario del sublime», edito da Pellegrini.
    L’opera, che sarà distribuita a livello nazionale a ottobre e di cui questa e altre presentazioni estive rappresentano un’anteprima, esce nella ricorrenza dei 200 anni dalla stesura dell’idillio, uno dei più amati della letteratura di sempre.
    Davanti a un pubblico numeroso e particolarmente partecipe il libro è stato discusso da Giuseppe Rando, ord. di Lingua e Letteratura Italiana all’Università di Messina e dal filosofo Gianfranco Cordì che ha sottoposto l’autore a una serie di domande sui diversi risvolti filologici e interpretativi del libro. Ha fatto gli onori di casa Rosita Borruto del dinamico Centro Internazionale Scrittori, organizzatore dell’evento.

  • CIS presenta: “Ulisse e l’ulissismo nell’Ottocento, da Pascoli a Lucio Dalla”

    Sabato 13 giugno 2019, alle ore 21:00, presso la Terrazza del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori promuovono la conferenza “Ulisse e l’ulissismo nell’Ottocento, da Pascoli a Lucio Dalla”, sesto incontro del ciclo “Vita, morte e viaggio nella mitologia classica: letteratura, iconografia, musica”. Intervengono il direttore del Museo, dott. Carmelo Malacrino e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezione relaziona Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica, Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.