unci banner

:: NEWS

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

È importante che, a problemi strutturali, si diano risposte strutturali. Ribadiamo, anche da questo palcoscenico, che chi di dovere deve avere l'umiltà di sedersi intorno ad un tavolo, con tutte...

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

"Iniziative come questa sono la testimonianza che, tutti uniti lavorando verso una direzione comune, possiamo definitivamente spezzare i tentacoli della piovra mafiosa". Così, il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha salutato gli...

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Con riferimento al Bando Anci Conai per la comunicazione locale – edizione 2019, il comune di Villa San Giovanni è stato ammesso al cofinanziamento di 45mila euro per il progetto...

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

S’è tenuto questa mattina, nella sala “Monsignor Ferro” di Palazzo Alvaro, l’incontro istituzionale tra il cardinale Ernest Simoni e il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà – introdotto da Marcello Condorelli, portavoce...

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAElena di Euripide, causa della guerra e trionfante sopravvissuta: è una tragedia?

Elena di Euripide, causa della guerra e trionfante sopravvissuta: è una tragedia?

Pubblicato in CULTURA Giovedì, 18 Aprile 2019 10:47

Nella Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori hanno promosso la conferenza “Elena di Euripide, causa della guerra e trionfante sopravvissuta: è una tragedia?”, quinto incontro del ciclo “Le donne e la guerra nel teatro greco”. Ha coordinato l’incontro Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezione ha relazionato Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica, Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis.

L’incontro è iniziato con la consegna della targa di Socio Onorario e Componente del Comitato Scientifico del CIS al Dott. Ottavio Sferlazza, Procuratore della Repubblica del Tribunale di Palmi che, nel ringraziare il Cis della Calabria, ha ricordato che con il suo impegno in ogni settore della società intende contribuire a valorizzare e promuoverela crescita di questa terra calabra che non è la sua ma, che, da molti anni ha imparato ad amarla. La tematica scelta da Euripide, ha esordito la prof.ssa Paola Radici Colace, vantava una tradizione letteraria ricca e illustre che risale all’epica omerica, le cui vicende riconoscevano in Elena, figlia della regina Leda e di Zeus, la loro origine, e rimbalza periodicamente nella poesia lirica (Saffo, Alceo, Stesicoro) e nella tragedia. L’attraversamento della figura di Elena nell’immaginario greco era andata registrando un giudizio sempre più negativo, in cui la fuga verso Troia perdeva la propria aura di fatalità e di progetto divino, diventando sempre più un tragico errore umano, responsabile di tanti lutti (vd. Agamennone di Eschilo, e ancora più insistentemente Euripide). Sta di fatto che, rispetto alla vulgata, in questa tragedia Euripide accoglie una versione del mito serpeggiata a cominciare da Stesicoro, secondo la quale Elena non sarebbe mai andata a Troia: quello che aveva seguito Paride, era un suo ‘doppio’, un eidolon fatto della stessa materia del cielo (aria). Questa scelta cambia del tutto le cose. Menelao parte da Troia convinto di riportare a casa Elena, in realtà porta via un fantasma che le somiglia in tutto e per tutto, ma non è lei. Elena non è mai andata a Troia, ma si è fermata in Egitto, ospite del re Proteo, dove conduce una vita onesta e intemerata. Le due rette parallele si incrociano romanzescamente grazie ad un naufragio in cui Menelao è spiaggiato in Egitto e attraversano tutti i meccanismi della ‘sorte’ e dell’’equivoco’ che caratterizzeranno la teatralità della futura commedia degli intrecci, non senza, dopo la tensione della suspance, il ‘riconoscimento’ finale.Con questa tragedia, ha concluso la relatrice, che è anche la rappresentazione dello scetticismo della ragione, irretita tra il vero e il falso,nel clima dei disastri della Guerra del Peloponneso, Euripide ripresenta il mito della guerra di Troia per condannare l’ideologia militare e bellicistica, mettendone in luce le atrocità e l’inutilità: il dramma, che racconta l’illogicità della guerra di Troia combattuta per un fantasma, grida contro l’illogicità di tutte le guerre.

Rc 18 aprile 2019

Letto 297 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Incontro del CIS: i Corazzieri, rappresentanti della continuità della Patria nel passaggio dalla Monarchia alla Repubblica

    Venerdì 18 ottobre 2019, alle ore 17:00, presso il Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, Palazzo Zani, via Dei Bianchi, 2 Reggio Calabria, lo stesso DiGiES e il Centro Internazionale Scrittori promuovono la conversazione ”I Corazzieri, rappresentanti della continuità della Patria nel passaggio dalla Monarchia alla Repubblica". Dopo i saluti del prof. Massimiliano Ferrara, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane Università Mediterranea di Reggio Calabria e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria, relazionerà il prof. Tito Lucrezio Rizzo, già Consigliere titolare dell’Organo centrale di Sicurezza Segretariato generale della Presidenza della Repubblica.

  • Incontro del CIS dedicato a "I rotoli del Mar Morto, Esseni e Cristianesimo"

    Mercoledì 16 Ottobre 2019, alle ore 17:15, nella Sala di San Giorgio al Corso della chiesa degli artisti di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nel contesto della quarta edizione del progetto “Quattro passi … nel mondo antico”, ideato e diretto dalla prof.ssa Maria Quattrone, promuove l’incontro “I rotoli del Mar Morto, Esseni e Cristianesimo”. Il progetto culturale si prefigge di fare conoscere il mondo antico, latino e greco in particolare, attraverso gli autori più significativi. Introduce i lavori Maria Quattrone, già Dirigente Scolastico del Liceo Classico “T. Campanella” di Reggio Calabria, componente del Comitato Scientifico del Cis. Attraverso il contributo di slides, relazionerà Nicola Catalano, già Dirigente Tecnico del Ministero della Pubblica Istruzione, componente del Comitato Scientifico del Cis.

  • incontro del CIS su: Ruolo e funzione della Magistratura negli Ordinamenti Giuridici Europei

    Martedì 15 Ottobre 2019, alle ore 17:00 presso DIGIS Palazzo Zani, via dei Bianchi, 2 – Reggio Calabria, l’Istituto Superiore Europeo di Studi Politici, il Centro documentazione europea, il Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze dell’Università Mediterranea, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nell’ambito del ciclo di seminari “Dialoghi sull’Europa 2019” promuovono la conferenza “Ruolo e funzione della Magistratura negli Ordinamenti Giuridici Europei”. Dopo i saluti del prof. Massimiliano Ferrara, direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane Università Mediterranea di Reggio Calabria, componente Comitato Scientifico Cis e del presidente del Cis, Loreley Rosita Borruto, relazioneranno: il Dott. Ottavio Sferlazza, Procuratore della Repubblica di Palmi, componente Comitato Scientifico Cis e il Prof. Daniele Cananzi, associato della Filosofia del Diritto presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, componente Comitato Scientifico CIS. 

  • Il Cis ha riletto “Gabriele D’Annunzio. L’uomo, il poeta, il sogno di una vita come opera d’arte”

    Nella Sala S. Giorgio al Corso della chiesa degli artisti di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori, nell’ambito della “Cattedra di Poesia, Letteratura, Cinema, Scienza” ha promosso la rilettura  “Gabriele D’Annunzio. L’uomo, il poeta, il sogno di una vita come opera d’arte”. Ha relazionato Mila Lucisano, docente di Italiano e Latino al Liceo Scientifico “L. Da Vinci” di Reggio Calabria. Gabriele d’Annunzio nato a Pescara il 12 marzo 1863 da una famiglia agiata, frequentò il liceo a Prato e nel 1881 si trasferì a Roma, ove frequentò la facoltà di Lettere che non terminò mai. Gli ultimi anni della sua vita li trascorse a Gardone val Trompia nel Vittoriale che, dopo la sua morte avvenuta nel 1938, fu donato agli italiani. Proprio nel Vittoriale sono conservati in un maestoso mausoleo i resti del poeta vate. La prof.ssa Lucisano ha sostenuto che D’Annunzio ha operato in diversi campi.

  • Il Cis presenta il libro “Massimiliano Maria Kolbe. Martire di Auschwitz” di Pasquale Triulcio

    Lunedì 14 Ottobre 2019, alle ore 16.45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori presenta il libro “Massimiliano Maria Kolbe. Martire di Auschwitz” di Pasquale Triulcio, edizione Disoblio. Intervengono: Vincenzo Schirripa, docente presso ISSR-RC e Università di Roma LUMSA e Simona Stillitano, segretaria GRIS - Gruppo di Ricerca e informazione Socio – Religiosa. Coordina Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Sarà presente l’autore Padre Pasquale Triulcio, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Reggio Calabria, componente Comitato Scientifico CIS.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.