Stampa questa pagina

Giovan Battista Mori e la ricostruzione di Reggio dopo il terremoto del 1783

Pubblicato in CULTURA Sabato, 26 Gennaio 2019 09:15

Lunedì 28 gennaio 2019, alle ore 16:45, nei locali della Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nell’ambito del ciclo di Storia dell’Architettura, promuove la seconda conversazione su “Gianbattista Mori e la ricostruzione di Reggio dopo il terremoto del 1783”. Coordina la manifestazione Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria e relaziona Francesca Paolino, già prof. associato di Storia dell’Architettura dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria, componente del comitato scientifico del Cis. Nella notte tra il 5 e 6 febbraio del 1783 un forte terremoto devastò la città di Messina e gran parte del territorio della Calabria meridionale.

La ricostruzione della città di Reggio venne affidata all’ingegnere Giovan Battista Mori. A seguito del terremoto fu istituito grazie al governo Borbonico, il primo regolamento antisismico d’Europa. Attenendosi al nuovo regolamento antisismico, l’ingegnere Mori cambiò l’impianto urbanistico della città.

Rc 26 gennaio 2019

Letto 273 volte

Articoli correlati (da tag)