unci banner

:: NEWS

Festa di sant’Anna tutto pronto a Reggio per l’edizione 2019

Festa di sant’Anna tutto pronto a Reggio per l’edizione 2019

Torna anche per quest’anno a Reggio il consueto appuntamento con la due giorni dedicata ai festeggiamenti in onore di Sant’Anna. Si pare con la serata del 25 di luglio, dove...

Plauso di Incontriamoci Sempre per i nuovi pannelli della Stazione Centrale

Plauso di Incontriamoci Sempre per i nuovi pannelli della Stazione Centrale

L'Associazione Incontriamoci Sempre, nel vedere i bellissimi lavori di rinnovo della stazione di Reggio Calabria centrale, accoglie con grande entusiasmo gli straordinari pannelli che richiamano le splendide immagini della nostra...

Supporters Trust ViolaRC: "La Viola rinasce. Libera, identitaria, popolare"

Supporters Trust ViolaRC: "La Viola rinasce. Libera, identitaria, popolare"

E' dalla pagina social dei Supporters Trust Violarc che riparte in una calda serata di fine luglio il sogno neroarancio di Reggio Calabria: "La Viola rinasce. Libera, identitaria, popolare. Sarà...

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Palmi ospiterà il prossimo 24 agosto il PrimarEtnoFest, un importante appuntamento musicale, previsto all'interno del ricco cartellone di eventi della “Varia di Palmi” in programma dal 10 al 25 agosto....

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAGiovedì 31 in Biblioteca il quinto incontro dell'Anassilaos dedicato ai 110 anni dal Terremoto del 1908

Giovedì 31 in Biblioteca il quinto incontro dell'Anassilaos dedicato ai 110 anni dal Terremoto del 1908

Pubblicato in CULTURA Martedì, 29 Gennaio 2019 20:18

Si terrà giovedì 31 gennaio alle ore 16,45 presso la Villetta De Nava il quinto degli incontri  dedicati alla commemorazione del sisma del 28 dicembre promossi dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca De Nava con il patrocinio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria. “Dalla catastrofe alla  ricostruzione” sarà il tema  della  conversazione dell’ Arch. Daniela Neri,  Funzionario responsabile del Settore Cultura del Comune di Reggio Calabria. Introdurrà e condurrà la Dr.ssa Marilù Laface, Responsabile Anassilaos Beni Culturali. L’intervento della studiosa  esaminerà le correnti architettoniche prevalenti sulla produzione architettonica reggina della ricostruzione dopo il sisma del 1908.

Si ripercorre parallelamente il pensiero architettonico nazionale, evidenziando le influenze dell’architettura neoclassicista della cultura Liberty e del Razionalismo sulla cultura architettonica dei maggiori progettisti che operano a Reggio durante la ricostruzione. Negli stessi anni, infatti, la vicenda architettonica italiana sta vivendo una serie di trasformazioni e di cambiamenti culturali che Reggio acquisisce, rielabora e adegua alle esigenze locali. Le correnti del pensiero architettonico, il nuovo clima culturale i modelli urbani proposti in ambito nazionale, vengono assimilati nell’edilizia reggina nel tentativo di allinearsi alle coeve esperienze delle altre città italiane ed europee. Il quadro che emerge è che la trasformazione urbanistica e architettonica della Reggio della ricostruzione, rispetto alla città del secolo precedente non è dovuta soltanto all’introduzione di materiali diversi come il ferro e il cemento, o alle nuove tecniche costruttive, attinte dalla cultura architettonica europea, ma anche alla nuova situazione socio-economica della città e soprattutto alla nuova concezione di una città asismica, che si vorrebbe progettare e realizzare con tutte le precauzioni e i requisiti necessari affinché sia pronta ad affrontare un eventuale nuovo tragico evento sismico. Ma nell’ultimo trentennio del Novecento, Reggio, chiude le porte ad ogni ventata di novità e innovazione architettonica e si lascia solo sfiorare dai dibattiti culturali nazionali. Tutto ciò accentua l’emarginazione culturale della città che si nasconde dietro ad una serie di architetture uguali tra loro. Solo negli anni Novanta e nei primi del Duemila si assiste a veri segnali di rinnovamento del linguaggio architettonico di Reggio. Infatti, la città si arricchisce di alcuni esempi architettonici, in particolare edifici rappresentativi, che dichiarano in maniera evidente il passaggio dalle caratteristiche architettoniche del primo Novecento e il conseguente abbandono di moduli e schematismi appartenuti alla tradizione locale.

Rc 29 gennaio 2019

Letto 243 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Cerimonia di consegna del Premio Anassilaos “Pitagora” al Prof. Gafurjan Ibragimov

    Presso il Dipartimento di Giurisprudenza Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Anassilaos “Pitagora” al Prof. Gafurjan Ibragimov, docente presso il Dipartimento di Matematica, Facoltà di Scienze, dell’Università di Putra, in Malesia. Il riconoscimento, conferito lo scorso anno, nell’ambito del 30° Premio, è stato consegnato in occasione della presenza a Reggio Calabria dello studioso che presso l’Università Mediterranea sta tenendo una serie di importanti seminari. Lo studioso, nato in Uzbekistan, si è laureato presso la Facoltà di Matematica della Tashkent State University (TashSU) e da allora ha avviato una prestigiosa carriera accademica.

  • Aspettando il Reggio Pride 2019, evento in Biblioteca organizzato da PSI e Anassilaos

    Il Partito Socialista Italiano sez. RC e l’Associazione culturale Anassilaos - in occasione del Reggio Calabria Pride 2019 - promuovono l’evento “Lo Stato unitario italiano e la questione dell’omosessualità: scelte legislative e politiche”, che si svolgerà presso la sala Giuffrè Biblioteca De Nava alle ore 17,30 lunedì 22 luglio. Abbiamo deciso di aderire non solo in maniera formale, chiarisce l’assessore Irene Calabrò, e per dare sostanza e pieno supporto al Pride abbiamo voluto promuovere questa iniziativa ripercorrendo le posizioni politiche e legislative assunte dallo Stato italiano sul tema dell’omosessualità attraverso una disamina storica che sarà curata dal prof. Antonino Romeo.

  • Anassilaos: allo Spazio Open "Scienza Fede Amore” la raccolta poetica postuma di Francesco Cardone

    “Scienza Fede Amore” la raccolta poetica postuma di Francesco Cardone, sarà presentata giovedì 18 luglio alle ore 19,30 presso lo Spazio Open nel corso di un incontro promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Casa Editrice Città del Sole che ha pubblicato il volume, opera originalissima nella quale l’Autore ha ben saputo coniugare poesia e scienza all’insegna di quel principio per il quale tanto si era battuto nella sua vita di una unità profonda del sapere e del sentire che non separa la scienza dall’arte.  L’Autore infatti è stato chimico industriale, membro del direttivo della Società Chimica Italiana (SCI), membro del Gruppo Nazionale di Storia e Fondamenti della Chimica (GNFSC) e dell’Associazione Italiana Ingegneria Chimica (AIDIC).

  • Allo Spazio Open incontro dell'Anassilaos dedicato a "La Repubblica di Weimar"

    Proseguono le lezioni del Prof. Antonino Romeo dedicate all’anno 1919, un anno “fatale” in cui si sono prodotti e realizzati eventi che hanno avuto una ricaduta nella successiva storia sia europea che italiana. Dopo gli incontri dedicati al Trattato di Pace di Versailles, alla nascita del Partito Popolare e dei Fasci di Combattimento, all’impresa di Fiume è la volta della Repubblica di Weimar che inaugura la serie di incontri estivi promossi presso lo Spazio Open, e congiuntamente con esso, che avranno inizio giovedì 4 luglio alle ore 19,30. Nata nel 1919 e durata fino all’avvento del nazismo nel 1933, la Repubblica di Weimar, che prende il nome dalla città tedesca dove, all’indomani della sconfitta, si tenne l’assemblea nazionale chiamata a redigere una nuova costituzione, una delle più moderne ed avanzate costituzioni redatte fino ad allora (l’Italia continuava nel 1919 ad essere retta dallo Statuto Albertino sia pure adattato ai tempi)

  • A Palazzo Alvaro l'Anassilaos presenta "La notte delle notti" di Maria Festa

    Si terrà venerdì 28 giugno alle ore 17,30 presso la Sala Gilda Trisolini della Città Metropolitana di Reggio Calabria la presentazione al pubblico reggino dell’ultima fatica letteraria della scrittrice e poetessa Maria Festa “La notte delle notti” edita da Città del Sole. L’evento, patrocinato dalla stessa Città Metropolitana e promosso congiuntamente dalla Fondazione Italo Falcomatà, dal Circolo Rhegium Julii, dal CIS-Centro Internazionale Scrittori della Calabria e dall’Associazione Culturale Anassilaos, rende omaggio ad un’autrice la cui opera, sia in versi che in prosa, ha attraversato grande parte della letteratura reggina degli ultimi decenni e il cui impegno, dispiegato nella promozione dei più diversi aspetti dell’arte e della cultura di Reggio Calabria, ha incrociato le personalità più eminenti di questa stessa arte e cultura.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.