unci banner

:: Evidenza

Grande Ospedale Metropolitano, la lettera di commiato del Direttore Generale Dott. Frank Benedetto

Grande Ospedale Metropolitano, la lettera di commiato del Direttore Generale Dott. Frank Benedetto

Accomiatarsi non è mai facile, specie quando si va via da un posto al quale si tiene particolarmente, per questo motivo quando ho deciso di scrivere una lettera di congedo da Direttore Generale di questa...

Crisi da sovraindebitamento e conciliazione: il convegno alla Camera di Commercio

Crisi da sovraindebitamento e conciliazione: il convegno alla Camera di Commercio

di Tatiana Muraca - La Camera di Commercio di Reggio Calabria è stata oggi sede di un interessante convegno intitolato “La procedura di risoluzione della crisi da sovraindebitamento e la conciliazione”. Seduti al tavolo per...

Il ministro Toninelli torna in Calabria: martedì 18 si recherà al Porto di Gioia Tauro

Il ministro Toninelli torna in Calabria: martedì 18 si recherà al Porto di Gioia Tauro

Reggio Calabria. Il prossimo 18 dicembre il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, senatore Danilo Toninelli, si recherà presso il Porto di Gioia Tauro per un sopralluogo delle aree portuali. Alle ore 12.20 è previsto...

Viola Reggio Calabria, Carnovali: "Spero di vedere la squadra nella parte alta della classifica"

Viola Reggio Calabria, Carnovali: "Spero di vedere la squadra nella parte alta della classifica"

Reggio Calabria. Ai microfoni di "Break In Sport" Tommaso Carnovali rivolge l'attenzione della Viola Reggio Calabria alla prossima sfida contro Salerno. "Potrebbe essere simile alle gare con Matera e Palestrina, Salerno ha caratteristiche simili a...

Reggio. Regaliamo un sorriso ai bambini ospedalizzati: raccolta doni a Piazza Camagna

Reggio. Regaliamo un sorriso ai bambini ospedalizzati: raccolta doni a Piazza Camagna

Reggio Calabria. “Regaliamo un sorriso ai nostri bambini”, un pensiero per chi passerà questo Natale con un peso nel cuore. È l'iniziativa promossa dall'Amministrazione comunale e metropolitana di Reggio Calabria, nella persona del sindaco Giuseppe...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAIl 12 ottobre a Siderno la presentazione de “La terra degli alberi caduti” di Claudio Cordova

Il 12 ottobre a Siderno la presentazione de “La terra degli alberi caduti” di Claudio Cordova

Pubblicato in CULTURA Giovedì, 11 Ottobre 2018 14:58

Si terrà il 12 ottobre presso la Biblioteca Comunale “Armando La Torre” di Siderno la presentazione de “La terra degli alberi caduti”, la video-inchiesta che il giornalista Claudio Cordova ha realizzato in Messico, Paese piegato e fiaccato dalla violenza e dalla connivenza tra il potere e la criminalità organizzata. Si tratta di un’inchiesta svolta sul campo che va ben oltre l’immagine folkloristica di spiagge e luoghi paradisiaci per il turismo: il documentario apre squarci di luce sul cono d’ombra informativo che copre il Messico. “La terra degli alberi caduti” è una video-inchiesta del giornalista calabrese Claudio Cordova, che ha effettuato una vera e propria discesa negli inferi, un viaggio durato diverse settimane.

Un racconto in prima persona del dramma messicano: attraverso le angoscianti testimonianze dei protagonisti e le crude immagini in presa diretta della devastante realtà di quel Paese, si assiste a un racconto incalzante e privo di infingimenti. Il documentario riporta le interviste dei più noti giornalisti messicani che si occupano dei diritti umani e dei rapporti tra narcos, politica e istituzioni.
L’appuntamento per la proiezione del documentario è alle 18.30 presso la Biblioteca Comunale in via Reggio 1 a Siderno. A dialogare con l’autore sarà il giornalista Gianluca Albanese.
Il documentario è frutto di produzione realizzata tra Italia e Messico, che racconta un dramma che è diventato ormai uno scandalo, che il panorama internazionale cerca di ignorare. Circa 40 mila persone scomparse e più di 980 fosse comuni. In Messico corruzione e narcos vanno a braccetto in molti casi e in molte regioni. A pagare sono anche i giornalisti che tentano di raccontare queste vicende, casi di narcopolitica, di pezzi dello Stato direttamente coinvolti con i gruppi di criminalità organizzata. In questa coincidenza di elementi - politica, cartelli della droga, affari - si nasconde il motivo della violenza contro i giornalisti. Una vera e propria “strategia della tensione” che non risparmia nessuno: emblematica la vicenda dei 43 studenti della scuola di Ayotzinapa, scomparsi per mano di forze dell’ordine e narcos.
Per la prima volta, un giornalista calabrese effettua un’inchiesta di tale portata. Il documentario, della durata di 48 minuti, affronta i temi più scottanti del Messico: dal traffico di droga alle connivenze istituzionali, passando per la dipendenza della magistratura dagli organi politici, che si traduce in un tasso di impunità che supera il 90%. In Messico la pratica della tortura è ampiamente generalizzata, il numero di omicidi vicino a quelli delle zone di guerra e le violazioni dei diritti umani, che non risparmiano donne e bambini, all’ordine del giorno. Un Paese in cui 40 milioni di persone vivono sotto lo stato di povertà e in cui la libertà di stampa è compressa, attraverso la censura e i rastrellamenti dei cronisti non allineati.
La regia è stata realizzata dal giornalista Antonio Morelli e dal cineasta argentino, ma residente in Messico da anni, Gabriel Dombek.
La partecipazione alla presentazione è libera e gratuita: appuntamento quindi a venerdì 12 ottobre a Siderno, presso la Biblioteca Comunale.
Associazioni, scuole, enti e realtà che fossero interessati alla proiezione e alla presentazione della video-inchiesta possono scrivere alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Claudio Cordova, 32 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online “Il Dispaccio”. Ha lavorato per diverse testate calabresi, occupandosi di cronaca nera e giudiziaria e di giornalismo investigativo. Nel 2014 è stato nominato consulente esterno della Commissione Parlamentare Antimafia. Ha vinto diversi premi per l’attività giornalistica, tra cui quello del Coordinamento Nazionale Riferimenti, "Giornalismo in trincea", il premio giornalistico “Letizia Leviti” e il premio giornalistico “Arrigo Benedetti”. Fa parte della rete IRPI-Correctiv per la pubblicazione di inchieste sulla criminalità organizzata, pubblicando sul Dispaccio il versante calabrese delle vicende, e portando un grande contributo come presenza sul campo. Ha pubblicato i libri “Terra venduta. Così uccidono la Calabria – Viaggio di un giovane reporter sui luoghi dei veleni” (Laruffa, 2010) e “Il sistema Reggio” (Laruffa, 2013).

Siderno 11 ottobre 2018

Letto 117 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Al Cinema Aurora "La terra degli alberi caduti" di Claudio Cordova

    Si è tenuta presso il cinema Aurora di Reggio Calabria, la prima proiezione di: "La terra degli alberi caduti", la video-inchiesta che il giornalista Claudio Cordova ha realizzato in Messico. Paese piegato e fiaccato dalla violenza e dalla connivenza tra il potere e la criminalità organizzata. Si tratta di un'inchiesta svolta sul campo che va ben oltre l'immagine folkloristica di spiagge e luoghi paradisiaci per il turismo: il documentario apre squarci di luce sul cono d'ombra informativo che copre il Messico.
    Un documentario inchiesta di 48 minuti, in cui il giornalista ci propone la sua visione, in prima persona, una terra molto diversa da quelle delle cartoline delle agenzie,

  • Reggio Calabria. Al Cinema Aurora la proiezione de “La terra degli alberi caduti"

    Reggio Calabria. Si terrà il 26 giugno presso il cinema Aurora di Reggio Calabria la prima presentazione/proiezione nella città dello Stretto de “La terra degli alberi caduti”, la video-inchiesta che il giornalista Claudio Cordova ha realizzato in Messico, Paese piegato e fiaccato dalla violenza e dalla connivenza tra il potere e la criminalità organizzata. Si tratta di un’inchiesta svolta

  • “La terra degli alberi caduti”: in uscita la video-inchiesta di Claudio Cordova. Un giornalista calabrese racconta l’inferno messicano

    “Nel corso della ricerca ci siamo resi conto che era stata la Polizia a portarsi via i nostri figli con l’appoggio di agenti statali compreso il loro comandante. Quando abbiamo capito che erano stati sequestrati dalla polizia abbiamo cercato l’aiuto del Governo e poi di tutte le istituzioni. Ingenuamente, senza poter immaginare a che livello fosse la corruzione in Messico. Quando abbiamo visto che le nostre richieste non andavano avanti abbiamo iniziato a indagare per conto nostro, pagando investigatori e avvocati perché quando succedono queste cose nessuno sa come difendersi, come presentarsi davanti alle istituzioni di governo.

  • Le Muse: “Due tenori ed una soprano”: incontro con i giornalisti Inserra, Cordova e Panzera

    Reggio Calabria. Nuova domenica alle Muse, il 28 gennaio presso la Sala D’Arte di via San Giuseppe 19,  che alle ore 18 vedrà la manifestazione “Due tenori ed una soprano”, evento organizzato per dibattere sul ruolo dell’informazione oggi in Calabria. Il presidente Muse professore Giuseppe Livoti ribadisce l’importanza di tale conversazione all’insegna di quella continuità

  • Antonio Ludovico presenta i "Racconti imperfetti" al Circolo Venezia

    Reggio Calabria 10/03/2017 – Al Circolo Venezia i 31 “Protagonisti imperfetti” di Antonio Ludovico si raccontano. Canzoni, storie, passioni, che diventano fisicità. Antonio Ludovico, avvocato, con la passione per la musica, nel suo libro, descrive luoghi e persone, piccole narrazioni coinvolgenti. Un racconto con una voce solista, accompagnato per l’occasione da due “coristi” imperfetti, il sociologo della musica Fulvio D’Ascola e il giornalista Claudio Cordova.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.