unci banner

:: NEWS

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Successo a Bocale per la giornata ecologica promossa da Pro Loco e Legambiente

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione rispetto ai tempi del rispetto dell’ambiente. È stato questo il leit motiv dell’iniziativa tenutasi qualche giorno addietro presso il litorale di Bocale, promossa ed organizzata...

Avviata la cabina di regia per le festività mariane 2019

Avviata la cabina di regia per le festività mariane 2019

Avviata la macchina organizzativa per le iniziative culturali e musicali previste nel calendario dei festeggiamenti civili delle celebrazioni mariane per il prossimo mese di settembre. Si è riunita questa mattina...

Palmi, ambiente e territorio: riunione tra i sindaci per chiedere immediati provvedimenti

Palmi, ambiente e territorio: riunione tra i sindaci per chiedere immediati provvedimenti

Continua senza sosta il lavoro dell’Amministrazione Comunale per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e del nostro patrimonio naturale. Questa mattina il sindaco Giuseppe Ranuccio ha preso parte ad una...

Reggio Live Fest 2019: Arena dello Stretto gremita e standing ovation per Max Weinberg e Alessandro Quarta

Reggio Live Fest 2019: Arena dello Stretto gremita e standing ovation per Max Weinberg e Alessandro Quarta

“Due serate eccezionali, generi diversi ma con un comune denominatore: l’Arte, la creatività e le emozioni della grande Musica dal vivo ai massimi livelli internazionali... La location unica al mondo...

Cataforio, ufficiale un altro top player: Angelo Creaco è bianconero

Cataforio, ufficiale un altro top player: Angelo Creaco è bianconero

L’Asd Cataforio C5 Reggio Calabria, comunica di avere ingaggiato Angelo Creaco, universale-pivot classe 1989 di Reggio Calabria. Nelle ultime due stagioni ha contribuito al doppio salto di categoria del Futal...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAIl Museo Archeologico festeggia la Pasqua con l’apertura straordinaria di lunedì di Pasquetta

Il Museo Archeologico festeggia la Pasqua con l’apertura straordinaria di lunedì di Pasquetta

Pubblicato in CULTURA Sabato, 20 Aprile 2019 14:14

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria resterà aperto nei giorni di Pasqua, Pasquetta e del 25 aprile secondo il consueto orario 9.00 - 20.00, con ultimo ingresso alle 19.30.
L'istituzione, diretta da Carmelo Malacrino, non mancherà di sorprendere e soddisfare le curiosità dei visitatori e dei turisti che giungeranno in città per le vacanze pasquali.
Una grande opportunità di conoscere la ricchezza della Calabria nell’antichità attraverso un percorso espositivo articolato su quattro livelli, dalle più antiche testimonianze della preistoria fino alla magnificenza dell’età romana. Come sempre l’ingresso sarà gratuito per tutti i ragazzi fino a 18 anni, mentre il biglietto costerà solo 2 euro per i giovani da 19 a 25 anni con l’iniziativa #iovadoalmuseo voluta dal Ministro dei Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

Non solo i reperti della collezione permanente e i magnifici Bronzi di Riace, ma senza alcun sovrapprezzo si potranno visitare anche le tre mostre temporanee ospitate in Museo.
In attesa dell’apertura il 2 maggio della prossima esposizione in Piazza Paolo Orsi, su grande richiesta è stata prorogata la mostra "Il cibo degli dei. Rituali e offerte nei santuari della Calabria greca", a cura di Carmelo Malacrino e Daniela Costanzo. L'esposizione presenta, in un suggestivo percorso, le antiche pratiche religiose legate ai sacrifici animali e alle offerte votive delle primizie del raccolto, testimoniando l'intimo e complesso rapporto tra uomo e divinità attraverso il cibo.
In sinergia con il dipartimento dArTe dell'Università "Mediterranea" di Reggio Calabria, in Museo anche l'esposizione "Improbabili morfologie. Disegni per il Campo Marzio di Giovan Battista Piranesi", frutto del lavoro del professor Gaetano Ginex e della sua equipe di esperti. Un omaggio al giovane architetto veneziano che, nella seconda metà del XVIII secolo, avviò una grande operazione di tutela e studio dei ruderi antichi dell'Urbe al fine di salvarli dall'oblio. I suoi studi sul rilievo e l'indagine autoptica condotta sul Campo Marzio, correlati da immagini, modelli e installazioni video, saranno esposti al MArRC sino al prossimo 27 aprile.
E poi, al livello E del MArRC, la grande mostra "Dodonaios. L'oracolo di Zeus e la Magna Grecia", frutto delle sinergie internazionali con il Museo Archeologico di Ioannina (Grecia) e il dipartimento di Scienze e Patrimonio Culturale dell'Università di Salerno. L'esposizione, curata dal Direttore Malacrino insieme a Konstantinos Soueref e Luigi Vecchio, testimonia gli stretti contatti, avvenuti tra il VI e il III secolo a.C., tra le colonie greche della Magna Grecia e il santuario di Dodona, in Epiro, considerato il più antico tra gli oracoli dei greci. Significative, in tal senso, le numerose laminette votive in piombo lasciate nel santuario dai fedeli, tra cui quelle dei viaggiatori provenienti dalla Magna Grecia.
Tra il livello D e il Livello E, inoltre, si spalanca agli occhi dei visitatori il prezioso mosaico di tarda età imperiale raffigurante Nettuno su biga, provvisto di tridente. Ritrovato sul finire del XIX secolo nell'area del torrente Annunziata, giaceva dal 1943 in una cassa e ora, dopo due anni di restauro, arricchisce la collezione del MArRC.
Aperte, infine, grazie al contributo dei volontari del Touring Club, sezione di Reggio Calabria, anche le tombe di età ellenistica, scoperte da Piacentini nel 1932 durante i lavori di edificazione del Museo. Senza alcun sovrapprezzo saranno visitabili nella domenica di Pasqua dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30.
Reggio Calabria, 20 aprile 2019

Letto 235 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Inaugurata al MArRC la mostra “Diego Vitrioli. Un raffinato collezionista nella Calabria dell’Ottocento”

    Inaugurata al MArRC in Piazza Paolo Orsi l’esposizione “Diego Vitrioli. Un raffinato collezionista nella Calabria dell’Ottocento”, curata dal direttore Carmelo Malacrino. Un evento che si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per il Bicentenario del Vitrioli. Un aspetto poco noto ma altrettanto importante quello in mostra al Museo Archeologico di Reggio Calabria. Tra i reperti in esposizione uno spettacolare cratere a campana a figure rosse, della ricca collezione archeologica dell'illustre poeta e latinista reggino, custodito al Museo ed esposto al pubblico per la prima volta in questa occasione del bicentenario della nascita del "principe dei letterati" (come Leone XIII definì Vitrioli).

  • Al MArRC il Concerto dell'Orchestra d'archi del Conservatorio "Cilea" diretta da Hakan Şensoy

    Il 9° concerto della Stagione 2019 del Conservatorio reggino sarà ospitato dal Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria nell'ambito della programmazione delle Giornate dell'Archeologia in Europa: sabato 15 giugno alle ore 18, l'Orchestra d'archi dell'Istituto si esibirà sotto la direzione di Hakan Şensoy al termine di una masterclass da lui tenuta nei giorni scorsi su invito del Conservatorio.
    In programma musiche dei classici Corelli, Vivaldi, Bach, Haydn e di due autori del Novecento: l'argentino Enrique Alessio, famoso suonatore di bandoneón, e il compositore russo-tedesco Alfred Schnittke.

  • 2 giugno 2019: la Festa della Repubblica al MArRC

    Anche al MArRC domenica 2 giugno si celebra la Festa della Repubblica, rigorosamente alla scoperta del patrimonio culturale calabrese. L'ingresso è gratuito per tutti con la promozione #iovadoalmuseo #IoVadoalMArRC. Il Museo resterà aperto dalle ore 9.00 alle 20.00 (ultimo ingresso alle 19.30). La manifestazione rientra nel programma delle iniziative del progetto "Discover Museums", in collaborazione con l'Università Mediterranea di Reggio Calabria e con gli altri Atenei calabresi, in preparazione alla Notte Europea dei Ricercatori (che si terrà nel mese di settembre).

  • Conclusa con successo la mostra "Frammenti di storia" al Museo archeologico Reggio Calabria

    Si è conclusa la mostra itinerante “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia Scientifica”, allestita nella Piazza Orsi del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.
    Inaugurata per la prima volta lo scorso anno a Roma, la mostra fotografica aveva fatto tappa in diverse province d’Italia prima di “approdare” a Reggio Calabria, riscuotendo sempre grande successo nel pubblico. I risultati sono stati confermati anche in terra calabrese dove la “gallery”, allestita come una vera e propria mostra fotografica, ha richiamato dal 21 al 26 maggio oltre 3.000 visitatori di ogni fascia d’età.

  • Al MArRC “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini, i sopralluoghi della Polizia Scientifica”

    La stagione dei sequestrati, il naufragio di Lampedusa, le stragi di mafia, gli attacchi alla magistratura, alle istituzioni e alle vittime innocenti di ‘ndrangheta.
    Sono alcuni dei temi ripresi dalla mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, che sarà ospitata in piazza Paolo Orsi del Museo Archeologico di Reggio Calabria da oggi a domenica 26 maggio. Si tratta di un progetto culturale, “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini, i sopralluoghi della Polizia Scientifica”, che parla ai visitatori e soprattutto ai ragazzi, mostrando tramite le immagini alcuni dei fatti più significativi che hanno caratterizzato il XX secolo e l’inizio del terzo millennio.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.