unci banner

:: NEWS

Accademia Italiana della Cucina, alla cena Ecumenica di Cittanova sfilano i piatti della migliore tradizione calabrese

Accademia Italiana della Cucina, alla cena Ecumenica di Cittanova sfilano i piatti della migliore tradizione calabrese

Anche quest’anno l’Accademia italiana della Cucina, prestigiosa istituzione culturale della Repubblica italiana fondata a Milano nel 1953 da Orio Vergani, ha organizzato lo scorso 17 Ottobre la Cena Ecumenica, una...

Straripante esordio di campionato per la Pallacanestro Viola contro la Vis Reggio Calabria

Straripante esordio di campionato per la Pallacanestro Viola contro la Vis Reggio Calabria

Alla presenza di oltre 600 tifosi, parte col botto il campionato di C Silver della Pallacanestro Viola che vince meritatamente contro la Vis Reggio Calabria di coach D'Arrigo. Primo tempo...

Villa, manifestazione d'interesse per la subconcessione del piazzale Anas

Villa, manifestazione d'interesse per la subconcessione del piazzale Anas

L'Amministrazione Comunale di Villa San Giovanni, guidata dal sindaco Giovanni Siclari, procede a passi spediti per raggiungere l'obiettivo principe, ovvero, dare un nuovo volto alla città liberandola dai disagi legati...

In piazza Italia il presidio unitario per la Democrazia e la Costituzione

In piazza Italia il presidio unitario per la Democrazia e la Costituzione

Il presidio unitario per la Democrazia e la Costituzione, costituito dai cittadini e dai rappresentanti delle Istituzioni, delle Associazioni e delle organizzazioni sindacali e politiche, che hanno condiviso l'appello dell'ANPI...

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

È importante che, a problemi strutturali, si diano risposte strutturali. Ribadiamo, anche da questo palcoscenico, che chi di dovere deve avere l'umiltà di sedersi intorno ad un tavolo, con tutte...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAIl trio Cucinotta, Belvedere, Andreozzi con le "Figlie di E.V.A" in scena al Teatro Gioiosa

Il trio Cucinotta, Belvedere, Andreozzi con le "Figlie di E.V.A" in scena al Teatro Gioiosa

Pubblicato in CULTURA Mercoledì, 24 Aprile 2019 13:58

Una commedia straordinaria “Figlie di E.V.A.”, per la regia di Massimiliano Vado, andrà in scena Sabato 27 aprile alle ore 21.00, presso il Teatro Gioiosa di Gioiosa Ionica. Sul palco un trio femminile d’eccellenza composto da grandissime attrici dalla sfavillante carriera: Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi. La storia appassionante racconta di tre donne che uniscono le loro forze per vendicarsi astutamente dello stesso uomo, riuscendo sul finale a comprendere che è solo grazie al loro coraggio che riusciranno a dare una svolta alle loro vite.

Il cartellone della XXVIII Stagione Teatrale della Locride 2018-2019 punta all’eccellenza con l’ennesimo appuntamento con il teatro di qualità che rientra nella ricca rassegna invernale, giunta con successo al termine, messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano.

Lo spettacolo è stato scritto dalla stessa Andreozzi e Vincenzo Alfieri e vede in scena anche Grazia Giardiello e Marco Zingaro. Le scene sono di Mauro Paradiso, i costumi di Laura Di Marco, per una produzione Bis Tremila.

Figlie di E.V.A. è la storia di un uomo astuto, che inganna tre donne, la storia di tre donne diverse, che diventano amiche nonostante tutto. Figlie di E.V.A. è tre storie in una, come sono tre i nomi delle protagoniste: Elvira, Vicky e Antonia.

Elvira. Dietro a ogni grande uomo c’è una grande donna: la segretaria. Elvira sa, Elvira vede, Elvira risolve. A lei, il Cardinale Richelieu, le fa un baffo. Vicky. Moglie tradita, è una “povera donna di lusso”, sposata per il suo patrimonio. Un po’ ingenua, un po’ scaltra, un po’ colomba, un po’ volpe. Anzi lince, nel senso della pelliccia. Antonia. Prof di latino, precaria, bellissima, in attesa del primo amore e di una cattedra.

A legare le tre donne c’è Nicola Papaleo. Sindaco disonesto che le mette nei guai per diversi motivi: manda Elvira nelle peste legali per falso in bilancio; abbandona Vicky in diretta tv per una ragazza più giovane; incastra Antonia che viene beccata a passare gli scritti di maturità a suo figlio e pertanto radiata dal provveditorato. Le tre, che mal si sopportano, unite da un sano sentimento di vendetta, si coalizzano: lo vogliono morto. Anzi, meglio: lo vogliono trombato, come si dice dei politici che perdono le elezioni.
Come? Attraverso la consapevolezza, prima di tutto, che dietro a un grande uomo a volte non c’è nessuno perché sono le donne che devono avere il coraggio di mettersi davanti a tutti.

Una bella e spassosa storia di solidarietà, che traccia anche un messaggio preciso sulla condizione della donna, spesso costretta a stare un passo indietro ma capace di tirare fuori risorse geniali e rimontare, vincendo in volata.

Gioiosa Ionica, 24 aprile 2019

Ufficio stampa
Centro Teatrale Meridionale

Letto 222 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Omaggio a L’infinito di Leopardi con “Alla Luna” al Tempio di Marasà

    “Alla Luna” è una pièce teatrale di Walter Manfrè, un coinvolgente spettacolo di poesia e musica dedicato all’opera di Giacomo Leopardi che si terrà nel suggestivo Tempio ionico di Marasà, sotto le stelle del cielo dell’Area Archeologica Locri Epizefiri, sabato 31 Agosto alle ore 21.30. Il Centro Teatrale Meridionale propone uno spettacolo incantevole, che rientra nella rassegna estiva della XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020, per la direzione artistica di Domenico Pantano, reduce dal grande successo di “Trinummus, le tre monete” la commedia di Plauto, in scena a Locri e a Roccella, dopo aver conquistato in anteprima nazionale il pubblico del Festival Dionisiache 2019.

  • Trinummus: la commedia delle tre monete, in scena a Roccella Ionica e a Locri

    La XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020 messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano, prosegue nel percorso di riscoperta dei capolavori del teatro classico. In scena, questa volta, venatura ironica e straripante comicità plautina con “Trinummus, la commedia delle tre monete” che racconta la storia di un giovane scialacquatore, che viene salvato, tramite un benevolo raggiro, da un vecchio amico del padre e dall’immancabile servo parassita che ammette di rubare i soldi al padrone e di voler mangiare e divertirsi alle spalle altrui.

  • L'Anfitrione di Plauto con Debora Caprioglio e Franco Oppini in scena a Locri

    Due attori noti al grande pubblico, Debora Caprioglio e Franco Oppini ne “L’Anfitrione” di Plauto in scena a Locri, mercoledì 14 agosto, alle ore 21.30, presso la Corte del Palazzo della città per la XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020. Il capolavoro di Tito Maccio Plauto nella versione di Livio Galassi, per il terzo appuntamento con il grande teatro della rassegna estiva messa a punto messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano. Un grande schermo bianco che scandisce il ritmo di un’ora e venti circa di spettacolo, una scenografia essenziale ma emozionante e delle musiche intense affidate a Luciano Francisci: sono le caratteristiche della nuova proposta teatrale dell’Associazione Culturale Teatroper, in coproduzione con SiciliaTeatro.

  • “Le Donne al Parlamento”: il surrealismo di Aristofane in scena a Roccella e a Locri

    Continuano gli appuntamenti della XXIX Stagione Teatrale della Locride a cura del Centro Teatrale Meridionale. Un grande classico del mondo greco “Le Donne al Parlamento” per la prestigiosa rassegna estiva della XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020 messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano, che si conferma tra gli appuntamenti imperdibili dell’estate culturale calabrese.

  • “Lo strano paese dei campanelli” con Edoardo Guarnera in scena a Gioiosa Ionica

    Nell’ambito della XXVIII Stagione Teatrale della Locride 2018-2019, il Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano, ha inserito nella propria programmazione una divertente commedia musicale: “Lo strano paese dei campanelli”, tratta dalla nota operetta “Il Paese dei campanelli” scritta da Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, adattata da Mariella Guarnera e prodotta da Guarner Bros. Venerdì 12 Aprile alle ore 21.00, il Teatro Gioiosa di Gioiosa Ionica vedrà in scena Edoardo Guarnera, noto volto tv, già protagonista del “Bagaglino”, di “Ci vediamo in tv” e varie trasmissioni televisive Rai e Mediaset, come attore (nei panni del Capitano Hans), nonché regista di questa esilarante commedia.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.