unci banner

:: NEWS

La migrazione degli uccelli rapaci agli “Incontri di natura” del Parco

La migrazione degli uccelli rapaci agli “Incontri di natura” del Parco

Prosegue il ciclo di conferenze organizzato dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane...

Serata Tchaikovsky al Teatro Cilea con l’Orchestra del Conservatorio

Serata Tchaikovsky al Teatro Cilea con l’Orchestra del Conservatorio

Per la prima volta a Reggio Calabria una "Serata Tchaikovsky" al Teatro Cilea dedicata al celeberrimo compositore russo che tanto amò l’Italia. Sabato 19 ottobre 2019 alle ore 20:30, il...

Il XXXIV Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019 esalta l’antica lingua degli Incas e i versi di uno svizzero-italiano

Il XXXIV Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019 esalta l’antica lingua degli Incas e i versi di uno svizzero-italiano

Un progetto senza confini: il Premio Mondiale di Poesia Nosside 2019 va ex-aequo a una lirica composta nell’antica lingua “quechua” del popolo andino degli Incas e ad una poesia di...

Italia Nostra: tre rare protagoniste arricchiranno il patrimonio botanico della via marina

Italia Nostra: tre rare protagoniste arricchiranno il patrimonio botanico della via marina

L’Associazione Italia Nostra Sezione di Reggio Calabria, in collaborazione con il Comune di Reggio Calabria, Settore Ambiente, Servizio Agricoltura e verde pubblico, porta a compimento l’iniziativa avviata lo scorso mese...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAKaulonia Tarantella Festival: Mimmo Morello e Fantafolk tra greco e grecanico

Kaulonia Tarantella Festival: Mimmo Morello e Fantafolk tra greco e grecanico

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 19 Agosto 2019 11:23

Il Kaulonia Tarantella Festival 2019 entra nel vivo. Blu come il mare, greco come il mito e come la serata di lunedì 19 agosto in cui le inconfondibili sonorità elleniche si fonderanno con i canti dell’area grecanica calabrese nel progetto inedito e innovativo “Greco e Grecanico: isole”, pensato appositamente per il pubblico di Piazza Mese. Sul main stage un tris di fuoriclasse del genere composto da Mimmo Morello, Fantafolk e Gergiani Parea.

Talentuoso musicista e polistrumentista, Mimmo Morello da Palizzi canta, suona organetto e tamburello, chitarra e mandolino e vari tipi di zampogna di cui è abile costruttore di ance. A Caulonia incrocerà la musica dei Fantafolk, un duo composto da Andrea Pisu (launeddas) e Vanni Masala (organetto), due riconosciuti maestri apprezzati per le loro capacità virtuosistiche e la piena padronanza del repertorio tradizionale, ma non solo. Da alcuni anni portano avanti un percorso di sperimentazione che, partendo dagli schemi ritmici dei balli sardi, si apre a diverse influenze esterne creando una musica coinvolgente e dal forte carattere personale. Partendo dalla matrice sarda esplorano con padronanza le potenzialità dei due strumenti.

L’antipasto dell’ora di cena all’affresco bizantino è offerto da Fabio Tricomi e Palma Comandè, insieme per una produzione originale Ktf. Musicista ed etnomusicologo, Tricomi dal 1983 si dedica alla ricerca e alla documentazione degli aspetti musicali legati alla tradizione siciliana. L’esperienza diretta con i musicisti tradizionali della sua regione lo ha portato ad approfondire la conoscenza e lo studio, non solo teorico, delle tecniche e degli stili esecutivi su vari strumenti di pertinenza agropastorale (scacciapensieri, tamburello, flauto di canna, zampogna). Conosciuta per essere la nipote di Saverio Strati, Palma Comandè racconterà storie da Cefalonia sull’eccidio per mano tedesca a largo della Grecia durante la Seconda Guerra Mondiale.

Un festival, il KTF, che da sempre ha dato risalto alle contaminazioni culturali tra i popoli del sud assumendo, dopo tutti questi anni, il ruolo di vero e proprio propulsore culturale con l’intento di promuovere a livello internazionale attraverso l’eredità della musica e della danza tradizionale popolare l’incredibile patrimonio storico artistico culturale dell’alto Jonio reggino.


Scopri il programma completo su www.kauloniatarantellafestival.it

19 agosto 2019

Letto 111 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Kaulonia Tarantella Festival: gran finale con Paola Turci, Mimmo Cavallaro e la KTF Orchestra

    Una parata di stelle per il gran finale del Kaulonia Tarantella Festival 2019. La kermesse di musica e cultura etnica chiuderà i battenti martedì 20 agosto con grandi ospiti tra cinema e musica. L’attesa è tutta per la performance di Paola Turci, raffinata interprete della canzone italiana che sul palco di piazza Mese incontrerà il padrone di casa Mimmo Cavallaro, figura musicale di spicco del Ktf e prodotto diretto e musicalmente più rappresentativo di 20 anni di festival. Ad accompagnarli la Ktf Orchestra, progetto musicale che si avvale del talento di giovani musicisti cauloniesi, che con passione e sacrifici da anni portano avanti la tradizione bandistica dell’antica Castelvetere.

  • Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

    Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto ad accogliere domenica 18 agosto per la prima volta la Calabria Orchestra, un ensemble unico con una cifra artistica indiscussa potendo contare sull'apporto di personalità musicali di sicuro rilievo. Un progetto che, sotto il patrocinio del Conservatorio di Cosenza, esalta la cultura e la musica del sud, un collettivo che lavora per la musica made in Calabria e rappresenta tutta la Regione. Un grande spettacolo pensato, suonato, intrecciato e costruito con i grandi musicisti della nostra terra. Un progetto musicale diretto dal maestro Checco Pallone che raccoglie tutti i più grandi successi della musica del sud e in particolare di quella calabrese in un unico spettacolo. L'ensemble sarà impreziosito dalla chitarra battente di Francesco Loccisano e dal cajon di Tonino Palamara, due ragazzi di Calabria apprezzati e affermati in tutta Italia.

  • Vinicio Capossela apre il Kaulonia Tarantella Festival 2019

    Da oggi al 20 agosto Caulonia diventa capitale della musica popolare. L'edizione 2019 del Kaulonia Tarantella Festival sarà aperta ufficialmente questa sera da Vinicio Capossela, pronto ad accendere il palco di Piazza Mese, cuore pulsante della kermesse. Il concerto è l'occasione per presentare le canzoni del nuovo disco Ballate per uomini e bestie. Un'opera di grande forza espressiva che guarda alle pestilenze del nostro presente travolto dalla corruzione del linguaggio, dal neoliberismo, dalla violenza e dal saccheggio della natura. La forma scelta da Capossela per questa sua nuova impresa artistica è quella della ballata, come occasione di pratica metrica e di svincolamento dalla sintesi.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.