unci banner

:: Evidenza

"La libertà è un colpo di tacco" nella nuova sede Arci "Samarcanda"

"La libertà è un colpo di tacco" nella nuova sede Arci "Samarcanda"

di Giusi Mauro - Se pur non si tratta di una prima uscita, la scelta di Arci Reggio Calabria, di inaugurare la nuova sede: “Samarcanda”, li dove una volta vi era l’ex bowling del re...

Taurianova, le riflessioni del commissario UDC, Salvatore Leva

Taurianova, le riflessioni del commissario UDC, Salvatore Leva

Il commissario della locale sezione Udc di Taurianova, Salvatore Leva afferma: appresa la notizia tramite stampa delle dimissioni rassegnate dal vicesindaco Carmela Patrizio credo che sia doveroso che vadano fatte alcune considerazioni da parte da...

Disperso nel Parco d'Aspromonte: ritrovato a Pietra Cappa dagli operai di Calabria Verde

Disperso nel Parco d'Aspromonte: ritrovato a Pietra Cappa dagli operai di Calabria Verde

Reggio Calabria. Il 18 gennaio, nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio coordinato del Reparto Carabinieri Parco Nazionale d’Aspromonte di Reggio Calabria, i militari delle Stazioni Parco di Gerace e di San Luca,...

Le congratulazioni di Giovanna Campolo per la nuova nomina di Mattia Emanuele

Le congratulazioni di Giovanna Campolo per la nuova nomina di Mattia Emanuele

"Mi congratulo con l'amico Mattia Emanuele per la nomina a Garante metropolitano per l'infanzia e l'adolescenza della città di Reggio Calabria ricevuta dal sindaco Giuseppe Falcomatà. Si tratta di un incarico di alta responsabilità che...

Rosi Perrone: bene l’incontro con Confindustria, ora si punti al rilancio della Zes

Rosi Perrone: bene l’incontro con Confindustria, ora si punti al rilancio della Zes

La presenza del presidente nazionale degli industriali a Reggio Calabria è un buon segnale, soprattutto in questa fase travagliata per il governo regionale e per la Città Metropolitana. Apprezzando in toto le parole di Vincenzo...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAL'Anassilaos presenta il saggio “Storia dei Mediterranei. Popoli, culture materiali e immaginario dall'età antica al Medioevo”

L'Anassilaos presenta il saggio “Storia dei Mediterranei. Popoli, culture materiali e immaginario dall'età antica al Medioevo”

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 15 Ottobre 2018 14:42

Giovedì 18 ottobre presso la Villetta de Nava alle ore 16,45 l’Associazione Culturale Anassilaos, congiuntamente con il Comune di Reggio Calabria e la Biblioteca Pietro De Nava, presenta al pubblico reggino il saggio “Storia dei Mediterranei. Popoli, culture materiali e immaginario dall'età antica al Medioevo” (Ediz. Storia e Studi Sociali) che ha unito tredici studiosi di alto profilo, italiani ed esteri (Franco Cardini, Massimo Cultraro, Flavio Enei, Massimo Frasca, Jean Guilaine, Stefano Medas, Antonio Musarra, Patrice Pomey, Carlo Ruta, Alberto Salas Romero, Laura Sanna, Francesco Tiboni, Alessandro Vanoli) intorno ad un comune tema di ricerca, il Mediterraneo, perlustrato con strumenti analitici mirati, allo scopo di coglierne in maniera nuova le ricche pluralità, le differenze, il policentrismo etnico e culturale, e sottolinearne tuttavia, oltre le parzialità degli approcci eurocentrici, le comunanze, le contaminazioni e i fondamentali punti di contatto e di confluenza.

L’esito è quello di un’indagine plurale e sfaccettata ma allo stesso tempo coesa, che in circa 500 pagine ripercorre, attraverso un ordito che è stato voluto multidisciplinare, le fasi più emblematiche di una vicenda lunga, dalla protostoria al Medioevo, con l’adozione di metodologie affinate e innovative, allo scopo di identificare le ragioni e i progetti di vita sociale e civile di un Mediterraneo che è la somma sorprendente di tanti Mediterranei, di un mondo che è in realtà un insieme di mondi, ognuno con propri caratteri ma tutti portatori di una naturale disposizione a relazionarsi. Si tratta allora di tante storie, che però finiscono inevitabilmente con il convergere e l’intrecciarsi. È la storia, ad esempio, di un Oriente che in alcuni tratti nodali riesce a supportare le trame civili dell’Occidente. È la vicenda di un Nord che finisce con il condividere i propri destini con quelli del Sud, ancora attraverso contagi, materiali e culturali. È la storia, ancora, del sacro, lacerato e attraversato da chiusure identitarie, e che tuttavia, in maniera sorprendente, si ritrova a dialogare e a coesistere, nel concreto della vita materiale e nelle vicissitudini intellettuali. È la storia, in definitiva, di popoli distanti che, indotti dal bisogno e dalle ricorrenti migrazioni, finiscono però con il ritrovarsi, su piani fondamentali, in un ethos accomunante, fatto di tradizioni, conoscenze e tecniche condivise, di leggi del mare, di contagi artistici, cultuali e culturali. È la storia, anche, di conflitti accesi e devastanti, che non frustrano tuttavia la volontà dei popoli che circondano il Mediterraneo, da nord a sud, da oriente a occidente, nella ricerca, in realtà inesauribile, del contatto. All’incontro interverranno il prof. Massimo Cultraro, docente di Archeologia Egea presso l’Università Palermo e ricercatore IBAM-CNR a Catania; il prof. Massimo Frasca, docente di Archeologia della Magna Grecia, Università Catania; prof. Carlo Ruta, saggista e storico del Mediterraneo. A coordinare il dibattito il dott. Fabrizio Sudano della Soprintendenza Beni Archeologici di Reggio Calabria. Introdurrà la Dr.ssa Marilù Laface, Responsabile Beni Culturali Ass. Anassilaos.

Rc 15 ottobre 2018

Letto 198 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Anassilaos: le baracche tra i pochi resti post Terremoto ancora esistenti

    Le manifestazioni commemorative del 110° anniversario della catastrofe sismica del 1908 possono offrire l’occasione e l’opportunità di conservare e tutelare – accanto ai pochi edifici che hanno resistito alla furia del sisma e di cui sarebbe opportuna una completa catalogazione – anche le ultime baracche esistenti nella nostra città quale memoria e monito, al presente, di una catastrofe da cui Reggio Calabria è rinata sia pure con notevoli sforzi e ritardi. Lo sostiene Giuseppe Diaco, cultore di storia, collezionista, responsabile dell’Associazione Culturale Anassilaos e promotore della mostra dedicata al terremoto del 28 dicembre tuttora in corso presso la Villetta De Nava della Biblioteca Civica

  • Giovedì 17 gennaio in Biblioteca l'incontro dell'Anassilaos: "La Chiesa reggina e il Terremoto del 28 dicembre"

    Si terrà giovedì 17 gennaio alle ore 16,45 presso la Villetta De Nava il terzo degli incontri dedicati alla commemorazione del sisma del 28 dicembre promossi dal Comune di Reggio Calabria, dall’Associazione Culturale Anassilaos e dalla Biblioteca De Nava con l’adesione dell’Associazione Amici del Museo e il patrocinio della Deputazione di Storia Patria per la Calabria. Al centro della conversazione di Mons. Antonino Denisi, Decano del Capitolo Metropolitano, storico e componente della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, “La Chiesa reggina e la catastrofe del 28 dicembre”.

  • Incontro dedicato al Caravaggio nel martedì dell'Anassilaos allo Spazio Open

    Allo Spazio Open l'incontro di questo martedì organizzato dall'associazione culturale Anassilaos interamente dedicato alla storia e le opere di Caravaggio. Un viaggio in quella che fu una vita inquieta ma soprattutto di uno dei più grandi artisti italiani di tutti i tempi. L'Anassilaos da ora appuntamento per il prossimo giovedì alla biblioteca Pietro De Nava per il secondo appuntamento dedicato alla ricostruzione di Reggio post Terremoto del 1908

  • Lunedì 14 gennaio Luca Bianchini presenta “So che un giorno tornerai”

    Nell’ambito degli “Incontri con l’Autore” promossi dalla Libreria Nuova Ave e dall’Associazione Culturale Anassilaos, con l’adesione del Comune di Reggio Calabria, si terrà lunedì 14 gennaio con inizio alle ore 17,00 presso la Sala Perri di Palazzo Alvaro della Città Metropolitana di Reggio Calabria l’incontro con lo scrittore Luca Bianchini e il suo ultimo romanzo, edito da Mondadori, “So che un giorno tornerai”. Torinese, conduttore radiofonico di successo, Bianchini con Mondadori ha pubblicato i romanzi Instant love (2003), Ti seguo ogni notte (2004), la biografia di Eros Ramazzotti, Eros – Lo giuro (2005), Se domani farà bel tempo (2007), Siamo solo amici (2011), Io che amo solo te e La cena di Natale di Io che amo solo te (2013) – da cui sono stati tratti due film di grande successo -, Dimmi che credi al destino (2015) e Nessuno come noi (2017), in uscita sul grande schermo.

  • Alla Biblioteca De Nava il primo degli incontri Anassilaos dedicati alla ricostruzione post Terremoto 1908

    Alla Biblioteca De Nava il primo degli incontri di gennaio 2019 dedicati dall'associazione culturale Anassilaos alla ricostruzione della città dopo il Terremoto del 1908. Il professor Franco Arillotta relatore dell'appuntamento ha evidenziato quanto la ricostruzione sia stata una occasione mancata per la città che ancora una volta vedeva i suoi reperti, la sua storia, sommersa dalle macerie

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.