unci banner

:: Evidenza

Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica a Roccella Jonica

Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica a Roccella Jonica

Nella mattinata odierna, presieduta dal Prefetto Michele di Bari, si è tenuta, presso la Sala Consiliare del Comune di Roccella Jonica, una riunione straordinaria del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica con la...

Palmi al via il laboratorio di conservazione in sinergia con l’Università della Calabria e la Soprintendenza per i Beni Culturali

Palmi al via il laboratorio di conservazione in sinergia con l’Università della Calabria e la Soprintendenza per i Beni Culturali

È stato presentato ieri, presso la Biblioteca della Casa della Cultura di Palmi, il nuovo progetto per lo studio, la conservazione e il restauro dei calchi in gesso presenti all’interno della Gipsoteca “M. Guerrisi”, parte...

Viola: aspettando Costa d'Orlando, il punto di Allen Agbogan

Viola: aspettando Costa d'Orlando, il punto di Allen Agbogan

Alla vigilia della gara contro la Costa d'Orlando, Allen Agbogan ha presentato il prossimo impegno ai microfoni di Radio Touring 104. La guardia della Mood Project, ospite di "Tutti i Figli di Campanaro" vuole riscattare...

Falcomatà: “Passi in avanti contro ipotesi dissesto, il Governo sta rispettando gli impegni assunti con Reggio”

Falcomatà: “Passi in avanti contro ipotesi dissesto, il Governo sta rispettando gli impegni assunti con Reggio”

Il sindaco Giuseppe Falcomatà: “Passi in avanti contro ipotesi dissesto, il Governo sta rispettando gli impegni assunti con Reggio” “Possiamo registrare un sostanzioso passo in avanti da parte del Governo nella direzione della stabilità finanziaria...

Il Sidaco di Milano Giuseppe Sala in visita a Reggio Calabria

Il Sidaco di Milano Giuseppe Sala in visita a Reggio Calabria

Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, a Reggio per una visita alla Hitachi Rail Italy, è stato ricevuto a Palazzo Alvaro dal Vicesindaco Metropolitano Riccardo Mauro. Di seguito il discorso integrale del Vicesindaco Mauro: “È...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURALa terza notte nazionale del Liceo Classico al “Pizi” di Palmi

La terza notte nazionale del Liceo Classico al “Pizi” di Palmi

Pubblicato in CULTURA Sabato, 12 Gennaio 2019 23:30

di Marilea Ortuso - Un successo oltre le aspettative la Notte Nazionale del Liceo Classico, evento dell’11 Gennaio del 2019 che si ripete per la terza volta al “Pizi” di Palmi.
Un’iniziativa densa di attività culturali che “è un modo alternativo e innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti … Tutti insieme, in un’Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana”, come recita la nota trasmessa dal Prof. Rocco Schembra ai Licei Classici d’Italia che hanno registrato l’iscrizione nel portale della Notte Nazionale.

Momenti di convivialità e di riflessione su temi di attualità, partendo dai contenuti letterari: un’occasione per dimostrare che ciò che si ritiene lontano passato è quanto mai vicino, nel ciclo infinito della storia che sempre si ripete.
Studenti che hanno creduto in un evento che li rende protagonisti assoluti della scena, materializzando, con parti recitate, scenografie e costumi, quei saperi che non tramontano mai.
La Dirigente Scolastica, Prof.ssa Maria Domenica Mallamaci, supportata con grande entusiasmo da tutto il corpo docente e dagli studenti, ha approvato pienamente l'adesione all'evento nazionale, perché crede fortemente che la cultura, quando viene interiorizzata anche attraverso canali diversi dal "libro", diviene davvero veicolo di importanti messaggi umani e di crescita civica.
Lungi dall’essere additati come difensori di idee politiche che non a tutti piacciono, il Liceo Classico “Pizi” di Palmi crede che la scuola debba essere veicolo di sensibilizzazione verso tutti i temi che sono propri per ogni fascia d’età e di ceto sociale e la filantropia è quel valore morale che è stato trasmesso attraverso l’attualizzazione di un testo antico, quale Le Supplici di Eschilo, la cui trama è stata riadattata e “riletta” in chiave moderna con una scenografia, seppur semplice, che invia messaggi silenziosi: la nave in scena, infatti, ha rappresentato le molte “carrette” del mare a cui i “migrantes” si affidano ancora oggi, purtroppo, in cerca di una lunga speranza di vita, fuggendo da oppressioni politico-religiose. Le molte sartie legate sui fianchi dello scafo malridotto, trascinato a fatica in scena, hanno indicato, nell’immaginario collettivo, gli incontri di braccia fra chi si sporge dalla chiglia della nave in cerca di aiuto e chi protende le mani per offrire immediato soccorso.
Anche la drammatizzazione dell’Apokolokyntosis di Seneca, con il suo messaggio ironico-divertente, ha fatto riflettere sulla gestione scorretta del potere, filtrata attraverso l’occhio critico del grande filosofo stoico.
Significative e interessanti, per gli spunti di riflessione che hanno offerto, tutte le performance, che hanno riguardato i Promessi sposi, nella selezione della fantastica “Notte degli imbrogli”, col matrimonio a sorpresa di Renzo e Lucia davanti ad uno sconcertato Don Abbondio; Le Nuvole di Aristofane, con la meditazione, quanto mai attuale, tra i vecchi sistemi educativi, ormai superati, e i nuovi, molto discutibili: esilaranti i personaggi di Strepsiade e di Fidippide; i giochi antichi con la corda, con la trottola, col carro a palline, col lancio della pitta; danze tipiche greche, come l’Hasapiko, magistralmente eseguito in una coordinata coreografia; La locandiera di Goldoni, con Mirandolina che si è saputa destreggiare tra spasimanti e colpi di scena; Il mito di Pollon, col la rivisitazione dei miti più famosi attraverso cartoon di una serie televisiva di successo; Il sogno di Galileo, con una specifica selezione dal Musical relativa al Sole, alla Luna e ai sei Pianeti conosciuti nel Sedicesimo secolo; le Leggi di Keplero, canzone di Lorenzo Baglioni, che, riproposta con danza e testo, ha consentito l’approfondimento delle tre Leggi; Il mercante di Venezia (in Lingua Inglese) con la selezione della parte riguardante “ La scelta dello scrigno di Bassanio”, il cui protagonista non si ferma all’apparenza, ma mira alla realtà delle cose, scegliendo lo scrigno di piombo che gli assicura la vera felicità, che è poi quella vera e duratura: l’amore di Porzia; i quadri viventi: La Vergine Annunciata di Antonello da Messina, La ragazza con orecchino di perla di Vermeer, il Cenacolo di Leonardo, la Grande ballerina vestita di Degas; La Divina Commedia, riproposta con una breve sintesi drammatizzata dei canti più belli estratti dalle tre Cantiche, per inneggiare all’amore, per commentare le ormai lontane vicende politiche fiorentine e per far trionfare il senso Cristiano, permeato di grande afflato religioso; le fiabe e i social network; esecuzione di brani moderni a cura degli studenti con doti canore e musicali; visione del video comune per l’apertura dell’evento; lettura drammatizzata, prima in Greco, poi in Italiano, de “Il lamento dell’esclusa”, testo comune selezionato per la chiusura della Notte Nazionale a mezzanotte, all’unisono con tutti i Licei Classici che hanno aderito all’iniziativa; presentazione, ad intervalli, dei brani comuni che hanno superato la selezione tra quelli inviati per la partecipazione alla Notte Nazionale.

Molti i genitori presenti che hanno collaborato con la scuola e che hanno sostenuto l'iniziativa perché, aperti alle innovazioni in ambito di riforme scolastiche, hanno creduto e credono che la scuola del 2019 non sia più quella fatta solo di lezioni cattedratiche e di pedisseque verifiche, ma è un "contenitore" di nuovi strumenti didattici per consentire e facilitare quella riflessione culturale sui testi che la scuola deve garantire, oggi in forme diverse da quelle "ottocentesche".

Il Liceo Classico, con la sua partecipazione all’evento "Notte Nazionale del Liceo Classico", dimostra di saper essere avanguardista, volgendo il suo sguardo al passato per vivere bene il presente e progettare il futuro dei giovani studenti.

Palòmi 12 gennaio 2019

Letto 219 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Performance del Pizi di Palmi al Tribunale dei Minori, simulato un processo contro il cyberbullismo

    Per il terzo anno consecutivo, l’Istituto d’Istruzione Superiore “N.Pizi” di Palmi ha aderito al Progetto "Ciak. Un processo simulato per evitare un processo vero", giunto alla sua quinta Edizione.
    “In tempi in cui parlare di bullismo e di cyberbullismo non è mai troppo, bisogna assolutamente aderire a proposte di similari progetti educativi che mettono in gioco direttamente i giovani in ruoli realmente vissuti da terzi; queste attività, infatti, trasmettono messaggi di tutela e salvaguardia della propria privacy e di quella altrui, oggi gravemente a rischio per la facilità con cui i social network consentono, anche ai minori, di veicolare foto e video spesso molto compromettenti”.

  • Al "Pizi" di Palmi incontro sulla comunicazione plurimediale

    Presso la sede del Liceo Artistico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “N.Pizi” di Palmi, giorno 16 Febbraio si è svolto un incontro pianificato dalla Prof.ssa Carmela Tripodi e sostenuto dalla D.S., Prof.ssa Maria Domenica Mallamaci, avente come oggetto “Comunicazione on-line, informazione, social media, fonti e fake news”, argomenti molto interessanti per i giovani di oggi che sono iperconnessi e che usano i social network come primo strumento di comunicazione e di approfondimento. I relatori, tra cui la Dott.ssa Monica Sangermano, Freedom Pentimalli e Francesco Martino, in veste di esperti di comunicazione online, hanno presentato agli studenti del biennio i possibili rischi a cui si va incontro con la navigazione in rete, ma anche i vantaggi derivanti dal suo uso corretto e consapevole.

  • Al Pizi di Palmi testimonianza di un palmese sopravvissuto al secondo conflitto mondiale

    La commemorazione del Giorno della memoria è un’occasione per ricordare di non dimenticare fino a che punto possa spingersi la malvagità umana, quando il potere obnubila la mente e non lascia spazio alla pietas, che è quella virtù dono di pochi, affannosa ricerca di tanti.
    E le scuole sono il luogo deputato per educare i giovani a “saper leggere la storia al di sopra dei colori politici, a rispettare la vita umana al di là del colore della pelle o della bandiera che sventola sull’asta”. Con queste parole, la Dirigente Scolastica dell’Istituto d’Istruzione Superiore “N.Pizi” di Palmi, Prof.ssa Maria Domenica Mallamaci, in Aula Magna presso la sede staccata del Liceo Classico, ha dato inizio, per le classi quinte, all’incontro con il Sig. Domenico Carrozza, classe 1923, che ha presentato la sua testimonianza con momenti di pura commozione, ripercorrendo il filo dei ricordi.

  • Open day all’Istituto d’I.S. “Pizi” di Palmi: presentata l’offerta formativa

    Ha aperto le sue porte in giorni diversi, l’Istituto “N.Pizi” di Palmi, di pomeriggio, per presentare la sua variegata Offerta Formativa agli studenti delle Scuole Secondarie di Primo Grado del territorio.
    Più Open day, dunque, al Pizi, per far conoscere ai giovani studenti la pletora di indirizzi di elevato livello formativo che costituiscono l’insieme dell’Istituto: il Liceo Classico Ordinamento, entrato a far parte della Rete Nazionale del Liceo Classico, con un Corso specifico di Potenziamento per le Professioni socio-sanitarie, condiviso con un corso del Liceo Scientifico; il Liceo Scientifico Ordinamento, con due corsi ad indirizzo Cambridge IGCSE, per il conseguimento della Certificazione di Esame Cambridge in sede, agevolati dalla presenza dell’Assistente madrelingua di Lingua Inglese; il Liceo Scientifico Scienze Applicate; il Liceo Scientifico ad indirizzo Sportivo e il Liceo Artistico, con l’ indirizzo: Design; Metalli, Oreficeria e corallo; Ceramica; Tessuto; Moda

  • Palmi, il Pizi ospita il Fiabaday per l’abbattimento delle barriere architettoniche

    “Superiamo i nostri limiti per sviluppare la cultura della qualità”. È stato questo il leit-motiv della Conferenza indetta dall’Associazione FIABA che si è tenuta presso l’Aula Magna dell’Istituto d’Istruzione Superiore “N.Pizi” di Palmi nel giorno 24 Novembre.
    Un ricco tavolo di conferenzieri ha illustrato ai giovani l’importanza di sentirsi tutti uguali e speciali perché ognuno è un’entità unica e irripetibile. Se, poi, c’è una disabilità, questo va considerato un valore aggiunto all’essere persona che è quell’alto privilegio che sta alla base di ognuno di noi.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.