unci banner

:: NEWS

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

«In tutte le regioni ci siamo presentati con la naturale alleanza di centro destra ed abbiamo vinto ovunque. Il nostro leader Silvio Berlusconi è stato sempre chiaro e sostiene in...

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Nel mese di luglio, in occasione del progetto Calabria Judaica, finanziato dalla Regione Calabria e curato dalla cooperativa sociale Satyroi, si terrà a Lazzaro un evento mirato alla valorizzazione e...

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

«Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente...

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

Reggio Calabria, 15 giugno 2019 - Le vacanze sono alle porte, le scuole chiudono e con la bella stagione è iniziata la corsa alla ricerca delle migliori opportunità per programmare...

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Finite le lezioni si sono aperte le porte delle vacanze per la gran parte dei settantanovemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. A sospirare ancora...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURALe Muse – Arte Club Accademia – Aglaia: Taverna con Mattia Preti esempio per la rinascita della cultura in Calabria

Le Muse – Arte Club Accademia – Aglaia: Taverna con Mattia Preti esempio per la rinascita della cultura in Calabria

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 13 Maggio 2019 19:39

L’“Evento degli Artisti”, compie 10 anni. Una manifestazione longeva sul territorio calabrese, condiviso da associazioni ed esperti d’arte e che ha visto la collaborazione per la città di Catanzaro dell’artista Marisa Scicchitano presidente dell’associazione Arte Club Accademia e della poetessa Anna Lauria per la città di Cosenza presidente dell’associazione Aglaia.
Giuseppe Livoti ricorda l’idea nata con l’Associazione Culturale “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere” di Reggio Calabria, idea, oggi consolidato momento di condivisione e conoscenza e che, domenica scorsa ha visto un grande consenso di pubblico ed addetti ai lavori.

Se siamo qui ha ribadito Livoti all’apertura del convegno presso il Palazzo del Municipio, nell’ antico convento di San Domenico, lo dobbiamo all’attento primo cittadino Sebastiano Tarantino; è proprio difficile oggi creare collaborazioni anche a livello locale con le amministrazioni e quella di Taverna si è dimostrata sensibile, aperta all’accoglienza ed alle associazioni, aprendo le porte del palazzo per ospitare una collettiva con la presenza di 30 artisti da tutta la Calabria. Una tavola rotonda partecipatissima così ha restituito ufficialità all’evento che durerà 10 giorni con la collettiva Sud’Arte. Il sindaco Sebastiano Tarantino si è soffermato sul senso del recupero della nostra memoria: Taverna è cittadina colta, la presenza di Mattia Preti rende il nostro lavoro, responsabile per la promozione e la divulgazione del suo messaggio e la mostra storica “Forme magnifiche a gran pieghe de’ panni: modelli e riflessi della maniera di Mattia Preti a Napoli” rappresenta una sinergia per un evento unico ed irripetibile che, in questo caso unisce la Calabria e la Campania insieme al mondo dell’università. Accogliamo voi artisti contemporanei e voi associazioni, ha esordito Tarantino consapevoli delle vostre necessità, voglia di fare e promozione di una regione che ha molto materiale umano e creativo. L’arte, ha continuato l’assessore Clementina Amelio, continua ad essere nella patria di Preti, volano conoscitivo ed occasione per fare leggere ed interpretare anche i messaggi di artisti contemporanei e, dunque, ben venga un importante e storico evento come questo promosso da voi associazioni presso il palazzo municipale. Anna Lauria con la sua poesia visiva ha letto i versi che ripercorrono la storia della Calabria, quella magno greca ma anche quella della tradizione e della ribellione alla ricerca di una legalità da ripristinare, siamo artisti solo se ricostruiamo la società ha concluso, mentre l’artista Marisa Scicchitano ha ribadito più volte come occorre ricordare i grandi maestri della storia dell’arte e, Preti così come Boccioni devono essere parte integrante della cultura artistica delle nuove generazioni.
Il complesso monumentale del San Domenico ed in particolare l’ex convento Domenicano, costruzione originaria risale al XV secolo, edificata in tufo ospiterà fino alla prossima settimana le opere di Lia Antonini - Jesa Aroma - Rosa Barberio – Carolina Battistiol - Cristina Benedetto - Mirella Bruni – Pierfilippo Bucca - Pina Calabro’ - Daniela Campicelli - Maria Teresa Cereto - Ornella Cicuto - Graziella Colistra – Maria Curatolo - Nicola De Luca - Angelo Di Lieto - Vincenzo Elia - Maurizio Fulginiti - Mimma Gallelli – Anna Lauria – Francesco Logoteta - Adele Leanza - Carmen Lietz – Manuela Lugarà - Ileana Mauro – Angelo Meduri – Santina Milardi – Anna Palermo - Grazia Papalia - Wilma Pipicelli - Domenico Pullano – Tony Ragona - Raffaele Santoro - Marisa Scicchitano - Gabriella Sestito mentre l’installazione “note d’artista” vede un insieme di moduli rettangolari in armonia cromatica e visiva, il tutto montato in un pannello dalle grandi dimensioni in una ideale –chiave di basso- . Nella mattinata la chiesa in stile barocco di San Domenico che racchiude un patrimonio d’inestimabile valore fra: dipinti, affreschi, cornici e arredi in legno intagliati e dorati, sculture e che conserva l’autoritratto dell’artista Mattia Preti, raffigurato nella pala d’altare dedicata al san Giovanni Battista ha ospitato una santa messa solenne celebrata da Don Maurizio Franconiere – delegato diocesano per i beni culturali. Durante la predica don Franconiere ha sostenuto che senza arte non si può vivere, poiché espressione del periodo storico di appartenenza, abbiamo bisogno di voi artisti ha detto,e non è un caso che tutti insieme ci ritroviamo all’interno di un edificio che riunisce la magnificenza dell’architettura ed il senso del decoro. La solenne celebrazione è terminata con la lettura della Preghiera degli artisti che ricorda come il mondo è distratto e che attraverso l’arte si possa scoprire qualcosa di Dio ricco di sapienza e bellezza.

Rc 13 maggio 2019

Letto 173 volte

Articoli correlati (da tag)

  • In Pinacoteca sabato 15 giugno convegno dedicato a Mattia Preti

    Sabato 15 giugno alle ore 16.30 la Pinacoteca civica ospiterà il convegno l’Oro di Taverna -“Forme Magnifiche” e ”Gran Pieghe de’ Panni”, modelli e riflessi della maniera di Mattia Preti a Napoli.
    Una ricostruzione che prendendo spunto dall’omonima mostra ospitata dal Museo civico di Taverna, intende focalizzare le significative istanze storiche del secolare rapporto culturale fra Napoli capitale del Regno e la Calabria, attraverso opere di Domenichino, Lanfranco, Cavallino, Stanzione, Solimena, Giordano, Gargiuolo, Spadaro, Beinaschi, Di Maria e dello stesso Mattia Preti.

  • Presentata la VII Edizione del Premio Lettere, Arte e Scienza per l'Area dello Stretto Dott. Domenico Smorto

    Presso la sede dell’associazione culturale “Le Muse” di Reggio Calabria, nei giorni scorsi, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della settima edizione del Premio Smorto. Giuseppe Livoti - presidente Muse - ha ricordato come la figura del noto professionista reggino, rivive da quasi 10 anni, attraverso l’operosità della moglie, la nota poetessa vernacolare reggina Rossana Rossomando che con passione ed affetto promuove un concorso ormai diventato un punto di riferimento per il Sud.
    Il Premio, dedicato al dott. Domenico Smorto, continua Livoti, nasce dall’esigenza di valorizzare e promuovere la cultura, nei diversi ambiti della Letteratura (narrativa, poesia, saggistica), dell’Arte, della Ricerca e della Saggistica Storica e della Ricerca Medico-Scientifica nell’Italia Meridionale, intesa come promozione di quei valori culturali permanenti, nati dall’attento studio di problematiche e riflessioni sulla nostra terra e attinenti a un vasto pubblico interessato alla loro divulgazione.

  • Scambi culturali: le Muse scoprono San Vito dei Normanni ed il Castello Dentice di Frasso

    Le Muse scoprono San Vito dei Normanni e lo fanno nell’ambito della programmazione domenicale la scorsa settimana fuori regione ed esattamente in Puglia.
    Un nuovo appuntamento che ha visto questa volta a conclusione dell’anno sociale - invernale riuniti soci e direttivo alla scoperta della dimora storica più importante di tutta la Puglia: il Castello Dentice di Frasso.
    Giuseppe Livoti - presidente del sodalizio reggino, ricorda come è consuetudine delle Muse creare occasioni di scambio e di relazioni con altre realtà al di fuori del territorio calabrese e, proprio nell’ambito di un progetto di conoscenza di dimore storiche e palazzi nobiliari, si è pensato di fare un incontro presso una residenza che è ancora abitata ed animata dai suoi proprietari.

  • Le Muse chiudono la programmazione invernale a Nardò, poi ospiti d'eccezione a San Vito dei Normanni in Puglia

    Un fine settimana particolare con tanto di “Domenicale delle Muse”, quello organizzato sabato 1 e domenica 2 giugno in Puglia, per la chiusura delle attività invernali del noto sodalizio calabrese.
    Dopo più di 70 manifestazioni sul territorio tra sodalizi, collaborazioni ed eventi letterari, artistici, storici, sociali, dalla grande valenza intellettuale, si conclude la programmazione partita dal mese di ottobre con il Premio Muse a Margherita Lanza di Scalea e che ora, si conclude con due incontri a Nardò ed a San Vito dei Normanni.

  • Alle Muse si è discusso di ‘Ndrangheta Addosso e della speranza di un domani migliore in una terra senza prospettive

    Un “Domenicale alle Muse, al Laboratorio delle Arti e delle Lettere”, dedicato alla prima uscita nazionale del nuovo libro di Cosimo Sframeli “’Ndrangheta addosso” – edito da Falzea.
    Una serata che ha visto una grande presenza di pubblico e di addetti ai lavori, oltre a varie personalità tra cui il presidente di ‘Apodiafazzi’ prof. Carmelo Nucera, il Luogotenente dei Carabinieri Nino Campolo, i giovani della Scuola Allievi Carabinieri, il dott. Vincenzo Pedone presidente del Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria. In apertura di serata il presidente Giuseppe Livoti ha ribadito, come tale testo è un libro per riflettere e pensare, e leggendo si può capire in parte, qual’ è stata la nostra storia in un particolare momento storico, attraverso la viva testimonianza di Sframeli tenente dei Carabinieri, che a Locri ha fatto parte del pool di Magistrati e Carabinieri che investigavano sul fenomeno all’epoca poco conosciuto della ‘ndrangheta.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.