unci banner

:: NEWS

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

Calabria, Siclari (FI): il candidato a governatore è della coalizione

«In tutte le regioni ci siamo presentati con la naturale alleanza di centro destra ed abbiamo vinto ovunque. Il nostro leader Silvio Berlusconi è stato sempre chiaro e sostiene in...

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Calabria giudaica, l’importante progetto curato dalla Cooperativa Satyroi farà tappa a Lazzaro

Nel mese di luglio, in occasione del progetto Calabria Judaica, finanziato dalla Regione Calabria e curato dalla cooperativa sociale Satyroi, si terrà a Lazzaro un evento mirato alla valorizzazione e...

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

Ambito 14, Ruggiero bacchetta i comuni assenteisti: «i bisogni non vanno in vacanza»

«Amarezza, mista a rabbia e sconforto per l’atteggiamento di molti Comuni facenti parte dell‘Ambito Sociale n.14 di Villa San Giovanni che hanno disertato ben due convocazioni, prima e seconda rispettivamente...

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

In arrivo l’estate più sicura di sempre: 8 regole d’oro per scegliere la casa vacanza online

Reggio Calabria, 15 giugno 2019 - Le vacanze sono alle porte, le scuole chiudono e con la bella stagione è iniziata la corsa alla ricerca delle migliori opportunità per programmare...

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Esami di Maturità 2019: a Reggio e provincia al via con circa 5.900 candidati

Finite le lezioni si sono aperte le porte delle vacanze per la gran parte dei settantanovemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado della nostra provincia. A sospirare ancora...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURALe Muse: domenica 19 maggio prima presentazione nazionale del libro di Cosimo Sframeli: "‘Ndrangheta addosso"

Le Muse: domenica 19 maggio prima presentazione nazionale del libro di Cosimo Sframeli: "‘Ndrangheta addosso"

Pubblicato in CULTURA Venerdì, 17 Maggio 2019 20:32

Ancora una prima importante ai “Domenicali delle Muse”, ed ancora un importante momento dedicato alla scrittura. “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere”, questa settimana, dichiara il presidente Giuseppe Livoti, cureranno la prima presentazione nel circuito nazionale del nuovo libro di Cosimo Sframeli “’Ndrangheta addosso” – edito da Falzea. Un nuovo percorso dunque di Sframeli tenente dei Carabinieri, promosso per titoli e meriti, paracadutista e comandante di plotone della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria. Nel 1980 a Locri ha fatto parte del pool di Magistrati e Carabinieri che investigavano sul fenomeno poco conosciuto della ‘ ndrangheta, divenendone competente conoscitore delle dinamiche criminali, continuando il contrasto alla criminalità mafiosa nel reggino e nel vibonese.

Giornalista, è stato decorato tra gli altri riconoscimenti, della medaglia d’oro al merito Mauriziana dal Presidente della Repubblica Italiana, nonché delle medaglie di bronzo, d’argento e d’oro al merito di lungo comando al Ministero della Difesa.
Per “Le Muse” un grande evento, collegato soprattutto alle importanti scritture dell’autore che, ancora una volta, tratta quella Calabria, inerme e vittima, assoggettata antropologicamente da secoli, rimasta ancora oggi, scrive il noto scrittore, animata dalla grande forza della gente onesta, mai rassegnata, che si batte per contrastare e demolire ciò che l’identità mafiosa edifica. La ‘Ndrangheta, come organizzazione mafiosa, viene definita dall’autore “sistema” che in Calabria contiene e muove molti degli interessi economici e di potere. L’Aspromonte e il mare, i paesi e le fiumare e i boschi nei ricordi dei sequestratori e dei tanti sequestrati, le città delle coste, la storia e il mito, la fuga e l’ostinazione di chi resta, il passato che è stato, il presente e il futuro nel grande quadro di una terra che ha conservato una sua suggestione, il fascino della frontiera tra due mondi, tra due dimensioni dell’uomo e della storia. “Occorre esserci nati per amarla, tanto è piena di pietre e di spine”. Così dice Corrado Alvaro della sua terra. Per amare questo mondo non è sufficiente predicare o agire bene ma è necessario mettere in conto anche l’eventualità di perdere la vita”. Ma il libro prende anche a pretesto la definizione del Sud per l’autore Saverio Strati: Quella del Sud è una terra ingrata e graffiata anche dalla malasorte, dove uomini ed animali hanno convissuto e hanno fatto parte dello stesso mondo.
La presentazione avrà due momenti ben distinti: una introduzione di Livoti, una prefazione a cura del dott. Antonio Nicolò – anatomopatologo ed intellettuale eccellente della terra di Calabria e la post fazione dell’avvocato Maurizio Marino, mentre brani scelti saranno letti da Marcella Falcone, Ada Conti e Clara Condello. Tanti argomenti si intrecceranno alle pagine del libro, ritrovando così, il tema del rapporto tra preti e mafia, i numerosi casi di corruzione, la vendetta, il sangue e la vendetta e numerose problematiche vissute e riunite in un unico trattato in cui la Calabria, il sud del sud, inerme e vittima, assoggettata antropologicamente da secoli e chiusa nel suo silenzio, ma animata da gente onesta per combattere l’identità mafiosa.

Rc 17 maggio 2019

Letto 119 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Presentata la VII Edizione del Premio Lettere, Arte e Scienza per l'Area dello Stretto Dott. Domenico Smorto

    Presso la sede dell’associazione culturale “Le Muse” di Reggio Calabria, nei giorni scorsi, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della settima edizione del Premio Smorto. Giuseppe Livoti - presidente Muse - ha ricordato come la figura del noto professionista reggino, rivive da quasi 10 anni, attraverso l’operosità della moglie, la nota poetessa vernacolare reggina Rossana Rossomando che con passione ed affetto promuove un concorso ormai diventato un punto di riferimento per il Sud.
    Il Premio, dedicato al dott. Domenico Smorto, continua Livoti, nasce dall’esigenza di valorizzare e promuovere la cultura, nei diversi ambiti della Letteratura (narrativa, poesia, saggistica), dell’Arte, della Ricerca e della Saggistica Storica e della Ricerca Medico-Scientifica nell’Italia Meridionale, intesa come promozione di quei valori culturali permanenti, nati dall’attento studio di problematiche e riflessioni sulla nostra terra e attinenti a un vasto pubblico interessato alla loro divulgazione.

  • Scambi culturali: le Muse scoprono San Vito dei Normanni ed il Castello Dentice di Frasso

    Le Muse scoprono San Vito dei Normanni e lo fanno nell’ambito della programmazione domenicale la scorsa settimana fuori regione ed esattamente in Puglia.
    Un nuovo appuntamento che ha visto questa volta a conclusione dell’anno sociale - invernale riuniti soci e direttivo alla scoperta della dimora storica più importante di tutta la Puglia: il Castello Dentice di Frasso.
    Giuseppe Livoti - presidente del sodalizio reggino, ricorda come è consuetudine delle Muse creare occasioni di scambio e di relazioni con altre realtà al di fuori del territorio calabrese e, proprio nell’ambito di un progetto di conoscenza di dimore storiche e palazzi nobiliari, si è pensato di fare un incontro presso una residenza che è ancora abitata ed animata dai suoi proprietari.

  • Le Muse chiudono la programmazione invernale a Nardò, poi ospiti d'eccezione a San Vito dei Normanni in Puglia

    Un fine settimana particolare con tanto di “Domenicale delle Muse”, quello organizzato sabato 1 e domenica 2 giugno in Puglia, per la chiusura delle attività invernali del noto sodalizio calabrese.
    Dopo più di 70 manifestazioni sul territorio tra sodalizi, collaborazioni ed eventi letterari, artistici, storici, sociali, dalla grande valenza intellettuale, si conclude la programmazione partita dal mese di ottobre con il Premio Muse a Margherita Lanza di Scalea e che ora, si conclude con due incontri a Nardò ed a San Vito dei Normanni.

  • Alle Muse si è discusso di ‘Ndrangheta Addosso e della speranza di un domani migliore in una terra senza prospettive

    Un “Domenicale alle Muse, al Laboratorio delle Arti e delle Lettere”, dedicato alla prima uscita nazionale del nuovo libro di Cosimo Sframeli “’Ndrangheta addosso” – edito da Falzea.
    Una serata che ha visto una grande presenza di pubblico e di addetti ai lavori, oltre a varie personalità tra cui il presidente di ‘Apodiafazzi’ prof. Carmelo Nucera, il Luogotenente dei Carabinieri Nino Campolo, i giovani della Scuola Allievi Carabinieri, il dott. Vincenzo Pedone presidente del Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria. In apertura di serata il presidente Giuseppe Livoti ha ribadito, come tale testo è un libro per riflettere e pensare, e leggendo si può capire in parte, qual’ è stata la nostra storia in un particolare momento storico, attraverso la viva testimonianza di Sframeli tenente dei Carabinieri, che a Locri ha fatto parte del pool di Magistrati e Carabinieri che investigavano sul fenomeno all’epoca poco conosciuto della ‘ndrangheta.

  • Le Muse – Arte Club Accademia – Aglaia: Taverna con Mattia Preti esempio per la rinascita della cultura in Calabria

    L’“Evento degli Artisti”, compie 10 anni. Una manifestazione longeva sul territorio calabrese, condiviso da associazioni ed esperti d’arte e che ha visto la collaborazione per la città di Catanzaro dell’artista Marisa Scicchitano presidente dell’associazione Arte Club Accademia e della poetessa Anna Lauria per la città di Cosenza presidente dell’associazione Aglaia.
    Giuseppe Livoti ricorda l’idea nata con l’Associazione Culturale “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere” di Reggio Calabria, idea, oggi consolidato momento di condivisione e conoscenza e che, domenica scorsa ha visto un grande consenso di pubblico ed addetti ai lavori.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.