unci banner

:: NEWS

Europee: nel reggino la Lega rispecchia il trend nazionale, in città è il PD il primo partito

Europee: nel reggino la Lega rispecchia il trend nazionale, in città è il PD il primo partito

La Lega nella provincia reggina si conferma primo partito a questa tornata elettorale europea, e con il 22,77% svetta seguita dal Partito Democratico con il 20,67% cui segue il M5S...

Europee, affluenza in calo nel reggino: 39,11%. Comunali: stesso trend, in controtendenza: Sant'Alessio, Sant'Ilario e Stignano

Europee, affluenza in calo nel reggino: 39,11%. Comunali: stesso trend, in controtendenza: Sant'Alessio, Sant'Ilario e Stignano

A urne chiuse i dati vedono un’affluenza alle urne nella provincia reggina per le Europee del 39, 31%. La precedente tornata aveva visto un’affluenza del 41,39%. Reggio (alle 12: 8,58%...

Enjoy Lamezia accede alle Finals per la Serie B

Enjoy Lamezia accede alle Finals per la Serie B

I campioni di Calabria dopo aver battuto la concorrenza regionale battendo nel PlayOff Nuovo Basket Soverato, Scuola di Basket Viola e la Vis Reggio vincono anche lo spareggio tra regioni...

Ciak finale per "Sandrino - Il film" di Pasquale Caprì

Ciak finale per "Sandrino - Il film" di Pasquale Caprì

Con un lungo quanto soddisfatto “Stooop”, seguito da un grande applauso, si sono concluse le riprese di “Sandrino – Il film”, il lungometraggio con protagonista il personaggio ideato e portato...

I capigruppo di maggioranza: "Maggioranza solida e compatta. Opposizione immatura e irresponsabile"

I capigruppo di maggioranza: "Maggioranza solida e compatta. Opposizione immatura e irresponsabile"

In merito allo svolgimento della seduta del consiglio comunale dedicata all'esame del documento di bilancio consuntivo 2018 i capigruppo di maggioranza intendono precisare che la maggioranza a supporto della compagine...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURALe Muse: per la prima volta la famiglia D'Agostino rivela il rito familiare della vestizione della Madonna di Pasqua a Serrata

Le Muse: per la prima volta la famiglia D'Agostino rivela il rito familiare della vestizione della Madonna di Pasqua a Serrata

Pubblicato in CULTURA Venerdì, 19 Aprile 2019 11:27

Il presidente dell’associazione culturale “Le Muse” Giuseppe Livoti presenta l’ennesimo appuntamento del “Laboratorio delle Arti e delle Lettere” che chiude il periodo pasquale. Dopo la Santa Messa della cultura presso il Soccorso dedicata quest’anno allo scomparso attore Giacomo Battaglia in occasione della domenica delle Palme, una esclusiva che prevede per la prima volta la presentazione pubblica di un rito intimo e familiare che affonda le sue radici nel passato.
La famiglia d’ Agostino così darà la possibilità ai soci Muse, sabato prossimo, di assistere ad un momento molto particolare ovvero, la vestizione di uno dei due busti della Madonna ed esattamente la statua che domenica di Pasqua farà parte della storica Affrontata a Serrata.

Nel primo pomeriggio infatti all’interno della storica dimora del 1700, si recherà il Comitato della Parrocchia di San Pantaleone con il sig. Rocco Masso anziano esperto che guiderà come da tradizione Salvatore Morrone esperto più giovane che dimostra la continuità ideale di un rito ormai storicizzato. Il busto custodito dalla famiglia, ed acquistato dopo il 1783 verrà portato al piano di accesso della dimora e montato e bullonato su una vara e su un troco di piramide lignea che costituisce gli arti inferiori dell’intero corpo. Successivamente, aperte le antiche casse, verrà fatto indossare l’abito in damasco di seta drappeggiato con ricami in oro (tra l’atro restaurato in epoca recente dalle suore di Mileto) e poi successivamente aggiunto un manto in tessuto. Dalla abitazione dei d’Agostino la statua uscirà la domenica mattina dopo la messa di Pasqua verso le ore 11 ed il rito prevede che la Madonna esca sul corso principale e nascosta tra le architetture della cittadina. Nel frattempo dalla chiesa di San Pantaleone esce Cristo Risorto e San Giovanni.
San Giovanni girerà per ben tre volte avanti ed indietro sempre sulla strada principale con rulli di tamburo come sottofondo ed il suo movimento servirà per avvisare la Madonna che Cristo è risorto.
La Madonna velata a lutto, coperta anche nel volto, appena vedrà Gesù risorto, abbandonerà il suo abito di lutto, mosso dai portatori che, tirano un sistema di corde ed aghi. Una vera e propria svelata utilizzata negli usi popolari calabresi e non solo. Successivamente le statue entreranno in chiesa per la celebrazione. Un momento di fede e di tradizione quella dei d’Agostino ancora vivificata dalle sorelle Maria Teresa e Francesca che promuovono, mantengono e tramandano una usanza, una tra le tante che dimostra come la provincia di Reggio Calabria ha un patrimonio ancora vivo ed autentico.

Rc 19 aprile 2019

Letto 99 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Alle Muse si è discusso di ‘Ndrangheta Addosso e della speranza di un domani migliore in una terra senza prospettive

    Un “Domenicale alle Muse, al Laboratorio delle Arti e delle Lettere”, dedicato alla prima uscita nazionale del nuovo libro di Cosimo Sframeli “’Ndrangheta addosso” – edito da Falzea.
    Una serata che ha visto una grande presenza di pubblico e di addetti ai lavori, oltre a varie personalità tra cui il presidente di ‘Apodiafazzi’ prof. Carmelo Nucera, il Luogotenente dei Carabinieri Nino Campolo, i giovani della Scuola Allievi Carabinieri, il dott. Vincenzo Pedone presidente del Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria. In apertura di serata il presidente Giuseppe Livoti ha ribadito, come tale testo è un libro per riflettere e pensare, e leggendo si può capire in parte, qual’ è stata la nostra storia in un particolare momento storico, attraverso la viva testimonianza di Sframeli tenente dei Carabinieri, che a Locri ha fatto parte del pool di Magistrati e Carabinieri che investigavano sul fenomeno all’epoca poco conosciuto della ‘ndrangheta.

  • Le Muse: domenica 19 maggio prima presentazione nazionale del libro di Cosimo Sframeli: "‘Ndrangheta addosso"

    Ancora una prima importante ai “Domenicali delle Muse”, ed ancora un importante momento dedicato alla scrittura. “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere”, questa settimana, dichiara il presidente Giuseppe Livoti, cureranno la prima presentazione nel circuito nazionale del nuovo libro di Cosimo Sframeli “’Ndrangheta addosso” – edito da Falzea. Un nuovo percorso dunque di Sframeli tenente dei Carabinieri, promosso per titoli e meriti, paracadutista e comandante di plotone della Scuola Allievi Carabinieri di Reggio Calabria. Nel 1980 a Locri ha fatto parte del pool di Magistrati e Carabinieri che investigavano sul fenomeno poco conosciuto della ‘ ndrangheta, divenendone competente conoscitore delle dinamiche criminali, continuando il contrasto alla criminalità mafiosa nel reggino e nel vibonese.

  • Le Muse – Arte Club Accademia – Aglaia: Taverna con Mattia Preti esempio per la rinascita della cultura in Calabria

    L’“Evento degli Artisti”, compie 10 anni. Una manifestazione longeva sul territorio calabrese, condiviso da associazioni ed esperti d’arte e che ha visto la collaborazione per la città di Catanzaro dell’artista Marisa Scicchitano presidente dell’associazione Arte Club Accademia e della poetessa Anna Lauria per la città di Cosenza presidente dell’associazione Aglaia.
    Giuseppe Livoti ricorda l’idea nata con l’Associazione Culturale “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere” di Reggio Calabria, idea, oggi consolidato momento di condivisione e conoscenza e che, domenica scorsa ha visto un grande consenso di pubblico ed addetti ai lavori.

  • Taverna la città di Mattia Preti ospiterà il decimo incontro regionale degli artisti: Le Muse – Arte Club Accademia – Aglaia insieme

    “Un appuntamento che si rinnova per il decimo anno consecutivo”. E’ l’ “Evento degli Artisti”, manifestazione nata, 10 anni fa su idea dell’Associazione Culturale “Le Muse – Laboratorio delle Arti e delle Lettere” di Reggio Calabria, con il suo presidente prof. Giuseppe Livoti, e divenuta con il tempo un vero e proprio evento regionale che sin da subito è stato condiviso da associazioni ed esperti d’arte ed ha visto la collborazione per la città di Catanzaro dell’artista Marisa Scicchitano presidente dell’associazione Arte Club Accademia e di Anna Lauria per la città di Cosenza presidente del’associazione Aglaia.

  • Alle Muse domenica 5 maggio la presentazione dell’ultimo romanzo di Mimmo Gangemi “Marzo per gli agnelli”

    Ancora un grande evento per il sodalizio de “Le Muse” ed ancora “un domenicale”, poiché il 5 maggio alle ore 18, presso la Sala d’Arte di via San Giuseppe 19, al “Laboratorio delle Arti e delle Lettere” approda il notissimo autore calabrese Mimmo Gangemi.
    Un’associazione culturale come Le Muse, dichiara il presidente Giuseppe Livoti, non poteva non invitare e presentare l’attività di uno dei rappresentanti di quella rinascita della letteratura calabrese nel contemporaneo, un autore che ha proiettato nel panorama nazionale generi e visioni di un mondo a volte lontano dalla nostra quotidianità e privo di regole.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.