unci banner

:: NEWS

Comunali: i nuovi sindaci del reggino eletti nella tornata del 26 maggio 2019

Comunali: i nuovi sindaci del reggino eletti nella tornata del 26 maggio 2019

A Bivongi eletto sindaco Vincenzo Valenti (Uniti per Bivongi) con l’85,49% delle preferenze. A Canolo il primo cittadino eletto è Rosario Larosa (Uniti per valorizzare Canolo), unico candidato si aggiudica...

Cataforio, il sogno si infrange a 29'' dalla fine. Non basta  il cuore dei reggini che concludono una spettacolare stagione

Cataforio, il sogno si infrange a 29'' dalla fine. Non basta il cuore dei reggini che concludono una spettacolare stagione

In uno scenario surreale dove tutto l'inimmaginabile prende forma, il Cataforio abbandona il parquet alzando bandiera bianca, al termine di una vera e propria messinscena. La calamita del destino, tira...

Europee: nel reggino la Lega rispecchia il trend nazionale, in città è il PD il primo partito

Europee: nel reggino la Lega rispecchia il trend nazionale, in città è il PD il primo partito

La Lega nella provincia reggina si conferma primo partito a questa tornata elettorale europea, e con il 22,77% svetta seguita dal Partito Democratico con il 20,67% cui segue il M5S...

Enjoy Lamezia accede alle Finals per la Serie B

Enjoy Lamezia accede alle Finals per la Serie B

I campioni di Calabria dopo aver battuto la concorrenza regionale battendo nel PlayOff Nuovo Basket Soverato, Scuola di Basket Viola e la Vis Reggio vincono anche lo spareggio tra regioni...

Ciak finale per "Sandrino - Il film" di Pasquale Caprì

Ciak finale per "Sandrino - Il film" di Pasquale Caprì

Con un lungo quanto soddisfatto “Stooop”, seguito da un grande applauso, si sono concluse le riprese di “Sandrino – Il film”, il lungometraggio con protagonista il personaggio ideato e portato...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURALe teste bronzee del relitto di Porticello incantano il Premier Giuseppe Conte

Le teste bronzee del relitto di Porticello incantano il Premier Giuseppe Conte

Pubblicato in CULTURA Giovedì, 18 Aprile 2019 18:33

In città per il Consiglio dei Ministri, l’esecutivo di Giuseppe Conte non ha voluto “saltare”, questa mattina la visita al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.
Giunti a Piazza De Nava poco dopo mezzogiorno, i membri del Governo sono stati accompagnati dal Direttore Carmelo Malacrino alla scoperta della collezione permanente del MArRC.
Non solo Bronzi di Riace, dunque, ma tutti i reperti conservati sui quattro livelli di esposizione permanente che raccontano la storia della Calabria antica, in un percorso ricco di storia e di suggestioni archeologiche.
Ammirazione per le bellezze conservate in Museo, con un’attenzione particolare rivolta ai reperti bronzei del relitto di Porticello, la testa del filosofo e la cosiddetta “Testa di Basilea”, che hanno rappresentato una vera e propria sorpresa per gli illustri visitatori.

Il Premier Conte si è detto entusiasta del MArRC sia per i beni archeologici custoditi, sia in termini di efficienza e qualità dell’accoglienza.
Il Direttore Malacrino, soddisfatto per la presenza dell’esecutivo, non ha mancato di ricordare al Primo Ministro come «il MArRC si proponga quale punto di riferimento culturale per l’intera regione e l’offerta al pubblico nasca da intese e proficue sinergie con le istituzioni locali e il mondo dell’associazionismo calabrese».
Il Ministro Alberto Bonisoli si è anche trattenuto per visitare la mostra “Dodonaios”, esposta al livello E, dedicato alle collezioni temporanee. Il titolare del Mibac ha avuto parole di compiacimento per le relazioni intercorse con la Grecia, soprattutto con il Museo di Ioannina, e l’università di Salerno, fondamentali per la realizzazione dell’esposizione che raccoglie le testimonianze magno greche ritrovate presso il santuario di Zeus a Dodona, in Epiro.
La visita dell’Esecutivo è coincisa anche con il momento di naturale crescita delle presenze di visitatori al MArRC, complice la primavera e l'avvio dei flussi turistici legati alla bella stagione.
Il direttore Carmelo Malacrino ha avuto anche modo di commentare positivamente i numeri di questi giorni: 1800 presenze nella sola giornata di martedì, tra studenti delle scuole e amanti dell'arte. Cifre destinate a crescere sia per l'arrivo delle due navi da crociera nella città di Reggio Calabria, sia per le imminenti festività pasquali.
«Il MArRC – ha dichiarato ai Ministri Malacrino- è una realtà in crescita, ormai consolidata sul territorio e in grado di offrire un'offerta culturale inarrestabile grazie ai convegni prestigiosi e alle esposizioni curate da una squadra instancabile di archeologi, architetti e restauratori. A cui si aggiunge il contributo instancabile di tutto il personale del Museo».
Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria resterà aperto nei giorni di Pasqua, Pasquetta e del 25 aprile secondo il consueto orario 9.00 - 20.00, con ultimo ingresso alle 19.30.

Reggio Calabria, lì 18 aprile 2019

Letto 89 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Al MArRC “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini, i sopralluoghi della Polizia Scientifica”

    La stagione dei sequestrati, il naufragio di Lampedusa, le stragi di mafia, gli attacchi alla magistratura, alle istituzioni e alle vittime innocenti di ‘ndrangheta.
    Sono alcuni dei temi ripresi dalla mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, che sarà ospitata in piazza Paolo Orsi del Museo Archeologico di Reggio Calabria da oggi a domenica 26 maggio. Si tratta di un progetto culturale, “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini, i sopralluoghi della Polizia Scientifica”, che parla ai visitatori e soprattutto ai ragazzi, mostrando tramite le immagini alcuni dei fatti più significativi che hanno caratterizzato il XX secolo e l’inizio del terzo millennio.

  • Al MArRC, la mostra fotografica a cura della Polizia Scientifica, dal 21 al 26 maggio 2019

    Un viaggio attraverso le immagini per conoscere e comprendere eventi che hanno segnato la vita della società italiana, nel corso del XX secolo e agli inizi del terzo millennio. È il progetto culturale della mostra fotografica “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini, i sopralluoghi della Polizia Scientifica”, che sarà ospitata al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria da martedì 21 a domenica 26 maggio 2019, nello splendido scenario di Piazza Paolo Orsi, su cui si affacciano i Bronzi di Riace.

  • Al MArRC in piazza Paolo Orsi: "Ade e Persefone. Signori dell'Aldilà"

    Resterà visibile fino al prossimo 16 giugno 2019 al MArRC la mostra temporanea inaugurata ieri in piazza Paolo Orsi dedicata ad "Ade e Persefone. Signori dell'Aldilà", curata dal direttore Carmelo Malacrino e dall’archeologa Ivana Vacirca. In un percorso suggestivo tra circa cinquanta reperti, presentati al pubblico per la prima volta dopo il restauro, il visitatore potrà scoprire uno dei culti più diffusi e affascinanti della Magna Grecia in Calabria.
    "Queste mostre, dette dell'accoglienza, danno il benvenuto ai nostri ospiti, che prima di iniziare la visita al museo, trovano un 'assaggio', spesso di reperti mai esposti prima", ha spiegato il direttore Carmelo Malacrino, all'inaugurazione.

  • Sciolto dal CdM il Consiglio comunale di Palizzi

    Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, tenuto conto che, all’esito di approfonditi accertamenti, sono emerse forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che compromettono il buon andamento dell’azione amministrativa, ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Palizzi (RC), a norma dell’articolo 143 del Testo unico degli enti locali (decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267), affidandone la gestione a una Commissione straordinaria per un periodo di diciotto mesi.

  • Il Museo Archeologico festeggia la Pasqua con l’apertura straordinaria di lunedì di Pasquetta

    Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria resterà aperto nei giorni di Pasqua, Pasquetta e del 25 aprile secondo il consueto orario 9.00 - 20.00, con ultimo ingresso alle 19.30.
    L'istituzione, diretta da Carmelo Malacrino, non mancherà di sorprendere e soddisfare le curiosità dei visitatori e dei turisti che giungeranno in città per le vacanze pasquali.
    Una grande opportunità di conoscere la ricchezza della Calabria nell’antichità attraverso un percorso espositivo articolato su quattro livelli, dalle più antiche testimonianze della preistoria fino alla magnificenza dell’età romana. Come sempre l’ingresso sarà gratuito per tutti i ragazzi fino a 18 anni, mentre il biglietto costerà solo 2 euro per i giovani da 19 a 25 anni con l’iniziativa #iovadoalmuseo voluta dal Ministro dei Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.