unci banner

:: NEWS

Primo nido Caretta Caretta in Calabria, Oliverio: "Bella notizia"

Primo nido Caretta Caretta in Calabria, Oliverio: "Bella notizia"

Nei giorni scorsi è stato localizzato e rinvenuto sulla costa reggina, nell’ambito del pattugliamento del tratto di costa compreso tra Melito Porto Salvo e Bianco il primo nido in Italia...

Siderno, Vigili del Fuoco intervenuti per un incendio in una struttura per la lavorazione del miele

Siderno, Vigili del Fuoco intervenuti per un incendio in una struttura per la lavorazione del miele

Intensa giornata quella di ieri per i vigili del fuoco della sede distaccata di Siderno, impegnati dalle 17 circa e per parecchie ore per lo spegnimento di un incendio, sviluppatosi...

Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

Lo stato di sfascio in cui si trova il sistema dei servizi sanitari nell'ambito dell'ASP 5 di Reggio Calabria pare ormai irreversibile e i commissari, nominati dal Governo per le...

Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

Parola d’ordine: scongiurare l’invasione di Reggio Calabria Porto da parte dei mezzi pesanti gommati. Dopo che la Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali ha espresso il parere favorevole in...

Falcomatà alla XXI Assemblea Europea della Fondazione De Benedetti: "Reggio città aperta ed accogliente"

Falcomatà alla XXI Assemblea Europea della Fondazione De Benedetti: "Reggio città aperta ed accogliente"

“E’ un grande onore per noi poter ospitare a Reggio Calabria questa iniziativa promossa dalla Fondazione Rodolfo De Benedetti. E’ una sorta di riconoscimento del grande lavoro che è stato...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURALeonardo, pittore, scultore, architetto, nel quinto centenario dalla morte

Leonardo, pittore, scultore, architetto, nel quinto centenario dalla morte

Pubblicato in CULTURA Sabato, 25 Maggio 2019 08:19

Il Centro Internazionale Scrittori, con il patrocinio del Comune di Reggio Calabria e la collaborazione della Biblioteca “De Nava”, nell’ambito del Maggio dei libri 2019, campagna nazionale di promozione del libro giunta alla nona edizione, presso la stessa Biblioteca, ha ricordato Leonardo, pittore, scultore e architetto, nel quinto centenario dalla morte. Ha coordinato l’incontro Loreley Rosita Borruto presidente del Cis della Calabria. Sintetizzare efficacemente la vita, le opere ed il senso della ricerca artistica e scientifica di un uomo senza eguali, di un gigante del sapere come Leonardo da Vinci non è cosa da poco, non è cosa che possano fare in molti.

Ci è riuscita egregiamente Francesca Paolino, già professore Associato di Storia dell'Architettura presso l'Università Mediterranea di Reggio Calabria. Molti e assai complessi sono stati gli studi su Leonardo (Vinci 1452 – Ambois-Francia 1519), che si definiva "omo sanza lettere" ma dotato della profonda convinzione che arte e scienza appartenessero ad uno stesso processo intellettuale e spirituale e formassero una unità indissolubile in quanto l'una si risolve nell'altra e l'una chiarisce e illustra l'altra. Leonardo ricercava la bellezza ma non fine a se stessa; egli l'ha cercata nel paesaggio immerso nell'atmosfera, l'ha ricercata nei numeri e nelle macchine, l'ha ricercata nell'immensità e nella multiformità dell'universo: la prima (immensità) l'ha intuita e rappresentata nei suoi sfondi paesistici profondissimi, la seconda (la multiformità) l'ha esplorata e ritratta prima di tutto con il disegno. "... Il bono pittore à da dipingere due cose principali, cioè l'uomo e il concetto della mente sua: il primo è facile, il secondo difficile...". La professoressa Paolino ha spiegato con l'aiuto di immagini le opere di Leonardo, i disegni, i dipinti, i contributi in architettura e scultura, ma, ha cercato soprattutto di far capire – ad un pubblico attento – che Leonardo non è stato semplicemente un artista, sia pure geniale, immensamente dotato, capace di opere straordinariamente perfette ... Egli ha portato una profonda rivoluzione nella indagine sulla Natura: in migliaia di fogli (taccuini, codici, raccolte, ...) è contenuta una quantità enorme di materiali di studio e tanto fa supporre che Leonardo coltivasse il progetto di una esposizione enciclopedica del Sapere, quello già acquisito e molto più quello da indagare, a partire da alcuni presupposti fondamentali: - la matematica come base di ogni scienza; - l'ottica come presupposto per ogni percezione; - la meccanica come scienza delle forze fisiche che sono alla base del mondo organico e inorganico; - la biologia come scienza della vita e dello sviluppo della natura organica (avente come tema centrale l'anatomia); - la cosmologia come scienza delle forme della natura inorganica e delle forze che sono alla base di quelle forme. Leonardo si sentiva in grado di compendiare in un sistema unitario tutte le esperienze di indagine, proprio per il fatto di essere un artista: era convinto, infatti, che solo l'artista potesse comprendere la Natura e trasmetterne agli altri la sua essenza attraverso il disegno/le immagini. Già con Galilei, tuttavia, questa convinzione è destinata a frantumarsi: l'Arte e la Scienza cammineranno su strade diverse... ma la lezione di Leonardo non perderà di certo la sua straordinaria ed affascinante efficacia.

Rc 25 maggio 2019

Letto 109 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Antonio Piromalli, interprete del Medioevo: Gioacchino da Fiore e Dante Alighieri

    Il Centro Internazionale Scrittori della Calabria e il Comitato Scientifico di studio della figura e delle opere di Antonio Piromalli, con il patrocinio del comune di Reggio Calabria e la collaborazione della Biblioteca “De Nava”, lunedì 17 giugno 2019, alle ore 16:45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria, promuovono la tavola rotonda sul tema “Antonio Piromalli, interprete del Medioevo: Gioacchino da Fiore e Dante Alighieri”. Intervengono: Paola Radici Colace, professore ordinario di Filologia Classica dell’Università di Messina, presidente del Comitato Scientifico “A. Piromalli”, Giuseppe Rando, professore ordinario di Letteratura Italiana dell’Università di Messina, coordinatore del Comitato Scientifico A. P., Mila Lucisano, docente di Italiano e Latino, componente Comitato Scientifico A. P., Emilia Serranò, docente di Filosofia, componente Comitato Scientifico “A. Piromalli”.

  • CIS: Dal dialogo tra musulmani e cristiani le radici per la nuova Europa

    Venerdì 14 giugno 2019, alle ore 17:00 presso il DiGiES (Palazzo Zani) via Dei Bianchi, 2, Reggio Calabria, Il Centro Internazionale Scrittori, l’Istituto Superiore Europeo di Studi Politici, il Centro documentazione europea e DiGiES (Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane Università Mediterranea),nell’ambito del ciclo di seminari “Dialoghi sull’Europa 2019” promuovono la conferenza “Dal dialogo tra musulmani e cristiani le radici per la nuova Europa”. Dopo i saluti del Prof. Daniele Cananzi, Responsabile accademico CDE dell’ISESP – DiGiES e della dott.ssa Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria, relaziona il Prof. Tito Lucrezio Rizzo, giàConsigliere titolare dell’Organo centrale di Sicurezza Segretariatogenerale della Presidenza della Repubblica - Componente Comitato Scientifico CIS

  • CIS: Il Sonno e la Morte da Hypnos e Thanatos alla Dormitio Mariae

    Giovedì 13 giugno 2019, alle ore 17:30, presso la Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, lo stesso Museo e il Centro Internazionale Scrittori promuovono la conferenza “Il Sonno e la Morte da Hypnos e Thanatos alla Dormitio Mariae ”, quinto incontro del ciclo “Vita, morte e viaggio nella mitologia classica: letteratura, iconografia, musica”. Intervengono il direttore del Museo, dott. Carmelo Malacrino e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Con il supporto di video proiezione relaziona Paola Radici Colace, prof. Ordinario di Filologia classica, Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università di Messina, presidente onorario e direttore scientifico del Cis.

  • Incontro del CIS Calabria dedicato a Santa Teresa d’Avila e San Juan de la Cruz

    Nell’ambito del ciclo “I grandi personaggi della Bibbia e della Storia della Chiesa”, mercoledì 12 giugno 2019, alle ore 18:00, presso la Sala di San Giorgio al Corso, chiesa degli artisti di Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria promuove la conferenza “Santa Teresa d’Avila - San Juan de la Cruz”. Introduce don Antonio Cannizzaro, parroco della chiesa di San Giorgio al Corso, partecipano, alla tavola rotonda Gianfranco Cordì, docente di Filosofia, Giuseppe Palamara, diacono, Emilia Serranò, docente di Filosofia, Daniele Zangari, scrittore. Santa Teresa d'Avila 1515 – 1582), dedicò la sua vita alla riforma dell'ordine religioso delle Carmelitane.

  • Incontro Internazionale di studio “Innovazione, industria culturale e branding territoriale”

    Promosso dall’Università Internazionale per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria (Comitato Scientifico formato dai professori Roberto Mavilia, Domenico Siclari, Nello Barile, e Guerino Bovalino) in sinergia con il Centro Internazionale Scrittori della Calabria e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, martedì 11 maggio 2019, alle ore 17:00, nella sala conferenze del Museo Archeologico si svolgerà l’incontro di studio internazionale Innovazione, industria culturale e branding territoriale . Dopo i saluti del prof. Salvatore Berlingò, Magnifico Rettore Università Internazionale “Dante Alighieri”, del direttore del Museo, dott. Carmelo Malacrino, Direttore del Museo Archeologico Nazionale,

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.