unci banner

:: NEWS

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

Evento al Cilea per l'Hospice, il messaggio del sindaco

È importante che, a problemi strutturali, si diano risposte strutturali. Ribadiamo, anche da questo palcoscenico, che chi di dovere deve avere l'umiltà di sedersi intorno ad un tavolo, con tutte...

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

A Palazzo Campanella il convegno "Racket, tre mafie a confronto"

"Iniziative come questa sono la testimonianza che, tutti uniti lavorando verso una direzione comune, possiamo definitivamente spezzare i tentacoli della piovra mafiosa". Così, il sindaco Giuseppe Falcomatà, ha salutato gli...

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Villa, rifiuti zero. Il Conai finanzia il progetto di sensibilizzazione

Con riferimento al Bando Anci Conai per la comunicazione locale – edizione 2019, il comune di Villa San Giovanni è stato ammesso al cofinanziamento di 45mila euro per il progetto...

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

A palazzo Corrado Alvaro la visita del cardinale Ernest Simoni

S’è tenuto questa mattina, nella sala “Monsignor Ferro” di Palazzo Alvaro, l’incontro istituzionale tra il cardinale Ernest Simoni e il sindaco metropolitano Giuseppe Falcomatà – introdotto da Marcello Condorelli, portavoce...

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

Finanziamento milionario per il convento di Sant'Ilarione. Belcastro: «Luogo di culto caro ai cauloniesi»»

C'è anche Caulonia tra i centri beneficiari del finanziamento milionario per i beni culturali del distretto della Locride deliberato dalla Giunta Regionale. Ammonta infatti a 1 milione e 400 mila...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAMuse: venerdi 10 i nuovi videodibattiti con l’istituto “Alvaro Gebbione” e domenica 12 “Mamme sospese”

Muse: venerdi 10 i nuovi videodibattiti con l’istituto “Alvaro Gebbione” e domenica 12 “Mamme sospese”

Pubblicato in CULTURA Giovedì, 09 Novembre 2017 14:49
Muse: venerdi 10 i nuovi videodibattiti con l’istituto “Alvaro Gebbione” e domenica 12 “Mamme sospese” Il dirigente scolastico Marisa Monterosso e il presidente Muse Livoti

La Sala D’Arte “Le Muse” di via San Giuseppe, 19 continua con grande partecipazione di pubblico la nuova programmazione 2017/2018 dell’associazione culturale “Le Muse - Laboratorio delle Arti e delle Lettere”. E venerdì ritornano gli appuntamenti ormai parte integrante del palinsesto Muse, dedicati ai Videodibattiti. Una manifestazione mensile commenta  - il presidente Giuseppe Livoti - poiché ormai da tanti anni Paola Abenavoli - nostra referente della sezione dedicata ai linguaggi video e critico cinematografico d’eccellenza cura

delle vere e proprie lezioni dedicate ai messaggi visivi che la storia della filmografia ha consegnato ai nostri giorni. Tanti gli argomenti trattati in questi anni dai vizi capitali ai comandamenti ed in questa nuova edizione si è pensato a proporre il tema del mondo che… cambia.
 Messo da parte l’opinionista, l’opinion leader arrivano alla Muse i “Gruppi di Ascolto”. Un venerdì al mese con un gruppo di ascolto diverso. Il primo appuntamento vedrà la partecipazione dei ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di primo grado “Alvaro – Gebbione”, i quali commenteranno a caldo gli stimoli visivi che la Abenavoli sottoporrà alla loro attenzione. La Scuola dunque  esce dai confini architettonici per ritrovarsi all’interno di spazi culturali sul territorio, poiché la formazione non è -solo didattica- ed i ragazzi oggi più che mai hanno bisogno di stimoli adeguati ai loro interessi ed abilità ricorda il dirigente dell’I. C. Marisa Monterosso alla quale sarà affidato il compito di aprire la manifestazione.   
Domenica 12 novembre alle ore 18 invece sempre presso la Sala d’Arte si terrà la prima nazionale della presentazione del libro della giornalista Ambra Caserta edito da Scatole Parlanti Edizioni – Gruppo Editoriale Alter Ego dal titolo “Mamme Sospese”. Parteciperà alla presentazione oltre all’autrice, il critico letterario Teresa Polimeni Cordova vice presidente Muse, Laura Sambo – ginecologa e psicoterapeuta, Giulia Cuzzocrea – genitore e docente, Francesca Rappoccio – docente ed editor.
Inoltre verrà inaugurata la mostra – collettiva d’arte dal titolo “Origini”. Ogni artista si è soffermato sulle origini dell’uomo, delle cose ed ha affidato la comunicazione alla tela, mettendo in evidenza la sua identità espressiva – pittorica - materica. Partecipano alla mostra: Antonella Laganà, Francesco Logoteta, Grazia Papalia, Elvira Sirio, Pierfilippo Bucca, Manuela Lugarà, Cristina Benedetto, Agelo Meduri, Daniela Campicelli.

Rc 9 novembre 2017

Letto 324 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Domenica 27 apre l'anno sociale delle Muse che festeggia il suo ventennale

    Anche se presenti nel panorama culturale regionale e nazionale ininterrottamente, ultime settimane di lavoro e di programmazione per l’apertura in grande stile per il "Laboratorio delle Arti e delle Lettere - Le Muse" di Reggio Calabria che inaugura come è ormai tradizione nell’ultima settimana di ottobre il suo Anno Sociale “invernale” ed esattamente domenica 27 alle ore 18,00 presso la storica sede di via San Giuseppe 19 nei suoi spazi del Cortile delle Muse e della Sala d’Arte.
    E così prende avvio il VENTENNALE MUSE poiché sono proprio 20 anni dalla fondazione della nota associazione che partì anni fa con semplici incontri in un noto locale della città divenendo nel tempo una importante realtà calabrese - ricorda con enfasi e memoria il presidente Giuseppe Livoti.

  • Giornata del Contemporaneo: Arte Club Accademia e Le Muse insieme per l'arte povera

    A Catanzaro importante impegno per l’Associazione culturale “Le Muse” di Reggio e Arte Club Accademia di Catanzaro in occasione della Giornata del Contemporaneo. È, questo, un evento che l’AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani) dal 2005 dedica all’arte contemporanea e al suo pubblico. I musei e le gallerie d’arte associate, accanto a tutte le istituzioni del nostro Paese che liberamente decidono di aderire all’iniziativa, aprono gratuitamente le loro porte per un’iniziativa ricca di eventi, mostre, conferenze e laboratori con un programma multiforme che regala l’imperdibile occasione di vivere da vicino la vivacità e la ricchezza dell’arte di oggi.

  • Le Muse patrocinano a Staiti (Santa Maria de’ Tridetti) il vespro in rito bizantino - cattolico

    Ancora una manifestazione fuori porta per il sodalizio de “Le Muse - Laboratorio delle Arti e delle Lettere” di Reggio Calabria che domani, domenica 29 settembre alle ore 16, promuove il rito organizzato dall’amministrazione comunale di Staiti presso il suggestivo tempio di Tridetti. Giuseppe Livoti – presidente Muse, ricorda come l’evento si terrà presso quello che viene definito il comune meno popolato della Calabria, Staiti, borgo che detiene un centro storico ed un patrimonio che lo identifica tra i luoghi piu’ ricco di fascino dell’Italia del Sud.

  • Alle Muse storiografia per scoprire inediti aspetti della ‘ndrangheta dalle fonti d’archivio

    “Le Muse –Laboratorio delle Arti e delle Lettere” al Cortile delle Muse di Via San Giuseppe 19, ha organizzato il penultimo appuntamento estivo della programmazione in occasione della presentazione di un periodo storico molto particolare: 1880 – 1956 da Santo Stefano d’Aspromonte a New York, una storia d’affari, crimini e politica, ovvero “Quando la ‘ndrangheta scoprì l’America”, racconto della mutazione della ‘ndrangheta in terra americana e del processo di avvio che ha portato l’organizzazione malavitosa ad essere una delle mafie più potenti e pervasive del mondo.

  • Alle Muse: Quando la 'ndrangheta scoprì l'America

    “Le Muse –Laboratorio delle Arti e delle Lettere” va verso la conclusione della sua programmazione estiva-autunnale ed il Cortile delle Muse di Via San Giuseppe 19, domani sabato 21 settembre alle ore 18 si aprirà al racconto di un periodo storico molto particolare: 1880 – 1956 da Santo Stefano d’Aspromonte a New York, una storia d’affari, crimini e politica.
    Raccontare la mutazione della ‘ndrangheta in terra americana e il processo di avvio che ha portato l’organizzazione malavitosa ad essere una delle mafie più potenti e pervasive del mondo: questo l’obiettivo di “Quando la ‘ndrangheta scopri l’America”, libro, edito da Mondadori, scritto da Antonio Nicaso, Maria Barillà e Vittorio Amaddeo e che vede la prefazione del Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.