:: Evidenza

Operazione Mala Depurazione: sequestrati dalla Guardia Costiera 14 impianti per le acque reflue

Operazione Mala Depurazione: sequestrati dalla Guardia Costiera 14 impianti per le acque reflue

Personale militare della Direzione Marittima - Guardia Costiera - di Reggio Calabria, ha posto sotto sequestro preventivo n° 14 impianti di depurazione acque reflue comunali...

Siclari dopo audizione Scura in Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato

Siclari dopo audizione Scura in Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato

«Sono soddisfatto dell’importate risultato ottenuto oggi con la presenza del commissario Massimo Scura in audizione alla Commissione Igiene e Sanità Pubblica del Senato. È il...

Il pecorino di Fattoria della Piana sbarca al Salone del Gusto

Il pecorino di Fattoria della Piana sbarca al Salone del Gusto

"L'amore nutre": questo il primo saluto della Calabria passeggiando per i corridoi principali del padiglione del XII Salone del Gusto - Terra Madre dedicato alle...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAMYArt Film Festival: selezionati i film in concorso. Buona la rappresentanza calabrese

MYArt Film Festival: selezionati i film in concorso. Buona la rappresentanza calabrese

Pubblicato in CULTURA Giovedì, 20 Aprile 2017 13:55

Cosenza 20/04/2017 - La direzione artistica del MYArt Film Festival esprime grande soddisfazione per la quantità e la qualità dei lavori iscritti alle tre sezioni del festival che si svolgerà a Cosenza dal 28 al 30 aprile. Molti sono stati i lavori pervenuti, benché il tempo utile per far pervenire le candidature sia stato particolarmente ristretto. E questo dà la misura dell’interesse e della disponibilità di materiale audiovisivo prodotto nei Paesi dell’area del Mediterraneo intorno ai

temi scelti da questa prima edizione del festival. Pochi sono invece i lavori pervenuti per la sezione “spot sociali”, e ciò ha costretto la direzione artistica ad abolire la sezione stessa. Per contro, con grande sorpresa sono invece pervenuti tantissimi documentari di pregevole fattura ma di breve durata. E per questo motivo si è deciso di assegnare il premio degli spot sociali, in accordo con la Fondazione Migrantes che lo ha istituito, alla nuova categoria in concorso che abbiamo chiamato “shortdoc”. Oltre 150 i lavori valutati dalla direzione artistica, giunti da Palestina, Iran, Libano, Croazia, Turchia, Serbia, Grecia, Egitto, Israele, Marocco, Kosovo, Spagna, Francia, Portogallo, Svizzera, Belgio, Germania, Regno Unito, Svezia, Polonia, Canada. E Italia, naturalmente. Buone anche la rappresentanza di lavori prodotti specificatamente dalla Calabria o in Calabria. Dopo l’attenta selezione di tutte le opere pervenute ha ritenuto di ammettere a concorso 12 documentari, 12 cortometraggi e 10 documentari brevi.  Un numero, a parere della direzione del MYArt, sufficiente per mostrare il panorama del cinema indipendente sulle tematiche trattate: dall'integrazione, alla guerra; dalla tortura alla complessità della vita quotidiana nei Paesi del Mediterraneo. La giuria di alto profilo, tra i cui componenti spiccano il documentarista Gianfranco Pannone, il produttore cinematografico Mario Mazzarotto, il regista calabrese Fabio Mollo e l’operatore culturale Giuseppe Scarpelli, designerà il miglior film per le tre categorie. Le premiazioni e le proiezioni si svolgeranno a Cosenza il 28-29-30 aprile 2017, in una tre giorni ricca di eventi collaterali e incontri tematici sul cinema come strumento di legame tra le sponde del Mediterraneo. Nella sezione Documentari, il vincitore riceverà un premio da 3.000 euro “Premio Sprar”, per i "Cortometraggi", l’opera vincitrice si aggiudicherà il “Premio Migrantes” da 1.500 euro, per i "Documentari brevi” (che sostituisce la categoria Spot Sociali),  la Migrantes ha bandito un premio da 500 euro. La sezione "Fuori Concorso" ospita invece opere di particolare rilievo e in tema, ma non ammesse alla premiazione. Molti sono i documentari “made in Calabria”, iscritti al MYArt Film Festival. Oltre una decina, i lavori presentati da registi calabresi o realizzati in Calabria che raccontano questo tema e lo fanno con un apprezzabile livello qualitativo. Segno che la regione è in grado di esprimere potenzialità nell’ambito del cinema del reale. Si tratta di un dato – a detta della direzione artistica del Festival – che denota il fatto che la Calabria è finalmente protagonista attenta, consapevole, di ciò che sta accadendo dentro e intorno al Mediterraneo. Una consapevolezza che non può non avere vista la sua centralità in questo angolo di mondo nel quale nei prossimi decenni si concentrerà il più complesso fenomeno migratorio mai sperimentato dall’umanità.



Letto 227 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Calabria, dove sono finite le aziende? La Politica del consumo la generiamo noi, compriamo nella nostra regione!

    di Simona Gangale. Calabria, una Regione da sempre protagonista di critiche e cronaca, una terra che porta con sé la bellezza di fotografie scattate sulle spiagge calde e colorate, contornate da un mare limpido e azzurro, bello da fare invidia all’intera Italia. Calabria, una regione in cui le promesse viaggiano quotidianamente da bocca a bocca, in una continua speranza di miglioramento, modernizzazione, dedizione e attenzione. Ma il risultato? Calabria, una regione che sta morendo.
    Ogni centro storico vanta il suo flusso continuo di abitanti e turisti per le vie del luogo, tutti intenti a chiacchierare seduti sulle panchine dei giardini pubblici, in un bar centrale degustando qualche specialità tipica del luogo o attenti e incuriositi nell’osservare le vetrine dei negozi.

  • Bollette Luce e Gas. Adiconsum: "Un salasso per le famiglie calabresi"

    Reggio Calabria. L’aumento dei costi delle forniture elettriche (5,3%) e del GAS (5%) preoccupa le famiglie calabresi costrette a fare i conti con un bilancio sempre più risicato. I recenti dati pubblicati dall’ISTAT riservano alla Calabria il triste primato della Regione più povera d’Italia, dato ancora più allarmante se si pensa che il 35,3% delle famiglie vive al disotto della soglia di

  • Coni Calabria: la promozione del Cosenza inorgoglisce la nostra terra

    Un meraviglioso traguardo raggiuto dal Presidente del Cosenza Eugenio Guarascio e da ogni singolo componente della società, quello della promozione in Serie B. Dopo aver creato qualcosa di solido, unico e duraturo nel tempo, il raggiungimento della serie cadetta completa un sogno per i tifosi cosentini, per i calabresi e per tutti gli appassionati di sport che moralmente non possono non riconoscere l’enormità del risultato. La squadra calabrese ha dimostrato il proprio valore durante il campionato, affrontando le difficoltà, rimboccandosi le maniche nei novanta minuti di ogni singolo incontro, mostrandosi all’altezza della promozione nell’ultimo, contro Robur Siena, superandola con il risultato di 3-1, allo stadio Adriatico di Pescara, davanti ad undicimila tifosi arrivati dalla Sila.

  • Il Cosenza in serie B, le congratulazioni della Reggina

    La Reggina 1914 si congratula con il Presidente Guarascio, con i calciatori, lo staff tecnico e tutti i dirigenti per il raggiungimento del prestigioso e meritato traguardo della conquista della serie B, frutto di impegno, caparbietà e voglia di raggiungere l’obiettivo a tutti i costi. Alla Società tutta auguriamo “buon futuro”.

  • Amaranto siamo noi: i ragazzi di Nevio Scala franano al San Vito di Cosenza

    Reggio Calabria. La Reggina di Nevio Scala torna al San Vito di Cosenza,Pubblico delle grandi occasioni compresi un migliaio di tifosi giunti da Reggio. Un derby, quello della stagione 1988-89, che lascia l’amaro in bocca agli amaranto, partita giocata a viso aperto e a tratti dominata, ma aa sorridere alla fine sono i rossoblu silani che si impongono con il risultato di 3-1. Da registrare purtroppo scontri fra le opposte tifoserie sia

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.