unci banner

:: Evidenza

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Allineati e coperti nella quiete prima della tempesta

Dopo una settimana di “voci di corridoio” la città apprende dalla rete ribattendo una notizia apparsa su Gazzetta del Sud, che all’assessore Angela Marcianò sono...

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Caso Marcianò, Minasi: “Inaccettabile che la gravidanza venga strumentalizzata per fini politici"

Sulla vicenda del ritiro della delega di assessore ai lavori pubblici ad Angela Marcianò, riceviamo e pubblichiamo la riflessione di Tilde Minasi, ex consigliere regionale...

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Reggina: i tifosi hanno scelto la maglia della squadra. Si ritorna al passato

Ritorno al passato. Con 18.533 voti, il popolo amaranto ha scelto la storia e la tradizione: maglia amaranto con colletto e pantaloncini bianchi. Uno stile...

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò saluta e ringrazia la Città di Reggio

Angela Marcianò sul suo profilo FB questa mattina scrive alla Città, ai suoi cittadini, per ringraziare quanti hanno sostenuto il suo percorso di impegno e...

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Migranti, manifesto per una nuova Accoglienza

Le realtà che hanno dato vita alla ‘Rete Restiamo Umani’ intendono presentare alla città di Reggio Calabria una visione del fenomeno migratorio che possa unire...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAPremio Anassilaos: il dovere della memoria

Premio Anassilaos: il dovere della memoria

Pubblicato in CULTURA Sabato, 15 Luglio 2017 23:22

In occasione del 25° anniversario delle  stragi di Via Capaci (23 maggio 1992) e  di Via d’Amelio (19 luglio del 1992)  nelle quali  persero la vita  Giovanni Falcone, con la moglie Francesca Morvillo, e Paolo Borsellino  e insieme a loro  gli agenti di scorta ed  Emanuela Loi, la prima, per fortuna l’unica, donna delle forze dell’ordine a cadere in un agguato di mafia, alla cui figura l’Associazione Anassilaos ha intitolato alcuni anni fa la propria sezione femminile nel corso di una cerimonia ufficiale con la partecipazione del  compianto Prefetto Luigi De Sena,

il Premio Anassilaos, che nel corso degli anni ha reso omaggio ai caduti ed espresso gratitudine a coloro che ancora oggi - magistrati e uomini e donne delle Forze dell’Ordine -  difendono la nostra libertà e tutelano la nostra sicurezza,  si propone nella  29^ edizione della manifestazione di rendere loro omaggio e di ricordare Emanuela Loi, nel 50° della sua nascita avvenuta il 9 ottobre 1967. L’esercizio di una qualsiasi attività culturale – scrive il Presidente del Premio Stefano Iorfida - sarebbe infatti un gioco ozioso se fosse disgiunto dall’impegno concreto verso la realtà che ci circonda. Per questo il Sodalizio reggino, anche nell’ambito del prossimo premio,  come già in passato,  si propone di scavare nel solco della memoria e della nostra  storia più recente per tirarne fuori il tesoro e la ricchezza, tutta umana, di vite spezzate che si offrono al nostro  cuore e alla nostra testa, al sentimento e alla ragione, come  esempi da additare alle più giovani generazioni  e alle donne e uomini della nostra terra, bella e amara. Abbiamo chiamato tale impegno – prosegue Iorfida -il dovere della memoria ma siamo anche consapevoli che esso sia  insufficiente se disgiunto  da una concreta attenzione, anzi  da una estrema tensione morale, verso la legalità  e contro “il male” perché la criminalità organizzata non è  soltanto illegalità, cioè violazione di norme e leggi , ma anche e  soprattutto - in senso etico e religioso, almeno per un credente – il  male. “La ’ndrangheta – ha detto Papa Francesco -  è questo: adorazione del male e disprezzo del bene comune. Questo male va combattuto, va allontanato! Bisogna dirgli di no!... (Dall’Omelia nella Spianata di Sibari, 21 giugno 2014). Per questo nel rendere omaggio ai “caduti”  avvertiamo il bisogno  di stringerci  in maniera solidale a coloro che - magistrati o esponenti delle Forze dell’Ordine, ufficiali o semplici graduati - il male hanno combattuto, sacrificando spesso  anche  la vita a tale “missione” e a coloro che ancora oggi, “eroi del quotidiano” o “eroi di tutti i giorni”,  il male  combattono. Emanuela Loi e tutti gli altri sono per noi degli  eroi – un eroismo che nasce “dall’esercizio coerente e consapevole della virtù” (come ebbe a dire nel 2002 l’allora Ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu) - e oggi costituiscono un esempio per i giovani che non vogliono farsi ammaliare dalle lusinghe della ‘ndrangheta, della mafia della camorra né  vendere la propria vita e, insieme ad essa, l’anima alla criminalità organizzata.

RC 15 luglio 2017

Letto 25 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Anassilaos, Benedetto XV: dalla guerra giusta all’inutile strage

    Il 1° agosto del 1917 – cento anni fa – nella esortazione apostolica “Dès le début” rivolta “Ai Capi dei popoli belligeranti” Papa Benedetto XV, nel terzo anniversario della Grande Guerra, si rivolge ai capi dei popoli in guerra. Il Pontefice non si limita ad una generica esortazione alla pace ma si ripromette di offrire proposte e soluzioni. “vogliamo –scrive - ora discendere a proposte più concrete e pratiche ed invitare i Governi dei popoli belligeranti ad accordarsi sopra i seguenti punti, che sembrano dover essere i capisaldi di una pace giusta e duratura,

  • Anassilaos e Laruffa presentano lo: "Sciocchezzario contemporaneo nell’era cyber"

    Nuovo appuntamento con i “Mercoledì d’autore… libri in riva al mare”, l’iniziativa promossa dalla Casa Editrice Laruffa in collaborazione con l’Associazione Culturale Anassilaos, per presentare le novità editoriali della stagione. Mercoledì 19 luglio, alle ore 19.30, il Lido Stella Marina, a Pentimele, ospiterà Francesco Maria Federico, autore del “Dizionario essenziale dei luoghi comuni e acronimi. Sciocchezzario contemporaneo nell’era cyber”. Un leggero pamphlet, contenente una raccolta di opinioni, osservazioni, sensazioni e ricordi personali dell’autore in merito

  • Anassilaos: rinviato incontro su Lear, domani protagonista il mondo di Walt Disney

    Rinviato per ragioni organizzative il previsto incontro su Edward Lear, l’Associazione Culturale Anassilaos Giovani propone per  martedì  18 luglio sempre alle ore 21,00 presso il Chiostro di San Giorgio una conversazione di Tito Tropea, Presidente di Anassilaos Giovani sul tema “L'animazione e Walt Disney durante la Seconda Guerra Mondiale: convincimento ed auto convincimento”. Nel 25° anniversario delle  stragi di Capaci (23 maggio 1992) e  di Via d’Amelio (19 luglio del 1992)  nelle quali  persero la vita  Giovanni Falcone, con la moglie Francesca Morvillo, e Paolo Borsellino 

  • Omaggio dell'Anassilaos a Edward Lear

    Il 25 luglio del 1847  lo scrittore, poeta e disegnatore inglese Edward Lear (nato a Londra il 12 maggio 1812 e morto a Sanremo il 29 gennaio 1888) cominciava da Reggio Calabria, in compagnia dell’amico John Proby  e del mulattiere  Ciccio, il reggino  che gli fu guida fedele, un viaggio all’interno della Provincia – dal 1817  Calabria Ulteriore  I – che si protrasse fino al 5 settembre 1847. A centosettanta anni da quel viaggio l’Associazione Culturale Anassilaos propone una rilettura del testo di Lear, che venne  pubblicato in Inghilterra nel settembre del 1852

  • Anassilaos, al Chiostro si è discusso di Europa e futuro

    Promosso dall’Associazione Culturale Anassilaos in uno con la Sezione reggina di Federproprietà si è svolto l’incontro sul tema dell’ “assoluta necessità di un processo di disambiguazione per questa matrigna Europa di Maastricht”, relatore  il prof. avv. Luciano Maria Delfino.  La conversazione dello studioso ha concluso il trittico degli incontri scientifici dallo stesso curati  - e che hanno riguardato le tematiche del Bail in, il fenomeno della Brexit e la rilevazione dei limiti strutturali dell’Europa di Maastricht – ponendosi come espressione di sintesi di un momento culturale

logo cp bucato

Copyright © 2016 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.
Comitato di redazione
Gianluca Del Gaiso, Valentina Raffa