unci banner

:: NEWS

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

Aquaro di Cosoleto, stop alla processione dopo le verifiche delle forze dell'ordine

E’ stata annullata ieri ad Acquaro di Cosoleto la tradizionale processione di San Rocco. La decisione del parroco dopo che Polizia e Carabinieri avevano accertato che gran parte dei portatori...

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Il MArRC aperto a Ferragosto fa il "botto" di presenze

Ferragosto da record per il MArRC che nella giornata di ieri ha registrato il “tutto esaurito” con ben 7760 ingressi. La scelta dell’apertura nella giornata festiva con ingresso gratuito a...

Al castello Ruffo di Scilla Maria Barresi, con Daniela Marra e i Mattanza, racconta "L'essenza della Felicità"

Al castello Ruffo di Scilla Maria Barresi, con Daniela Marra e i Mattanza, racconta "L'essenza della Felicità"

"La felicità che ci viene donata ogni giorno non sempre ha radici nel nostro presente ma va ricercata nel nostro passato, rivolgendoci ed essa per proiettarla nel nostro futuro". Il...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURARosarno, settima e ultima serata della Rassegna Teatrale “Sabato a Teatro 2019

Rosarno, settima e ultima serata della Rassegna Teatrale “Sabato a Teatro 2019

Pubblicato in CULTURA Martedì, 07 Maggio 2019 15:28

L'Associazione Teatrale "Enotrio Pugliese" di San Costantino Calabro ha chiuso la quattordicesima edizione della rassegna teatrale "Sabato a Teatro 2019", organizzata dal Laboratorio Teatrale Rosarno '76, con lo spettacolo "Fumo negli occhi", una commedia brillante in due atti adattata e diretta da Francesco Gullello. Il testo "denuncia apertamente le storture della società dell'immagine, tanto di ieri quanto di oggi, dove la scalata al successo e al miglioramento del proprio status sociale divengono in molti casi gli unici obiettivi davvero importanti da raggiungere".

La storia ha come protagonista l'irrefrenabile desiderio di apparire per quello che in realtà non si è , che viene personificato da una famiglia: genitori, due figli, il nonno e la cameriera uniti ad un ladro di passaggio, che hanno dimostrato come spesso l'esteriorità abbia la meglio sull'essenza, come "la facciata sociale sia più importante di una sana e bella vita familiare quotidiana".
Si assiste così alla lotta tra dirimpettai nella quale, pur di sembrare più ricchi, più snob, più aristocratici...in ogni caso "più", si ricorre all'utilizzo di complotti, artefatti e raggiri messi a punto dall'astuta mente femminile materna. Così, mentre dall'altra parte della strada troviamo una famiglia agiata, benestante che "sperpera e spande" anche al di sopra delle proprie superbe possibilità, la nostra famiglia si ritrova ad ostentare una ricchezza che non ha, a fingere di essere qualcuno che nemmeno lontanamente le appartiene. Una farsa nella farsa in cui non si risparmiano pochezze e meschinità. Tanto che, per fingere di essere in vacanza a Capri, la famiglia si rinchiude in casa un fine settimana di luglio, mette in mostra un'antenna televisiva pur senza possedere alcun televisore, intraprende immaginarie lezioni di equitazione ed espone giganti quadri di antenati mai esistiti o appartenuti a chissà chi.
Il pubblico del Piria ha assistito così ad "una commedia attuale in un momento di crisi come quello che vive oggi l'Italia" in cui la gente continua ad esibire e fare sfoggio di ciò di cui in realtà è priva. L'ironia fiabesca della storia, interpretata da Grasso Rocco, Cosentino Orsola, Lico Rosso, Consoli Caterina, Deluca Rocco, Grillo Serena, Iurceac Valentina, Milidoni Michele e Gullello Francesco, ha lasciato allo spettatore un importante messaggio di onestà e sincerità, vincitori indiscussi sopra ogni cosa.
Ancora una volta, lo staff del Laboratorio Teatrale Rosarno '76 intende ringraziare tutti quelli che hanno contribuito alla buona riuscita della rassegna 2019, dalle compagnie partecipanti agli sponsor, all’amministrazione del Comune di Rosarno che ha patrocinato l'evento.
Non ultimo, il fedele e caloroso pubblico che, con spirito critico e sarcastico, ha sempre dimostrato intelligenza e buongusto, presenziando ogni serata e applaudendo, a ragion dovute, le piece teatrali proposte.
Con un occhio rivolto alla rassegna appena conclusa e l'altro alla prossima che verrà, la speranza è quella di portare sempre alta la bandiera della cultura teatrale all'interno, e non solo, della nostra comunità rosarnese e di tornare nuovamente a regalare sorrisi.
Rosarno 07/05/2019
Laboratorio Teatrale Rosarno '76

Letto 253 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Rosarno, scoperta una piantagione di canapa indiana in località Iudicello

    Domenica mattina, in località Iudicello di Rosarno, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno, assieme ai colleghi Cacciatori e del nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno rinvenuto una piantagione di canapa indiana, composta da circa 200 piante di marijuana del tipo “olandese nana”, dell’altezza media di 1 metro circa ed in pieno stato vegetativo. La piantagione, all’interno della quale era possibile accedere solo attraverso il superamento di un corso d’acqua utilizzato anche per l’irrigazione, è stata realizzata all’interno di un fondo agricolo di proprietà demaniale ed abilmente occultata tra le piante della fitta vegetazione circostante.

  • Rosarno, Nuovamente Teatro Popularia 2019: consegnati i premi Medma e Gianni Iannizzi

    A Rosarno, nell’incantevole Piazza S. Giovanni Bosco, domenica 21 luglio 2019 si è conclusa la rassegna di Teatro popolare, giunta alla decima edizione “Nuovamente Teatro Popularia –Premi Nazionale Medma Miglior Spettacolo Teatrale e Gianni Iannizzi miglior attore ed attrice “ , con la cerimonia di consegna dei premi e lo spettacolo “Basta: abbasta e suverchja “ del Teatro Incanto di Catanzaro fuori concorso.
    La serata finale di Nuovamente Teatro Popularia 2019, presentata da Giada Zurzolo, dalla piccola Giulia Maurini e dal Direttore artistico della Rassegna Totò Occhiato, è iniziata con la consegna dei premi Medma miglior spettacolo giuria tecnica ex aequo e popolare assegnati a “ Cicciu u pacciu “ della Compagnia Teatrale Atrj di Roccella Jonica

  • Rosarno, al via la decima edizione di Nuovamente Teatro Popularia

    Al via la decima edizione di Nuovamente Teatro Popularia, manifestazione ideata e curata dall'Associazione Nuovamente, con la direzione artistica di Totò Occhiato che si svolgerà dal 13 al 21 luglio nel teatro all’aperto allestito in piazza San Giovanni Bosco a Rosarno. Quattro i premi nazionali: Premio Medma alla migliore rappresentazione teatrale ( giuria tecnica e giuria popolare ) e Premio Gianni Iannizzi al miglior attore ed alla migliore attrice della manifestazione. Nuovamente Teatro Popularia da quest’anno si avvale della collaborazione del Teatro Incanto di Catanzaro presieduto da Francesco Passafaro che è anche Direttore Artistico del Teatro Comunale di Catanzaro.

  • Rosarno, 46enne ai domiciliari per maltrattamento e lesioni ai danni della convivente

    Ieri mattina, a Rosarno, in ottemperanza ad un’ordinanza di applicazione su richiesta di misura cautelare in regime di arresti domiciliari, il Carabinieri della locale Tenenza hanno arrestato un 44enne, di nazionalità rumena, poiché ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti, rapina e lesioni personali aggravate ai danni della sua convivente.

  • Rosarno, ai domiciliari per aver dato fuoco all'auto del cognato

    Ieri sera, all’esito di ininterrotte ricerche, i Carabinieri della Tenenza di Rosarno hanno arrestato, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva, un 28enne, riconosciuto colpevole del reato di danneggiamento seguito da incendio commesso a Rosarno nel 2016 ai danni della vettura del cognato. L’uomo dovrà scontare la pena residua di oltre un anno e mezzo reclusione in regime di detenzione domiciliare.
    Le indagini, condotte dalla Tenenza Carabinieri di Rosarno sotto il coordinamento della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, presero avvio all’indomani del gesto delittuoso che interessò l’auto in questione, data alle fiamme nella notte del 1 aprile 2016, assieme ad un’altra auto posta nelle immediate vicinanze ed alla facciata di un esercizio commerciale adiacente.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.