unci banner

:: NEWS

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Operazione Bravo Cotraro: sequestrati quasi 2 kg di cocaina e arrestato il corriere

Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, nel corso di un’ordinaria attività d’iniziativa indirizzata al controllo economico-finanziario del territorio, hanno proceduto al sequestro di 1,6 chilogrammi...

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Tutto pronto per la kermesse “Arte sotto le stelle”

Si è svolta a palazzo Alvaro, sede della citta metropolitana di Reggio Calabria, la conferenza stampa di presentazione di “Arte sotto le stelle”, evento nato per festeggiare i 50 anni...

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Al Tempietto luci e suoni off per i bimbi con spettro autistico

Luci e suoni off per consentire ai bambini che soffrono delle sindromi dello spettro autistico di poter accedere al Luna Park e godere di momenti di svago e divertimento in...

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

GEP: La memoria ritrovata, l'archivio storico dell'Istituto Tecnico Statele Economico "Raffaele Piria"

ln occasione delle Glornate Europèe del Patrimonio 2019, al 21 settembre la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Calabria, in collaborazione con l'Istituto Tecnico Commerciale "R. Pìria" di Reggio Calabria promuove...

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

"Innamorarsi in Stazione" riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre

Dal 3 ottobre riparte la stagione culturale e sociale di Incontriamoci Sempre, dopo la breve pausa estiva e le recenti emozioni vissute in occasione della tredicesima edizione del premio Simpatia...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURAScilla jazz festival chiude insieme a Derive Festival col reading di Ettore Castagna

Scilla jazz festival chiude insieme a Derive Festival col reading di Ettore Castagna

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 19 Agosto 2019 14:16

Scilla jazz festival chiude l’edizione 2019 e saluta il suo pubblico con un concerto evento organizzato insieme a Derive Festival. Dopo le quattro giornate dense e fitte di concerti che hanno visto come protagonisti giovani talenti locali e incantato con la magia musicale di grandi nomi internazionali del jazz, domani, martedì 20 agosto, alle 18.30 nella piazzetta dello Spirito Santo a Scilla, il reading concerto “Tredici gol dalla bandierina”, di e con Ettore Castagna. È il secondo romanzo di Castagna, antropologo culturale e musicologo oltre che scrittore, insegnante nella scuola statale e per Università di Bergamo.

Nel reading si mescolano racconto e musica, l’autore ripercorrerà l’epoca in cui tutto si discute e si trasforma, in una luce irregolare e travolgente: l’amore, la politica, l’impegno civile e la libertà sessuale. I tredici gol sono quelli veramente segnati dalla bandierina, fra il 1974 e il 1981, ma rappresentano anche la metafora e la parabola della storia di un ragazzo che sogna vita, musica e rivoluzione rivolgendosi alla figura mitica di Massimeddu (Massimo) Palanca, leggendaria ala sinistra del Catanzaro. Come si legge nella presentazione del libro, edito da Rubettino è «Un’immagine inedita e molto contemporanea di un Sud spesso considerato solo periferia. Un racconto agrodolce sulle illusioni e le disillusioni di una generazione nel quale la vita di alcuni compagni di liceo e gli eventi calcistici della loro squadra si fondono in un equilibrio bello e imperfetto. Che non potrà durare». Un ultimo appuntamento per assaporare, al tramonto, la bellezza della cittadina tirrenica che, ancora una volta, accoglie e abbraccia la splendida mistura tra musica e forme d’arte, in questo caso la letteratura.
Nelle sale espositive del castello Ruffo di Scilla fino al 25 agosto prosegue “Viaggi. Mostra internazionale tra mito, natura, bellezza”. Espongono la brasiliana Izabel Alcolea, l’argentino Daniel Barroso, lo scultore Carlo Bellomonte, Federica Bertino con la sua opera ‘Per te’ e i suoi delicati e simbolici acquerelli, Luciano Bonetti con la tematica forte dell’ecologia e dell’immigrazione, Milena Buti dalle opere personali e materiche, Anna Canale con le sue visioni astratte, Marinella Carubelli dal classicismo espressionista, Liliana Cavigioli, sintetica e cromatica nei dipinti essenziali, Renata Cuomo che presenta acquerelli e un’opera informale fortemente introspettiva, Curci, la fotografa dei riflessi e dell’acqua Enza De Paolis, il raffinato Giovanni Di Ceglie con i suoi dipinti su lino antico, il noto fotografo Carlo Di Giacomo che elabora linguaggi post industriali e urbani, ‘Aster’ dalla pittura informale e astratta, la colorista Fonachi, Giuliana Maddalena Fusari che coniuga fiber art e tecniche miste su carta e stoffa, Maria Pia Giacomini dalla classicità figurativa, Luca Givan, creatore del Virtualismo materico, il giapponese e intarsiatore su legno Koichi Hasegawa, Fabiana Macaluso, giovani pittrice che affronta con mestiere tematiche quali l’immigrazione e la diversità dei popoli, Gabriella Martino, pluripremiata artista italiana, Laurita Mazapan fotografa e performer spagnola di Madrid, la svizzera Manuella Muerner Marioni, il fotografo e performer Nuuco, Carmela Oggianu ‘Caroggi’ che presenta due opere tra il figurativo e l’impressionismo, Barbara Pecorari con le ‘Sardines’ metafora della vita e del mutamento ecologico, Mariella Pinto e Marenza Pinto, dalla profonda intensità pittorica e simbologia classica, la russa Jessica Gabbai Poliakoff, Maria Elena Ritorto, presente con quattro opere tra figurazione e astrazione, Elena Rizzardi con il suo dipinto materico e ricco di assemblaggi, Adriano Sambri che presenta una selezione di diversi dipinti tratti da grandi capolavori cubisti o di fantasia, il ricercatore dei materiali Antonio Saporito, il fotografo polacco Artur Skorupski, Eleonora Tranfo, che espone un prezioso acquerello su tavola, tecnica difficile e rara e Griscia Tufano, presente con tre opere dal forte impatto cromatico e simbolico.

Scilla 19 agosto 2019

Letto 91 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Sulle note "groundless" del piano di Giampiero Locatelli e dei Ground 71 cala il sipario sulla terza edizione di Scilla Jazz Festival

    Per il saluto finale nella serata di chiusura sul palco di “Scilla jazz festival” torna Giampiero Locatelli, solista, compositore e docente al conservatorio “Cilea” di Reggio Calabria. Un’eccezione l’esibizione per due anni consecutivi per un festival che vuole solitamente presentare nuove commistioni tra giovani talenti e musicisti di caratura nazionale ed internazionale. «Un ritorno dovuto» chiarisce invece il direttore artistico del festival, Francesco Barillà per il premio Top jazz 2018 tributato a Locatelli. Anche nell’ultima sera è il pianoforte il protagonista della scena, scelto come uno dei leitmotiv della terza edizione di “Scilla jazz festival”, evento del comune di Scilla, organizzato dall’associazione Be Art. Il pianoforte che ha visto protagonista domenica sera Alessandro La Corte Trio con le note dal sapore Mediterraneo, un filo che si è allungato lunedì sui tasti dello strumento di Nicola Sergio che, insieme a Michel Rosen, ha incantato con la sua “Scilla”.

  • Quelle atmosfere jazz di piano e sax capaci di evocare il mito di Scilla

    Le note appassionate del pianoforte di Nicola Sergio e del sax di Michel Rosen evocano il mito. E Scilla sembra affacciarsi dalle onde e accostare l’orecchio per sentire la canzone che il pianista nativo di Galatro, francese d’adozione, le ha dedicato. È il racconto, ancora una volta, della sua leggenda: quello della ninfa innamorata trasformata in terribile mostro che imperturbabile uccide chi si avvicina alla costa calabrese. È successo ieri sera, nella terza giornata di “Scilla jazz festival”, l’evento fortemente voluto dal comune di Scilla, organizzato dall’associazione Be Art di Francesco Barillà, il concerto è quello del duo Sergi/Rosen, artisti già compagni di tante avventure in musica che si sono esibiti nello scenario unico per bellezza ed atmosfere nel cortile del Castello Ruffo.

  • Jazz che profuma di Mediterraneo col guitar hero Antonio Onorato e “Alessandro La Corte Trio”

    C’è un mare che raccoglie in un grande abbraccio un universo di culture e di popoli. È il mar Mediterraneo il tema che caratterizza la terza edizione di “Scilla jazz festival”. E di questo grande bacino d’arte ieri sera al castello Ruffo gli spettatori hanno sentito forti l’odore e l’impronta. Tre appuntamenti che hanno seguito questo filo conduttore hanno caratterizzato la seconda giornata dell’evento, tra musica e parole, insieme all’arte allo stato puro, al Castello Ruffo, dove prosegue “Viaggi. Mostra internazionale tra mito, natura, bellezza”, visitabile fino al 25 agosto. «È il primo concerto jazz che ho l’onore di presentare in questa terza edizione del festival». Queste le parole di un emozionato Francesco Barillà, direttore artistico del festival nel presentare “Alessandro La Corte trio”. Sul palco ci sono Alessandro La Corte al pianoforte, accompagnato da piacevoli ritorni: Aldo Vigorito al contrabbasso e Giampiero Virtuoso alla batteria.

  • Presentata la terza edizione di Scilla Jazz Festival

    «Scilla ha già tante perle, ma ad esse se ne aggiunge un'altra». Con queste parole il commissario del Comune di Scilla, Samuele De Lucia, ha presentato la terza edizione di “Scilla jazz festival”, al via da domani 10 agosto alle 21 con l’inaugurazione “Viaggi. Mostra internazionale tra mito, natura, bellezza” e con il concerto del Duo Orpheus al Castello Ruffo alle 22.30. Insieme al commissario, al Comune stamane, erano presenti Francesco Barillà dell’Associazione “Be Art”, direttore artistico del festival e Guido Folco, direttore del Museo MIIT di Torino e della rivista Italia Arte, curatore della mostra internazionale di arte contemporanea internazionale “Viaggi”, parte integrante del festival.

  • Scilla jazz festival”, cresce l’attesa per gli ospiti della terza edizione, al via dal 10 agosto

    Jazz contemporaneo e contaminazioni artistiche animeranno nuovamente lo scenario unico al mondo. Dal 10 al 13 agosto a Scilla torna per la terza rinomata edizione “Scilla jazz festival”, ideato e organizzato dall’Associazione culturale Be-Art insieme al Comune di Scilla. SJF è un nuovo spazio per il Sud, per la promozione della cultura, il tutto, immerso nel fascino del castello Ruffo di Scilla con la sua storia e bellezza che incanta ogni anno migliaia di visitatori.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.