unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURASu Sky il film "Terroni di periferia" del calabrese Paolo Bolano

Su Sky il film "Terroni di periferia" del calabrese Paolo Bolano

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 18 Marzo 2019 08:55

Andrà in onda il 21 marzo su Sky alle ore 21 (Viva L'Italia Channel, canale 897 digitale terrestre) il docu-film del giornalista e regista calabrese Paolo Bolano "Terroni di periferia". Bolano, già caporedattore del TG2, oggi in pensione, ha firmato centinaia di inchieste sul Mezzogiorno e realizzato, come regista, decine di documentari e filmati sulla Calabria. È uno dei maggiori conoscitori della questione meridionale e dei problemi del Mezzogiorno cui ha dedicato libri e inchieste.

Si tratta di un film-inchiesta realizzato a Cataforio di Reggio Calabria, in mezzo agli "ultimi" della Magna Grecia. La terra che fu di Ibico e di Pitagora ospita da più di trent'anni uno stage di musica e danza, dove è nato il teatro e il bello, la musica, la filosofia, la medicina, la scultura.

Gli stagisti, provenienti da tutta Europa, arrivano in Calabria accolti da Peppe Crucitti (instancabile animatore detto "il ballerino") a ballare il kordax (ovvero la tarantella della Magna Grecia), a suonare strumenti musicali antichi come la lira, il tamburello e la chitarra battente, e a cantare.

Il kordax della Magna Grecia, ricordiamolo, è la danza dionisiaca che, quasi sempre, chiude le commedie di Aristofane, da cui è derivata la tarantella che ancora oggi si balla in tutta la Calabria.

«Ho girato questo lungometraggio – ha detto il regista Paolo Bolano per focalizzare meglio e raccontare una periferia meridionale abbandona da Dio, che si è fermato a Eboli, e da questa classe politica. Però questa periferia, dove vivono i terroni, secondo molti racchiude in sé in parte la storia dell'umanità. Questa è la Magna Grecia. Nessuno deve dimenticare. Qui è nato il teatro e il bello che poi valicando i monti della regione ha raggiunto il mondo intero allora conosciuto. È nata la filosofia, la medicina, la scultura ecc. Qui illo tempore tutto il popolo andava a teatro. Era in grado di votare e fare vincere ora questa, ora quella tragedia».

«Oggi – dice ancora Paolo Bolano - tutti dimenticano. Però, ancora giovani e anziani caparbi: gli "ultimi della Magna Grecia" resistono all'abbandono e chiedono di esistere per far valere la loro storia. Gli enti locali , la città metropolitana di Reggio è assente totalmente da questo festival della cultura calabrese. La città metropolitana non è interessata a divulgare la storia della Magna Grecia. Questo festival di Cataforio, invece, mette in risalto suoni antichi e strumenti musicali di cui si erano perse le tracce. Qui si balla ancora il Kordax, come i nostri avi lo ballavano tremila anni fa. La danza dionisiaca, quella che quasi sempre chiude le commedie di Aristofane. Con questo film ho voluto onorare questi valorosi "terroni" che non vogliono dimenticare e far cadere nell'oblìo la nostra gloriosa storia».

Rc 18 marzo 2019

Letto 200 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Fa tappa a Cataforio il tour 2019 "L'amuri è..." dei Versud Etnofolk!

    Con i Festeggiamenti in onore di San Giuseppe a Cataforio, in provincia di Reggio Calabria, il 13 luglio continua il Tour 2019 "L'amuri è..." dei VERSUD ETNOFOLK! (www.versud.it). Nel 2012 inizia il viaggio targato "VERSUD ETNOFOLK", un viaggio nato con l'intento di proporre una musica particolare, una musica nuova, composta con anima e cuore. Numerosi sono stati i Live in giro per l'Italia, nel corso di questi anni, tra cui:

  • Melilli in A2, al Cataforio i rimpianti. Non bastano Labate ed Atkinson per superare la capolista

    Reggio Calabria.  Nella quint'ultima della regular season si affrontano le due miglior difese del torneo. Melilli cerca gli ultimi 3 punti per la matematica promozione in A2, ospitando un Cataforio che invece vuol provare l'impresa. E la partenza degli uomini di Praticò è notevole, nonostante Rizzo, dopo 20'', trovi il vantaggio per i suoi. Cataforio che risponde

  • Il Cataforio si aggiudica il testa-coda contro l'Agriplus Mascalucia

    Nella gara numero 99 della sua storia in Serie B, il Cataforio ritrova davanti al proprio pubblico i 3 punti. I reggini rispettano il pronostico contro il fanalino di coda Agriplus Mascalucia (che si presentava in riva allo Stretto col peggiore attacco e la seconda peggior difesa). Sfida che gli uomini di Praticò (orfano di Cilione infortunato e Scopelliti squalificato) non riesco ad indirizzare subito per il verso giusto, pur agendo stabilmente all'interno della metà campo avversaria. In contropiede, a freddo, il gol di Gualtieri sblocca il parziale inaspettatamente in favore dei neroarancio. In precedenza Durante e Giriolo avevano impegnato severamente Barravecchia, certamente il migliore in campo dei suoi.

  • Coppa Italia - Cataforio, avanti tutta: i reggini centrano la vittoria e passano il turno

    Reggio Calabria. Serviva la vittoria e la vittoria è arrivata per un Cataforio dai due volti. Il quintetto di mister Atkinson ha infatti disputato un ottimo primo tempo mentre nella ripresa è stato meno brillante rispetto ad altre circostanze. Poco importa però perché il passaggio del turno è comunque arrivato, ad ogni modo meritatamente, contro un Polistena generoso che

  • Il Cataforio (U19) si conferma al primo posto. Blitz esterno con Labate e Campolo decisivi

    Reggio Calabria. Altra vittoria per il Cataforio che espugna per 6-2 il campo del Traforo. Cataforio sul doppio vantaggio nel primo tempo. Tante azioni da rete da una parte e dall’altra. Ottimi interventi del portiere reggino Laganà; reti bianconere che portano le firme di Campolo ed Alessio Labate. In mezzo ai due gol, l’espulsione di Attinà (e del numero 10 locale per reciproche

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.