unci banner

:: NEWS

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Palmi ospiterà il prossimo 24 agosto il PrimarEtnoFest, un importante appuntamento musicale, previsto all'interno del ricco cartellone di eventi della “Varia di Palmi” in programma dal 10 al 25 agosto....

Laboratorio civico Impegno per Condofuri: impegno e partecipazione nel primo incontro estivo

Laboratorio civico Impegno per Condofuri: impegno e partecipazione nel primo incontro estivo

“L’estate culturale” del “Laboratorio civico Impegno per Condofuri” ha preso il via, all’insegna di civismo, stare insieme fra riflessione e divertimento, cultura. Un via, quello della manifestazione che ha il...

Al Castello Aragonese presentato il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia

Al Castello Aragonese presentato il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia

Presentato al Castello Aragonese il libro “Caulonia, storia di una polis” di Claudio Panaia (Città del Sole Edizioni). “Caulonia, la piccola città greca fondata dagli Achei verso la fine dell’VIII...

Una traversata notturna dello Stretto del 1677 rivive alla Lega Navale Italiana

Una traversata notturna dello Stretto del 1677 rivive alla Lega Navale Italiana

Presso la sede della Lega Navale, Sezione di Reggio Calabria, si è tenuta la preannunciata conferenza avente per tema: "Una traversata notturna dello Stretto", a cura del prof. Filippo Arillotta,...

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Il consiglio dell’esperto: “Ustioni” da medusa, cosa fare?

Anche quest’anno, il tanto atteso bagno a mare, viene messo a repentaglio dalle meduse, creature marine dal caratteristico aspetto gelatinoso, a volte trasparenti e anche per questo insidiose, divenute ormai...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURATanos: la Casa dei Racconti ospita gli Abruzzesi d'Argentina a SpazioTeatro

Tanos: la Casa dei Racconti ospita gli Abruzzesi d'Argentina a SpazioTeatro

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 11 Febbraio 2019 08:18

Secondo appuntamento con la Casa dei Racconti di Spazio Teatro, ormai rimasta una delle poche realtà a portare cultura e teatro in città, che questa volta accoglie per la seconda volta la compagnia Teatro del Sangro, con il suo: "TANOS - Abruzzesi d'Argentina".
Tanos deriva dalla contrazione del termine: "Napoletanos", con cui gli Argentini etichettavano i migranti italiani, indipendentemente dalla loro regione di provenienza.
Una storia quella di Domenico e Rosa, interpretati da Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, che inizia negli anni 50 in un'Italia che si ritrova a dover fare i conti con il dopoguerra, e con la povertà che ne consegue, quindi meglio sperare in un futuro migliore in una terra semi sconosciuta, che rimanere in Abruzzo e sperare in un miracolo.


Quindi via dall'Italia con la più iconica "Valigia di cartone", verso un futuro sconosciuto e contro il volere dei genitori, perche l'Argentina è alla fine del mondo, quindi ecco che i due sposini si imbarcano su una nave che li porterà nella terra promessa, ma il viaggio non è privo di problemi e inconvenienti, visto anche il problema della lingua e della burocrazia.
Ma alla fine il sogno si realizza, finalmente una casa, un lavoro e un figlio, grazie alla comunità italiana che già viveva in Argentina, perché gli italiani sono tutti compaesani, e tra compaesani si ci aiuta.
Uno spettacolo che ci ricorda che una volta eravamo noi gli immigrati, e chi migra non lo fa di certo a cuor leggero, ma spinto da bisogni veri e dalla voglia di cercare un futuro che sembra ormai scomparso nella propria terra.

Rc 11 febbraio 2019

Letto 149 volte

Articoli correlati (da tag)

  • In fumo un pezzo di storia reggina....

    Il villino distrutto dalle fiamme domenica pomeriggio non era la casa di una “coppia di anziani con i loro cagnolini” come descritto nell’immediatezza dalle immancabili cronache frettolose.
    Innanzitutto perché i cagnolini non erano i loro ma del vicino di casa anche lui sfrattato dalle fiamme.
    Inoltre Reno e Marsia, per chi li conosce e li incontra per strada, non rispondono certo all’iconografia classica della coppia di anziani, bensì due persone miti e gentili la cui vita è stata ricca di interessi e grandi passioni tuttora vive: l’arte, l’architettura, la letteratura, il cinema, l’illustrazione, l’emancipazione femminile, con tutte le testimonianze che il loro villino custodiva e che loro curavano come un figlio.

  • "La vera storia" chiude in bellezza la "Casa dei racconti" a SpazioTeatro

    La casa dei racconti di SpazioTeatro chiude in bellezza con "La vera storia" di e con Gaetano Tramontana. Un percorso durato tre mesi quello della ritrovata rassegna teatrale del piccolo teatro di resistenza, come lo hanno definito i tanti interpreti accolti, non certo privo di ostacoli visto il periodo che sta attraversando la nostra che tanto assomiglia proprio alla Hamelin del racconto. "La vera storia", è liberamente ispirato alla leggenda del Pifferaio di Hamelin, lo spettacolo era nato in origine per un pubblico adulto, diventando in seguito un adattamento per i più piccoli, e dopo cinque anni di repliche dedicate ai ragazzi, dopo tante riflessioni ispirate agli incontri con genitori e insegnanti, Tramontana rimette mano allo spettacolo nato dalla ricerca intorno alla fiaba dei fratelli Grimm e alle versioni ancora più antiche della storia, sottolineandone l’amarezza che deriva dal trascorrere del tempo e insieme dall’immutabilità dei tempi.

  • La vera storia, ispirato alla leggenda del pifferaio di Hamelin, in scena a SpazioTeatro

    Si conclude la stagione della Casa dei Racconti di SpazioTeatro con un ultimo appuntamento d’eccezione: sabato 13 aprile alle ore 21 va in scena lo spettacolo “La vera storia” di e con Gaetano Tramontana. Sarà una chiusura speciale con una nuova versione dello spettacolo ispirato alla leggenda del Pifferaio di Hamelin. Dopo cinque anni di repliche dedicate ai ragazzi, dopo tante riflessioni ispirate agli incontri con genitori e insegnanti, Tramontana rimette mano allo spettacolo nato dalla ricerca intorno alla fiaba dei fratelli Grimm e alle versioni ancora più antiche della storia, sottolineandone l’amarezza che deriva dal trascorrere del tempo e insieme dall’immutabilità dei tempi.

  • Silvio Barbiero è Edipus a SpazioTeatro

    Penultimo appuntamento con la rassegna teatrale: "La Casa dei Racconti" di SpazioTeatro, questa volta ad andare in scena è la riscrittura, da parte di una delle voci più rappresentative del teatro contemporaneo, Giovanni Testori, di un classico della tragedia greca, Edipus. Edipus messo in scena da uno straordinario Silvio Barbiero, che torna a SpazioTeatro dopo Groppi d’amore nella scuraglia, non è soltanto una riscrittura, ma anche uno spettacolo dentro lo spettacolo, con l'attore che interpreta Scatorchio della compagnia degli sgroppanti amorosi, che a causa di un diverbio viene abbandonato dai suoi compagni, ritrovandosi a portare in scena, da solo in dramma di Edipo, con tutti gli inconvenienti associati al dover interpretare più ruoli.

  • Edipus a SpazioTeatro: Silvio Barbiero sabato 6 e domenica 7 aprile interpreta Testori

    Una delle voci più rappresentative del teatro contemporaneo, Giovanni Testori, arriva a Reggio Calabria con l’ultimo atto della Trilogia degli Scarozzanti. Edipus messo in scena da uno straordinario Silvio Barbiero è – come gli altri testi della trilogia – un capolavoro del teatro contemporaneo.
    Ma è un teatro in smobilitazione quello al quale il protagonista si aggrappa: Edipus rinuncia alla sua rivoluzione, vede e riconosce la corruzione dei suoi tempi e la rende definitiva scegliendo l’autodistruzione. Barbiero torna a SpazioTeatro dopo Groppi d’amore nella scuraglia, procedendo con Edipus una personale ricerca intorno alle potenzialità del teatro di elaborare lingue inedite ed espressive.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.