unci banner

:: NEWS

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Motta San Giovanni, gli auguri dell'Amministrazione comunale per il nuovo anno scolastico

Divertitevi, siate attenti e curiosi. Guardate oltre voi stessi per cercare nell’altro qualcuno che vi stimoli, vi arricchisca, vi renda più determinati e vi accompagni in questo percorso con la...

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Nucera (La Calabria che vogliamo) si candida: servono uomini del fare

Alla guida della Regione, grazie all'azione concreta di un nuovo movimento e di una classe dirigente che nulla ha a che fare con i disastri del passato. Per uscire dalla...

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

Cammino Urbano del Collettivo La Strada tra i "resistenti" del Mercato coperto di Via Filippini

“La prima cosa che faccio quando vado in un’altra città è andare a vedere il mercato”, ci dice una commerciante. Infatti il mercato è il polso di una città, ne...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURATrinummus: la commedia delle tre monete, in scena a Roccella Ionica e a Locri

Trinummus: la commedia delle tre monete, in scena a Roccella Ionica e a Locri

Pubblicato in CULTURA Domenica, 25 Agosto 2019 14:35

La XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020 messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano, prosegue nel percorso di riscoperta dei capolavori del teatro classico. In scena, questa volta, venatura ironica e straripante comicità plautina con “Trinummus, la commedia delle tre monete” che racconta la storia di un giovane scialacquatore, che viene salvato, tramite un benevolo raggiro, da un vecchio amico del padre e dall’immancabile servo parassita che ammette di rubare i soldi al padrone e di voler mangiare e divertirsi alle spalle altrui.

La spassosa commedia di Plauto, con l’adattamento e la regia di Domenico Pantano, andrà in scena al Teatro al Castello di Roccella Ionica, martedì 27 agosto alle ore 21.30, e mercoledì 28 agosto, sempre alle ore 21.30, al Teatro Città di Locri.

Un’opera con un cast straordinario, composto da talentuosi attori, tra i migliori protagonisti del panorama italiano teatrale: Mario Focardi, Orazio Alba, Veronica Baleani, Maria Lauria, Paolo Ricchi, Krzysztof Burzacky Bogucky, Marco Prosperini e lo stesso Domenico Pantano; le scene sono di Gianluca Modio, i costumi di Ilenia Gurnari, le coreografie di Barbara Cacciato.

Nel Trinummus (forse, la più morale nello scarsamente morale teatro plautino) si ritrae una scena di vita “borghese”, in una non identificata città di mare, dove contrastano la virtù e la laboriosità degli anziani e la dissipatezza di alcuni giovani, con il contorno di amici, di pettegolezzi e vicende varie che si risolvono comunque in un lieto fine in cui la virtù è premiata e l’errore perdonato.

Carmide, un padre guerriero-girovago, alla continua ricerca di fortuna, lascia i due figli in affidamento a un amico, Callicle, per affrontare l’ennesimo viaggio. Allo stesso amico confida che dentro la casa dove abitano i figli è nascosto un tesoro, imponendogli di non rivelare mai a nessuno il segreto. L’amico non vedendolo più tornare, e assistendo al libero sfogo di uno dei figli, Lesbonico, che reclama continuamente monete per il proprio vizio dissipando il patrimonio e mettendo in vendita la casa, temendo di perdere il tesoro, compra le proprietà del padre per poche mine. L’intenzione di Callicle non è quella di approfittare del giovane Lesbonico in stato di bisogno, ma quella di salvare la casa e il tesoro restituendoli all’amico Carmide nel momento in cui sarebbe tornato.
L’equivoco, l’inganno, la complicità tra i singoli personaggi, determina un mondo piccolo, fatto di manie, pettegolezzi, travestimenti, desideri vietati, e fanno delle Tre Monete, già commedia comica latina, un’opera di grande attualità, in cui l’assenza di potere genera chiacchiere.

La rassegna estiva della Stagione Teatrale della Locride proseguirà al tempio di Marasà di Locri, sabato 31 agosto, con lo spettacolo “Alla luna”, con Vanessa Gravina, Giorgio Lupano e Manuel Manfrè, a cura di Walter Manfrè, prodotto da International Theatre Center.

Gioiosa Ionica, 25 agosto 2019

Ufficio stampa
Centro Teatrale Meridionale

Letto 196 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Gli auguri dell’Amministrazione Comunale di Roccella per il nuovo anno scolastico

    Lunedì 16 settembre inizia un nuovo anno scolastico. Per i bambini e le bambine delle prime classi della Scuola dell’Infanzia sarà realmente il primo giorno di scuola, in cui passeranno per la prima volta una intera mattinata fuori di casa. Per i bambini e le bambine della prima elementare, per i ragazzi e le ragazze della prima media e per gli adolescenti e le adolescenti degli istituti superiori sarà l’inizio di un nuovo tratto di strada da percorrere con nuovi amici. Per gli altri sarà un altro primo giorno di scuola di cui fare esperienza e sarà anche questo diverso dagli altri, perché diverso sarà lo stato d’animo che li accompagnerà e perché tutti saranno un anno più grandi.

  • Omaggio a L’infinito di Leopardi con “Alla Luna” al Tempio di Marasà

    “Alla Luna” è una pièce teatrale di Walter Manfrè, un coinvolgente spettacolo di poesia e musica dedicato all’opera di Giacomo Leopardi che si terrà nel suggestivo Tempio ionico di Marasà, sotto le stelle del cielo dell’Area Archeologica Locri Epizefiri, sabato 31 Agosto alle ore 21.30. Il Centro Teatrale Meridionale propone uno spettacolo incantevole, che rientra nella rassegna estiva della XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020, per la direzione artistica di Domenico Pantano, reduce dal grande successo di “Trinummus, le tre monete” la commedia di Plauto, in scena a Locri e a Roccella, dopo aver conquistato in anteprima nazionale il pubblico del Festival Dionisiache 2019.

  • Domani la presentazione del nuovo Amministratore Unico della società di gestione del porto di Roccella

    Lo scorso 19 luglio il Dott. Giorgio Sotira ha presentato alla stampa e ai cittadini i principali indicatori relativi all’operatività della Porto delle Grazie S.r.l., congedandosi così dall’incarico di Amministratore Unico della società. Incarico che ha ricoperto dal febbraio del 2016 e che ha lasciato a seguito della sua nomina a Vice Presidente esecutivo di Civita Holding.
    Il 22 luglio abbiamo, quindi, pubblicato l’avviso pubblico per la raccolta delle candidature per la nomina ad Amministratore Unico della Porto delle Grazie, dandogli la massima visibilità. Allo spirare del termine per la presentazione delle candidature, il Responsabile dell’Area Affari Generali mi ha trasmesso l’elenco delle presentazioni pervenute e i curricula dei candidati.

  • Jova Beach Party a Roccella Jonica: la soddisfazione e i ringraziamenti del Sindaco

    E’ stata una serata indimenticabile quella regalata da Jovanotti ad oltre 25.000 spettatori lo scorso 10 agosto a Roccella Jonica, dove ha fatto tappa il suo “Jova Beach Party”. Un successo straordinario, frutto di un impegno corale che ha garantito che tutto si svolgesse in totale tranquillità.
    Voglio per questo ringraziare il Signor Prefetto di Reggio Calabria, Dott. Mariani, il Signor Questore, Dott. Vallone, il Primo Dirigente del Commissariato di Siderno, Dott. Cannarella, responsabile del coordinamento delle attività di tutela dell’ordine pubblico, i Dirigenti, gli Ufficiali e gli Agenti della Polizia di Stato, della Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza impegnati nei servizi di tutela dell’ordine pubblico.

  • L'Anfitrione di Plauto con Debora Caprioglio e Franco Oppini in scena a Locri

    Due attori noti al grande pubblico, Debora Caprioglio e Franco Oppini ne “L’Anfitrione” di Plauto in scena a Locri, mercoledì 14 agosto, alle ore 21.30, presso la Corte del Palazzo della città per la XXIX Stagione Teatrale della Locride 2019-2020. Il capolavoro di Tito Maccio Plauto nella versione di Livio Galassi, per il terzo appuntamento con il grande teatro della rassegna estiva messa a punto messa a punto dal Centro Teatrale Meridionale, diretto da Domenico Pantano. Un grande schermo bianco che scandisce il ritmo di un’ora e venti circa di spettacolo, una scenografia essenziale ma emozionante e delle musiche intense affidate a Luciano Francisci: sono le caratteristiche della nuova proposta teatrale dell’Associazione Culturale Teatroper, in coproduzione con SiciliaTeatro.

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.