Stampa questa pagina

“Un solo obiettivo”, primo workshop di fotografia a Sant’Alessio in Aspromonte

Pubblicato in CULTURA Lunedì, 15 Aprile 2019 12:03

Giorno 9 aprile, nel Comune di Sant’Alessio in Aspromonte si è svolto il workshop di fotografia “Un solo obiettivo”, il cui “obiettivo” è stato quello di creare un momento di condivisione e integrazione, attraverso il linguaggio universale della fotografia. Il workshop è stato ideato e realizzato dall’Associazione COOPISA impegnata in attività di promozione e utilità sociale in particolare con migranti e richiedenti asilo politico, in collaborazione con il Comune aspromontano. A prendere parte all’attività, sono stati i beneficiari del progetto SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) del Comune di Sant’Alessio in Aspromonte, attualmente gestito da COOPISA, e ragazzi e studenti del luogo, guidati dalla fotografa e artista Paula Kajzar, che ha messo la sua esperienza internazionale a servizio dei partecipanti attraverso l’insegnamento delle basi della tecnica fotografica.

Il workshop è stato così strutturato: nella mattinata, la lezione frontale, ha avuto come argomento alcuni dei generi fotografici e i grandi masters che hanno fatto la storia della fotografia; il pomeriggio, ha visto i partecipanti impegnati in una sessione di shooting, in cui sono state messe in pratica le basi della fotografia, apprese durante la lezione frontale.  Location degli shooting sono stati alcuni luoghi simbolo del piccolo paesino aspromontano, come il mulino o il suggestivo bar del posto. Luoghi, volti e racconti di strada sono stati immortalati dai partecipanti, che attraverso una giornata di formazione e condivisione, hanno avuto l’occasione di guardare con occhi nuovi alla realtà di tutti i giorni. Dietro l’obiettivo di una macchina fotografica, le differenze linguistiche e culturali si riducono solo ad una differenza di sguardo, di campo o di inquadratura.

Sant'Alessio in Aspromonte 15 aprile 2019

Letto 190 volte

Articoli correlati (da tag)