unci banner

:: NEWS

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

I 25 anni della Rosa dei Venti di Montalto

Sono trascorsi 25 anni da quando l’AB 212 – Prora 706, appartenente al 2° gruppo elicotteri della base Maristaeli di Catania, ha solcato il cielo di Montalto.Era toccato alla Marina...

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Kaulonia Tarantella Festival, questa sera Loccisano e Palamara con la Calabria Orchestra

Strumenti jazz amalgamati a quelli della tradizione popolare, ritmi mediterranei fusi con la tarantella, voci calde e appassionate affiancate a chitarre di ogni genere. Il Kaulonia Tarantella Festival è pronto...

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

"I Tesori del Mediterraneo" portano Reggio Calabria su Sportitalia

Reggio Calabria e il suo Lungomare saranno protagoniste, domenica 18 agosto alle ore 22, dello speciale “I Tesori del Mediterraneo” in onda Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre e in...

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Roccella Jazz Festival: Rumori Mediterranei XXXIX edizione dal 21 al 24 agosto 2019

Dopo il successo della prima parte - andata in scena dal 12 al 16 agosto al Porto delle Grazie e a Largo Colonne Rita Levi Montalcini - la XXXIX Edizione...

compra calabria

Sei qui: HomeCULTURA

CULTURA

Comunicare bene il Bene, questo l’obiettivo.Parliamo di Comunicazione Sociale - spiega il Presidente del Centro Servizi al Volontariato dei Due Mari, Giuseppe Ignazio Bognoni - e crediamo che vi sia tutta la necessità di farlo nella nostra Città e nella nostra Provincia in questo dato momento storico. Sentiamo il dovere di raccontare tutto il positivo, tutte le cose buone, tutte quelle belle esperienze che permeano il nostro territorio quotidianamentee che accadono nel silenzio e lontano dai riflettori”.

Con queste parole, il Presidente del CSV reggino lancia un progetto a trecentosessanta gradi che mira a valorizzare e raccontare tutte le realtà di volontariato presenti nella provincia dello Stretto. Gli strumenti per rendere concreta questa intenzione sono la Radio ed i Social Network, un connubio strettissimo tra vecchi e nuovi media. Assieme a Radio Antenna Febea si svilupperà un percorso informativo, che si auspica sia, di primissimo livello: approfondimenti, rubriche, riflessioni, incontri sui temi di maggiore attualità che ben aderiscono con le realtà del CSV. “Cittadini, per esempio”, questo lo slogan scelto e il titolo della trasmissione.

Importante lo spazio a disposizione in Fm (100.3/100.6 a Reggio Calabria, 107 in Provincia) ed in streaming (www.antennafebea.it) a partire dal prossimo 23 settembre e per tutta la stagione.

Due radiogiornali sociali, il mercoledì, un approfondimento pomeridiano (giovedì dalle 14.00 alle 15.00) e una rubrica all’interno del nuovo magazine informativo “Si Vede dal Mattino” (venerdì dalle 7.30 alle 9.00) ideato e condotto da Federico Minniti con Giuseppe Imbalzano ed in collaborazione con la squadra di Antenna Febea.

«Siamo ben felici di questa nuova partnership - afferma Pino Marra, editore della storica emittente radiofonica reggina - e posso affermare che l’idea di essere strumento di Comunicazione Sociale, ci inorgoglisce e ci stimola a fare bene. Per la nostra stessa natura di radio libera, nata negli anni ’80, non vediamo l’ora di andare incontro alla gente e di sentire le loro storie, soprattutto se positive per il nostro territorio».

Ma non solo etere: tutti i contenuti sviluppati dalla “redazione” del CSV, saranno rintracciabili anche sul web e nella fattispecie sui social network. È già online la pagina Facebook del CSV dei Due Mari che riporterà gli approfondimenti, gli appuntamenti in agenda ed i podcast delle trasmissioni radiofoniche.

«È una sfida importante - sottolinea Giuseppe Pericone, direttore del CSV di Reggio Calabria poiché, anche sul versante della comunicazione, intendiamo proporci come punto di riferimento per le associazioni quale vetrina e cassa di risonanza delle diverse realtà ed iniziative che spesso non trovano spazio nei media locali. Un posto speciale, poi, lo vorremmo dedicare alle storie, alle esperienze di vita, alla concretezza della quotidianità, certi come siamo che solo così si possa veramente comunicare un nuovo modello di comunità e nuovi stili di vita». Appuntamento alla radio e sui social network, quindi, con l’auspicio che non sia solo uno spazio a disposizione di tutto il volontariato, ma soprattutto uno strumento nella costruzione di una comunità più coesa e solidale.

Cari amici e simpatizzanti, per la prima volta Slow Fish si svolge sulle sponde dello Stretto di Messina. Una bellissima iniziativa dedicata al mare e a chi lo vive. Siamo felici di invitarvi insieme agli amici della L.N.I. sez. di Reggio Calabria Sud, per discutere di pesca sostenibile, tutela dell’ambiente e regole che disciplinano le attività ittiche. Si comincia venerdì 25 settembre alle ore 17.30 sul lungomare di Pellaro, alla presenza di Roberto Burdese (presidente onorario Slow Food Italia) e Carla Coccolo (responsabile eventi Slow Food Italia). Seguirà una degustazione “buona, pulita e giusta”

Vi aspettiamo numerosi.

Cristina Ciccone

Fiduciario Condotta Slow Food Reggio Calabria Area Grecanica

 

Questo il programma:

Venerdì 25 settembre Calabria Sede della Lega Navale sez. di Reggio Calabria Sud (lungomare Pellaro RC)

17.30 -  Workshop-confronto inaugurale sul tema: “Mangiamoli Giusti”.

  • Istituzioni, associazioni di categoria e operatori si confronteranno sui temi: Le normative, i modelli di legalità applicati alla filiera del pesce, l’Interazione come progetto comune.

  • La montagna sullo Stretto, un possibile progetto sinergico tra il Parco Nazionale d’Aspromonte e il Parco Horcynus Orca.

  • Le esperienze e i progetti dei GAC in Calabria

  • Slow Food Sicilia, Slow Food Calabria, La Lega Navale di Reggio Calabria presentano il Progetto: “SLOWIND” una vela buona, pulita e giusta, per conoscere lo Stretto.

19.30  -  Attività, progetti, esperienze delle Condotte Calabresi

20.30 - Laboratorio-Degustazione sui temi di “Mangiamoli Giusti”: Dalla Stroncatura alle ricette della tradizione gastronomica familiare del “pescato povero”, un esemplare mix tra il consumo consapevole e le pratiche anti-spreco, fondamento della Dieta Mediterranea di Riferimento.

Sabato 26 settembre Sicilia Parco Horcynus Orca - Messina

10.00 -  Laboratorio del Gusto “Il pescato dello Stretto di Messina”

11.00 - Presentazione di attività da parte dell’istituto Comprensivo “Villa Lina Ritiro”

16.00 - Laboratorio del gusto diversità gastronomiche delle acciughe dei mari siciliani:

l’acciuga di Aspra (Bagheria), del Furiano (Acquedolci), di Sciacca, la Masculina da Magghia (Catania) e la sarda sulla canna di Selinunte.

18.00 - Laboratorio del Gusto sul totano rosso eoliano

19.00 - Workshop: la biodiversità ittica, una ricchezza sottovalutata, anche dalla ristorazione.

21.00 - Degustazione sui temi di Mangiamoli giusti

Domenica 27 settembre Sicilia Parco Horcynus Orca - Messina

12.00 - Laboratorio del Gusto “Archestrato da Gela, precursore dei tempi” ed un’antica ricetta “U pruppu

‘nta butti”

17.00 - Attività delle condotte e dei GAC siciliani Dibattito: Il pesce e la salute

18.00 - Workshop: Modelli di legalità applicati alla filiera del pesce

19.30 - Laboratorio del Gusto pesci d’ombra (Lampughe e ‘nfanfuli)

21.00 - Degustazione sui temi di Mangiamoli giusti

Presso L’Horcynus Orca sarà allestita una mostra fotografica e di sculture sui temi dello Stretto di Messina

Alle ore 10.21 del 23 Settembre si verifica l’equinozio d’autunno: termina l’estate astronomica e si entra ufficialmente in autunno.

In occasione di tale evento, il Planetario provinciale Pythagoras di Reggio Calabria organizza, nella serata di Mercoledì 23 alle ore 21.00, un incontro speciale.

Andrea Camilleri, in “Racconti di vita quotidiana” dedica uno di questi al galateo delle stagioni e scrive: “C’è stata un’epoca, che appare sempre più remota, nella quale le stagioni erano oneste, non baravano, non folleggiavano, scrupolosamente mantenevano gli impegni millenari presi con l’uomo… Tutta l’agricoltura si è basata sul regolare succedersi del ciclo annuale delle stagioni, addirittura nell’ottavo secolo avanti Cristo in Beozia, un saggio agricoltore che era anche un poeta, Esiodo, scrisse in versi un trattatello per il fratello Perse sulla coltivazione dei campi. Bene, questo trattatello occorrerebbe farlo rileggere alle stagioni d’oggi, farle, diventare rosse per la vergogna…”

Scrive Esiodo: “Quando le Pleiadi sorgono, figlie di Atlante, la mietitura incomincia; l'aratura al loro tramonto; esse infatti quaranta notti e quaranta giorni stanno nascoste, poi, volgendosi l'anno, appaiono dapprima quando è il momento di affilare gli arnesi. Questa dei campi è la legge.”

Il Planetario Provinciale Pythagoras raccoglie la provocazione di Camilleri e, per celebrare l’arrivo dell’Autunno, ha invitato l’astronomo dott. Elio Antonello a parlare proprio delle stagioni di Esiodo.

Il dott. Elio Antonello, astrofisico, esperto internazionale di archeoastronomia, grande conoscitore dell’astronomia classica partendo dalle lettura delle “Opere e Giorni” di Esiodo metterà in relazione i fenomeni descritti dal poeta greco con le leggi che regolano l’alternarsi delle stagioni.

Il Sole, nel suo moto annuo lungo l'eclittica, viene a trovarsi esattamente sull'equatore celeste.

L’Equinozio d’Autunno celebra proprio il momento in cui il Sole attraversando l’equatore celeste segna l'inizio della “metà scura” dell'anno. Molti sono i miti legati a questo evento astronomico: nel tempo dei Misteri Eleusini l'equinozio d'autunno era il momento della discesa di Persefone nell'Ade e del dolore di Demetra; nella mitologia celtica l’Equinozio d’autunno è indicato col nome di Mabon; legata ai significati dell’Equinozio è anche la festa dell’Arcangelo Michele. La serata sarà allietata dalla “Magia delle macchine parlanti” del dott. Giuseppe Nicolò, esperto di musica e collezionista di grammofoni.

PROGRAMMA

MERCOLEDÌ 23 SETTEMBRE, ORE 21,00

PLANETARIO PROVINCIALE PYTHAGORAS – VIA SALITA ZERBI, 1 - REGGIO CALABRIA

PRESENTAZIONE DELL’INIZIATIVA

Prof.ssa Angela Misiano - Responsabile Scientifico Planetario Pythagoras

SALUTI DELLE AUTORITÀ

LA PORTA DEL BUIO: L’AUTUNNO E LE ALTRE STAGIONI IN ESIODO

Dott. Elio Antonello - Astronomo Osservatorio Astronomico di Brera Milano

LA MAGIA DELLE MACCHINE PARLANTI

Dott. Giuseppe Nicolò - Esperto di musica e collezionista di grammofoni

IL CIELO DI AUTUNNO AL PLANETARIO

Spettacolo sotto la Cupola del Planetario a cura dello Staff del Planetario

Rosario Borrello, Marica Canonico, Carmelo Nucera

Archiviata con successo la prima stagione di attività, riparte dal Csoa Cartella il percorso di (L)imitazione, il collettivo di musicisti, amanti delle arti e della musica nato nel settembre scorso con l’ambizione di dare spazio e voce a quanto di culturale si muova in città. Un obiettivo che rimane identico anche per i mesi a venire – dicono dal collettivo – ma che quanto meno nelle ambizioni del Jattermaister – gatto che si finge cervo divenuto volto di (L)imitazione – non si limiterà alla musica. “Continuiamo ad essere convinti che la proposta artistica originale, quale che sia la forma in cui si esprima, non riceva la sufficiente attenzione in città, per questo - dicono dal collettivo - continua ad essere necessario che dal basso ci si organizzi per dare alla cultura quello spazio che oggi le è sottratto”. Non a caso è proprio un’assemblea “aperta alle tante realtà sensibili presenti in città che sia fucina delle iniziative dei prossimi mesi” a dare il via alle attività del collettivo per la stagione 2015-2016. “Musicisti, grafici, fotografi, writer, artigiani, chiunque abbia voglia di mettere la propria arte al servizio della comunità, o anche semplicemente crede che sia giusto dare spazio a un movimento culturale che il città c’è ma non ha spazio, sarà il benvenuto”, spiegano dal collettivo. Ma il programma del Jattermaister per sabato 26 non finisce qui. A testimonianza di un percorso limpido che punta sulla cooperazione dal basso per la crescita collettiva, dopo l’assemblea ci sarà una cena sociale i cui proventi saranno devoluti alla ricostruzione del centro sociale, quindi toccherà agli (AllMyFriendzAre)DEAD “inaugurare” la stagione, con la presentazione del loro terzo nuovissimo album “Wonders from the Grave”, coprodotto con Overdrive Records ed il supporto di LamorfaLab e terzo album della discografia della band reggina. Nati nel 2006 “da quella Reggio (Peggio?) Calabria in cui tanto si crea e tanto si distrugge”, gli (AllMyFriendzAre)DEAD - FranTz (voce) - Succo (batteria) - MeltedMan (basso) - El Pez (chitarra) - Gicass (chitarra) - Elmore Penoise (chitarra) - uniscono il Rock al Rockabilly, all’ Horror Rock ai 50’s al garage con attitudine punk e suoni valvolari. Nel 2010 sfornano il loro primo album “HELLCOME”, coprodotto da Musica per Organi Caldi, Narcolettica Records e Speed Up, accompagnato dal videoclip del singolo “What Madonna You Want?” che li porta in tour per i due anni a seguire. Nel 2012 la collaborazione con Overdrive Records porta all’uscita di “BLACK BLOOD BOOM”, il secondo full lenght edito in versione deluxe: vinile 12” + CD + digital download. L’uscita è anticipata dal videoclip di “Donnie B. Good”, prodotto da Made On ed inserito nella rassegna “CampusCinema100” dedicata al poliziottesco all’italiana di Umberto Lenzi e Fernando Di Leo. Il 2015 è l’anno del terzo album “WONDERS FROM THE GRAVE”, ancora una volta coprodotto con Overdrive Records e con la partecipazioendi LAmorfaLab Studio. Il disco vuole essere un punto importante per la band, come ogni terzo disco, fissando l’approccio diretto, quasi fisico, con la musica e la crescita in fase compositiva acquisita nei quasi 10 anni insieme. Di loro, ” Franco Lys Dimauro per Black Milk Magazine scrive “Tarantiniani quanto basta per non diventare una statua di sabbia di Tito & Tarantula e figli di puttana quanto serve per trasformare la loro terra nel Messico della Repubblica Italiana”, mentre su Loud Notes si commenta “Coltello fra i denti, la pistola in fondina, il plettro in taschino eun'idea fissa in testa: riportare il rock'n'roll alle origini, bagnarlo di surf e fango psych, sporcarlo di high-energy punk rock e attitudine garage e mandare candidamente tutto affanculo”. Loro non commentano, ma il Jattermaister che li conosce dice che “La banda è pronta alla sfida!”.

Presso il Salone dei Lampadari di Palazzo San Giorgio, la presentazione del “Concerto per la vita- Uto Ughi e i Filarmonici di Roma” che eseguiranno le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi. Il concerto, organizzato dal Club Kiwanis e con il patrocinio del comune di Reggio Calabria, si terrà giorno 28 settembre presso il Teatro Francesco Cilea alle ore 21 ed il ricavato sarà devoluto alla Croce Rossa Italiana comitato locale di Reggio Calabria.

Come da tradizione Reggio si ritrova davanto al passaggio della sua Patrona

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.