unci banner

:: NEWS

Primo nido Caretta Caretta in Calabria, Oliverio: "Bella notizia"

Primo nido Caretta Caretta in Calabria, Oliverio: "Bella notizia"

Nei giorni scorsi è stato localizzato e rinvenuto sulla costa reggina, nell’ambito del pattugliamento del tratto di costa compreso tra Melito Porto Salvo e Bianco il primo nido in Italia...

Siderno, Vigili del Fuoco intervenuti per un incendio in una struttura per la lavorazione del miele

Siderno, Vigili del Fuoco intervenuti per un incendio in una struttura per la lavorazione del miele

Intensa giornata quella di ieri per i vigili del fuoco della sede distaccata di Siderno, impegnati dalle 17 circa e per parecchie ore per lo spegnimento di un incendio, sviluppatosi...

Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

Potere al Popolo Reggio Calabria sul dissesto dell'ASP 5 e lo sfascio del diritto alla salute

Lo stato di sfascio in cui si trova il sistema dei servizi sanitari nell'ambito dell'ASP 5 di Reggio Calabria pare ormai irreversibile e i commissari, nominati dal Governo per le...

Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

Cannizzaro: "la battaglia in Parlamento continua, al Porto non arriveranno i Tir"

Parola d’ordine: scongiurare l’invasione di Reggio Calabria Porto da parte dei mezzi pesanti gommati. Dopo che la Direzione Generale del Ministero dei Beni Culturali ha espresso il parere favorevole in...

Falcomatà alla XXI Assemblea Europea della Fondazione De Benedetti: "Reggio città aperta ed accogliente"

Falcomatà alla XXI Assemblea Europea della Fondazione De Benedetti: "Reggio città aperta ed accogliente"

“E’ un grande onore per noi poter ospitare a Reggio Calabria questa iniziativa promossa dalla Fondazione Rodolfo De Benedetti. E’ una sorta di riconoscimento del grande lavoro che è stato...

compra calabria

Sei qui: HomeCuriositàCalabria, il Codacons diffida i prefetti: vietare il fumo in tutte le spiagge della regione

Calabria, il Codacons diffida i prefetti: vietare il fumo in tutte le spiagge della regione

Pubblicato in Curiosità Martedì, 11 Giugno 2019 11:40

Parte la battaglia del Codacons per ottenere il divieto di fumo in tutte le spiagge della Calabria. Negli ultimi anni si sono moltiplicate in Italia le ordinanze comunali che vietano il fumo in spiaggia, ma in Calabria non è stato fatto ancora abbastanza per tutelare la salute dei bagnanti dai rischi connessi al fumo e per difendere l'ambiente – sostiene il Codacons. La necessità di tutelare la salute pubblica dai pericoli legati al fumo passivo (si ricorda che il fumo provoca 80mila morti l'anno soltanto in Italia), associata all'esigenza di difendere l'ambiente dai mozziconi di sigaretta lasciati sulla sabbia che impiegano fino a 5 anni per decomporsi e inquinano i mari molto più della plastica, deve portare a vietare il fumo sulla totalità delle spiagge della regione.

Per tale motivo il Codacons presenta oggi una diffida a tutti i Prefetti calabresi in cui si chiede, in virtù dei loro poteri, di ordinare alle amministrazioni comunali l'adozione di apposite ordinanze tese a stabilire divieti di fumo e di abbandono di prodotti da tabacco sulle spiagge di loro competenza. Se non saranno adottate misure urgenti, il Codacons denuncerà nei prossimi giorni i Comuni della regione per concorso in inquinamento e in danneggiamento aggravato del patrimonio naturale.

Rc 11 giugno 2019

Letto 80 volte

Articoli correlati (da tag)

  • Codacons: dove sono finiti i soldi per abbattere le liste d'attesa?

    Lo scorso febbraio la conferenza Stato-Regioni ha approvato il nuovo piano per le liste di attesa. Da allora le regioni avevano 60 giorni di tempo per adottare il proprio piano. Eppure, nonostante da quasi due mesi quel termine sia scaduto, la Regione Calabria non ha ancora inteso recepire il piano per migliorare l'accesso alle cure dei cittadini. Manca, quindi, uno strumento capace di stabilire tempi certi per tutte le prestazioni ambulatoriali ed in regime di ricovero e per poter valutare i Direttori Generali che, a fronte di risultati deludenti, dovranno essere rimossi.

  • Polistena senza TAC, Codacons: interruzione di pubblico servizio

    Apprendiamo che il Tomografo Assiale Computerizzato (TAC) nella disponibilità del reparto Radiologia dell'Ospedale di Polistena, già fermo da mesi ed in attesa di essere riparato, continuerà a non essere disponibile, per effettuare esami diagnostici, sicuramente per i prossimi mesi di luglio e agosto.
    Il tutto con gravissime ripercussioni sui cittadini e sui pazienti che vedono, nei fatti, negato il proprio diritto alla salute.
    Per questo motivo il Codacons ha presentato questa mattina un esposto presso la Procura della Repubblica di Reggio Calabria, ipotizzando il reato di interruzione di pubblico servizio.

  • Codacons: Calabria regione più povera del paese, reddito inferiore del 60% rispetto al nord Italia

    Se da un lato il reddito medio procapite degli italiani è tornato a salire tra il 2014 e il 2016, dall'altro si confermano differenze abissali sul fronte della ricchezza tra Nord e Sud Italia. Lo afferma il Codacons, commentando i dati diffusi oggi dall'Istat e relativi agli indicatori del Benessere equo e sostenibile dei territori. "I dati Istat ci consegnano un paese spezzato in due sul fronte del reddito e del patrimonio, con la forbice tra Nord e Sud che continua pericolosamente ad allargarsi – sostiene Francesco Di Lieto, vicepresidente del Codacons - Il reddito medio disponibile procapite in Calabria è infatti inferiore del 60% rispetto a quello del Nord Italia, con una differenza pari a circa 15.000 euro.

  • Gli Intercity abbandonano la Calabria ionica. Codacons: appello al Ministro e ai parlamentari calabresi per fermare questo “scippo”

    Dal prossimo mese di giugno nessun Intercity percorrerà più la tratta Reggio Calabria - Taranto. «Una vergogna», commenta il Codacons, che rileva: «Se gli Intercity fossero rami secchi, e così non è, lo sarebbero solo perché ce li hanno fatti diventare, mettendoli in orari improbabili, con orari d’arrivo inutilizzabili». Basta fare un esempio. L’Intercity 1567 parte da Sibari alle 14,34 per arrivare a Reggio alle 20.05, salvo ritardo. Secondo l’associazione di consumatori, «con questa strategia in questi anni i viaggiatori sono stati progressivamente costretti a spendere sempre più soldi per compiere l’identico viaggio». 

  • Codacons: banca dati con il dna dei cani per multare gli incivili

    Nelle antiche società contadine gli escrementi degli animali rappresentavano qualcosa di molto prezioso tanto che, ancora oggi, qualcuno continua a ritiene che calpestarli porti fortuna. Magra consolazione per chi, ogni giorno, calpesta gli escrementi che "arredano" i nostri marciapiedi. Strade e marciapiedi sono invasi dalle "cacca". Tanto da costringere i pedoni a vere e proprie gimcane tra i "ricordini" non rimossi dai "padroni" i quali, evidentemente, non hanno alcun rispetto sia verso i propri concittadini che per la loro città.
    Purtroppo risultano inutili le norme che prevedono sanzioni, anche importanti, per i proprietari. Troppo difficile applicarle, troppo difficile cogliere qualcuno sul "fatto".

Copyright © 2018 CALABRIAPOST - Trib. RC n. 14/2013
Direttore responsabile: Gianluca Del Gaiso
Associazione "P4C"
via Reggio Modena 22  Rc - CF 92084720801
Redazione Ideocoop a r.l.